Connect with us

Grosseto Calcio

Us Grosseto, il punto dopo la 5ª giornata

La 5ª giornata si è chiusa con l’ennesimo pareggio stagionale del Grosseto, fermato sull’1 a 1 casalingo dal Gubbio, una delle formazioni più in forma del girone B.
COSA FUNZIONA
Il Grifone, con 5 reti subite, ha la settima miglior difesa del girone B (insieme all’Ancona Matelica). Questo grazie a una fase difensiva che fin qui ha funzionato quasi sempre bene o molto bene. Infatti, solo una distrazione (intesa come mancata pressione) su Mangni, ha consentito al giocatore eugubino di calciare trovando un gran gol da fuori area. Contro il Gubbio, poi, è arrivato finalmente il primo gol in biancorosso di Vrdoljak, festeggiato da tutti, in campo e sugli spalti, con grande entusiasmo. Il croato è di fatto un nuovo acquisto, dopo aver rischiato di partire fino all’ultimo giorno di mercato. Tra l’altro, sembra che Super Mario abbia acquisito o stia acquisendo maggiore consapevolezza nei suoi mezzi tecnici, tanto da tirare sempre più spesso. Impressionante, invece, il rendimento del giovane Siniega, uno chiamato a sostituire un mostro come Gorelli senza aver mai disputato una partita professionistica, tranne quelle nel campionato Primavera. Logicamente, essere guidati da Ciolli (il capitano, fin qui in grande spolvero) aiuta, ma vanno riconosciute le qualità indiscusse del forte centrale arrivato in prestito secco dall’Empoli e destinato, probabilmente, a categorie superiori. Bene anche Serena e Semeraro, in crescita Raimo, uno che, con la sua corsa, può aiutare molto il Grosseto sulla fascia destra. Un altro che sta salendo di condizione è sicuramente Dell’Agnello, ma sta diventando particolarmente importante De Silvestro, capace con la sua tecnica e la sua visione di gioco di trovare spesso giocate illuminanti. Al di là di tutto, la prestazione offerta contro il Gubbio è stata decisamente buona e ha certificato un impianto di gioco destinato a crescere.
COSA NON FUNZIONA
Manca ancora la vittoria e da questo punto di vista con il Grosseto ci sono solo la Fermana, la Viterbese e il Teramo. Il successo prima o poi arriverà, ma l’assenza dei 3 punti si sta riflettendo nella classifica unionista, dove i biancorossi sono quintultimi. Oltretutto, l’attacco continua ad avere le polveri bagnate. Infatti, i biancorossi hanno il diciottesimo peggior attacco del girone B (ad ex-aequo con la Fermana, avversaria di domani) con appena 3 reti realizzate in 5 partite, davvero poche. Tra l’altro, le realizzazioni maremmane portano la firma di un attaccante (Scaffidi) e di due centrocampisti (Cretella e Vrdoljak). Di sicuro, 1 gol fin qui dell’intero reparto offensivo è troppo poco ed è giusto attendersi qualcosa di più da tutti gli attaccanti. Comunque, non va dimenticato che contro la Pistoiese e la Carrarese al Grosseto sono state annullate due reti apparse regolari (realizzate rispettivamente da Arras e Moscati). Ci sono, poi, alcuni giovani che devono calarsi meglio in un campionato complicato come quello di Serie C, ma c’è tutto il tempo per farlo. Ovviamente, la classifica al momento non è molto soddisfacente, ma è giusto non guardarla troppo per non rimanerne condizionati.
COSA ASPETTARSI
Domani, martedì 28 settembre, ci sarà il turno infrasettimanale in corrispondenza della 6ª giornata di campionato. Il Grifone andrà a Fermo, nelle Marche, a far visita al fanalino di coda. Sulla carta i biancorossi sono favoriti, ma la Fermana (0 vittorie, 1 pareggio, 4 sconfitte, 3 reti fatte e 10 subite) non deve essere sottovaluta. A Carrara, ad esempio, i marchigiani hanno perso 1 a 0, ma hanno dato filo da torcere agli apuani. Inutile sottolineare quanto sarebbero preziosi 3 punti in ottica salvezza, ma la prima cosa da fare contro un’avversaria diretta per la permanenza in categoria sarà non perdere.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Ha condotto per tre anni le trasmissioni web Il lunedì del Grifone e D lunedì c'è il Grifone. È il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv e su Eleven Sports, nonché del Follonica Gavorrano e dell'Us Grosseto Primavera 3. Ha collaborato anche con Sportitalia.

Advertisement
2 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Dal mio punto di vista è difficile farlo, tuttavia, se proprio si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno, diciamo che il fatto di essere riusciti ad evitare la sconfitta e di aver mosso la classifica contro una squadra valida, è una buona cosa. Ciò detto, questa sorta di “allergia” alla vittoria quando stiamo arrivando al sesto turno, non può che destare vivo allarme: 0,8 punti a partita rappresentano un ruolino di marcia che, se non proprio disastroso, è senz’altro pessimo e perfetto per retrocedere. A questo punto dovremmo sperare in una rapida svolta nel rendimento e nei risultati, ma onestamente non riesco ad immaginare in virtù di cosa dovrebbe verificarsi; del resto il mercato di riparazione è lontanissimo e anche il ventilato ritorno di Boccardi non pare fattibile. Quindi? Vediamo cosa accade dopodomani contro una squadra sulla carta più debole, ma avverto brutte sensazioni ed una crescente preoccupazione.

COSA FUNZIONA : la Fase difensiva più o meno è in linea con il rendimento dell’anno passato, la cosa incoraggiante è che la differenza reti è -1 infatti ad oggi sul piano del gioco non ci ha messo sotto nessuno. Incoraggiante è anche il fatto che la squadra riesce comunque a produrre tre/quattro palle gol a partita.

COSA NON FUNZIONA: chiaramente si segna poco, nello specifico De Silvestro, Arras e Dell’Agnello (mi sto’ riferendo !ai nuovi) in serie “C” non hanno un curriculum da bomber, anche se sinceramente a me piacciono: De Silvestro tecnicamente è un calciatore importante, Dell’Agnello è abile nel gioco aereo ed è incoraggiante che tutti e due stanno crescendo di condizione, Arras ha fatto intravedere buone cose: il gol annullato a Pistoia, l’assist a Dell’ Agnello quando ha colpito il palo con l’Ancona, la punizione conquistata con il Gubbio da cui è scaturito il pari di Vrdoljiak ed infine l’assist per Marigosu sempre contro gli eugubini.

COSA C’È DA ASPETTARSI: in primis il recupero di Gorelli, poi il ritorno di Boccardi per dare una mano all’attacco ed infine (come già ribadito) mi auguro che la società riveda la sua decisione di giocare con cinque under, capisco la necessità del bilancio e del minutaggio, ma almeno in questa fase È PIÙ IMPORTANTE LA CLASSIFICA, purtroppo per la prima volta siamo in una posizione delicata, e troppi giovani tutti insieme possono accusare la pressione di dover fare risultato.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x