Grosseto: primi striscioni dei tifosi contro l’amministrazione comunale

GROSSETO. Lo avevano anticipato che, nel caso non si fossero avute novità, avrebbero iniziato una serie di proteste. E così i tifosi del Grosseto hanno mantenuto la promessa.

È apparso in città il primo striscione contro l’Amministrazione Comunale che accusava: “Oggi come prima il Comune la nostra rovina”, firmato 1912.

La situazione sta salendo di tono e l’incapacità di dare risposte da parte del Comune ha fatto innervosire sempre più i tifosi che si sono schierati a fianco del presidente Pincione.

Che sia la classica buccia di banana dove il centrosinistra perde le elezioni?

7 Comments
  1. Portavecchia 3 anni ago
    Reply

    No Lubrani il calcio e lo sport non muovono voti. I consensi si fanno con i posti di lavoro, le promesse, gli accordi sottobanco.Ma un giorno all’ improvviso’ Il grossetano si svegliò…..

  2. Daniele 3 anni ago
    Reply

    Grande striscione. Condivido!!!

  3. Buttero 70 3 anni ago
    Reply

    Ma il Comune e’ in silenzio stampa…. ?????

  4. Grifo65 3 anni ago
    Reply

    Questo striscione è solo l’inizio di una serie di iniziative……la prossima confronto all’americana con l’amministrazione Comunale. I tifosi non incidono sul voto? O stai a vede!!!!

  5. Daigrifone 3 anni ago
    Reply

    Con Vivarelli Colonna andremo in serie A…
    Beiii!

    • Grifo65 3 anni ago
      Reply

      Perché no! Estrema fiducia sul candidato Vivarelli Colonna!

  6. Corrado 3 anni ago
    Reply

    Il Presidente Pincione, a settembre 2015, chiese una convenzione quinquennale per lo “Zecchini” e un campo per le squadre giovanili del Grosseto. Sono passati ben 7 mesi e l’Amministrazione Comunale non ha ancora concluso nulla. Vi sembra “normale” un comportamento del genere? Se l’attuale Amministrazione Comunale vuole che il calcio, a Grosseto, muoia definitivamente allora siamo davvero sulla buona strada. Ho lavorato per 25 anni presso il Comune di Castiglione della Pescaia e da quasi 6 lavoro presso il Comune di Santa Fiora. Conosco BENE i meandri della burocrazia locale e so BENE come ragionano i politici e quanto peso hanno le loro parole, le loro promesse. In 7 mesi, se c’è veramente la volontà di fare, “certe cose” si fanno. Punto e basta. Se, invece, “certe cose” non si vogliono fare ci si attacca a mille cavilli. E non si fanno. Se, dopo Camilli, anche Pincione & C. se ne andranno il calcio a Grosseto morirà. «Ogni popolo ha il governo che si merita», recita un antico proverbio…

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news