Connect with us

Calcio

Venturelli (Maglianese): “Confermati staff tecnico e giocatori. Evidenti le difficoltà per le società, un altro stop dopo essere ripartiti sarebbe tremendo”

Published

on

Stefano Venturelli

GROSSETO Intervenuto come ospite lunedì alla trasmissione “Il Processo di Gs”, Stefano Venturelli, dirigente storico della Maglianese, nonché delegato regionale della Figc, ci ha dato il suo punto di vista sulla situazione che il calcio dilettanti sta vivendo: “Per quanto ci è possibile in questo la nostra società sta cercando di programmare il futuro – esordisce Venturelli, partendo dalla conferma dell’ormai collaudato duo Boni-Darini in panchina e della totalità della rosa dell’annata appena iniziata: vorremmo allestire una squadra che possa ben figurare nel campionato di Seconda Categoria disputando un campionato tranquillo”.

“Certo è – prosegue Venturelli – che le problematiche sia economiche che organizzative saranno ancor più grandi del primo lockdown. Senza poter fare le sagre  sarà veramente difficile trovare le risorse necessarie, in più credo che l’emergenza sanitaria, almeno per come l’abbiamo percepita noi, è stata peggiore in questa seconda fase che nella prima. Nel comune di Magliano in Toscana, nella prima parte di pandemia, non si era verificato nessun caso, mentre nella seconda ondata ci sono stati complessivamente 110 casi di positività, un dato elevatissimo vista la grandezza del comune. Questo mi spinge a dire, al momento, che mi appare molto complicato ripartire a settembre come tutti ci auspicavamo e ancora speriamo. Di sicuro c’è una cosa: dovremo ripartire solo nel momento in cui saremo sicuri che potremo ripartire e andare avanti senza interruzioni, anche a costo di attendere qualche mese in più”.

Stefano Venturelli, come abbiamo detto, ha anche un ruolo molto importante nella Figc Toscana, avendo partecipato anche come elettore nelle votazioni per eleggere il presidente Figc nazionale (con la conferma di Gabriele Gravina) e ha fatto anche chiarezza sui motivi che hanno portato alla ripartenza dell’Eccellenza: “In questo senso c’è stata pressione da una grossa fetta di giocatori e società dell’Italia meridionale che poi ha trovato accettazione e consenso dalla Federazione a livello nazionale e quindi poi estesa a tutti i Comitati. Noi, come Comitato Toscano eravamo abbastanza scettici a riguardo, poi però siamo rimasti anche sorpresi nel constatare che più della metà delle nostre squadre, 19 per l’esattezza, hanno aderito alla prosecuzione della stagione corrente”.




 

 

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x