Connect with us

Grosseto Calcio

Us Grosseto, il punto dopo la 34ª giornata

Pareggio utile dei biancorossi, ancora in emergenza numerica, contro la Giana Erminio

Published

on

Grosseto-Giana Erminio

La 34ª giornata del girone A di Serie C ha preceduto le festività pasquali e si è chiusa col buon punto casalingo raccolto da un Grosseto incerottato contro la Giana Erminio, ovvero una delle squadre più in forma del momento.

COSA FUNZIONA
Sabato scorso, contro la Giana, mister Magrini ha dovuto far a meno di ben otto giocatori (ovvero gli squalificati Russo e Cretella, più gli indisponibili Gorelli, Boccardi, Stijepovic, Scaffidi e Kalaj ai quali si è aggiunto Barosi per un dolore muscolare). Un notevole miglioramento rispetto agli undici indisponibili a Novara, ma comunque una situazione davvero difficile che ha costretto il tecnico unionista a portare in panchina anche due elementi della Primavera 3, cioè Fregoli (classe 2002) e Bifini (2004, figlio di Alessio, ex-giocatore ed ex-tecnico biancorosso). Per di più, la squadra avversaria è giunta in Maremma dopo un mese di marzo da incorniciare dove ha raccolto 16 punti su 21 disponibili, frutto di 5 vittorie (le ultime quattro consecutive), 1 pareggio e 1 sconfitta. Nonostante ciò, i ragazzi di Magrini hanno disputato l’ennesima prova di spessore attraverso una condotta di gara attenta e volitiva. L’ennesimo errore su calcio piazzato, però, ha regalato il vantaggio agli ospiti, anche se il Grifone non si è scomposto e ha cercato con caparpietà il pari, trovandolo, poi, con “Flipper” Galligani al 76′. Certo, la Giana avrebbe potuto raddoppiare, ma i biancorossi hanno comunque sfiorato il pari in più circostanze e al termine hanno ottenuto un meritatissimo punto che ha portato il Grosseto a quota 44, ancora in zona play-off. Tra le tante note positive, l’esordio di Chiorra al posto di Barosi (rimasto in panchina per il riacutizzarsi di un dolore a un coscia). Il portiere proveniente dalla Fiorentina ha compiuto almeno due interventi che hanno salvato il risultato, anche se in occasione del gol ospite forse avrebbe potuto fare qualcosa di più (ma la responsabilità maggiore è stata di Piccoli, che ha lasciato liberissimo di saltare Montesano). Per Chiorra esordio assoluto in Serie C e col Grosseto in un sabato da ricordare. Molto importante, poi, il rientro di Ciolli dopo il lungo infortunio. Inutile sottolineare quanto equilibrio riesca a dare il capitano alla retroguardia unionista, condotta con grande capacità anche contro la Giana. Tra l’altro, quando è uscito Ciolli, il Grifone si è ritrovato a giocare con una difesa composta da portiere e difensori under, tranne Polidori, classe ’98. Un aspetto che esalta ancora di più la prestazione collettiva della squadra unionista. L’ultima buona notizia, poi, è che altri giocatori importanti come Boccardi, Gorelli e Moscati sono in procinto di rientrare.

COSA NON FUNZIONA
L’unico aspetto negativo da evidenziare nel match di sabato scorso è il gol subito. Una rete su calcio piazzato, per di più da una punizione abbastanza innocua battuta dalla trequarti sinistra, con l’intera squadra biancorossa regolarmente schierata. Un tallone d’Achille che fino ad oggi è costato punti pesanti al Grifone e che rimarrà tale visto che il campionato terminerà il 2 maggio.

COSA ASPETTARSI
Ormai mancano soltanto quattro giornate al termine del campionato. Il Grifone andrà domenica a Como, contro la capolista, dopodiché riceverà la Pro Sesto (apparsa in ripresa) per poi chiudere con la trasferta a Pistoia e il match interno contro l’Olbia. Al momento i biancorossi sarebbero ai play-off, ma da dietro stanno risalendo prepotentemente alcune formazioni. È chiaro che da qui alla fine i biancorossi cercheranno di fare più punti possibili con un duplice obiettivo: aritmetica salvezza diretta ed eventuale disputa dei play-off. Tra l’altro, vista la classifica attuale e i distacchi, c’è il rischio concreto che i play-out non vengano neppure disputati, un’ipotesi già da noi ventilata in tempi non sospetti. A rimetterci sarebbe il “Granducato” che potrebbe perdere tre club in una volta sola, ma questo è un altro discorso.

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Ha condotto per tre anni le trasmissioni web Il lunedì del Grifone e D lunedì c'è il Grifone. È il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv e su Eleven Sports, nonché del Follonica Gavorrano e dell'Us Grosseto Primavera 3. Ha collaborato anche con Sportitalia.

Advertisement
1 Comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

A rigor di logica la salvezza è “quasi” certa, ma il problema è appunto quel quasi, nel senso che l’imponderabile è sempre in agguato, specie quando hai davanti quattro turni maledettamente complicati e non si può tacere che, pur con tutte le attenuanti possibili e immaginabili, la squadra sta attraversando una lunga fase di rendimento piuttosto scarso, se è vero com’è vero che nelle ultime dieci gare si è marciato ad un ritmo di un punto (o poco più) a partita. Posto che a Como la sconfitta appare inevitabile (troppo grande il divario tecnico e di condizione), diventa fondamentale vincere contro la (o il?) Pro Sesto; potrebbe andar bene anche un pareggio, ma se vogliamo toglierci ogni pensiero e preoccupazione con un paio di turni di anticipo, si deve vincere, lottando se necessario come gladiatori per 90 minuti più recupero. Questo mi aspetto, come – ritengo – ogni tifoso biancorosso e in generale ogni grossetano che ha a cuore il nome e l’immagine della propria città.




 

 

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: