Connect with us

Calcio

Incontro Società – Comitato Regionale Toscana, ecco cosa è venuto fuori…

Published

on

mangini

GROSSETO – Sono state più di una quarantina le società del calcio dilettantistico maremmano rappresentate dai propri presidenti e dirigenti ,che hanno partecipato nel tardo pomeriggio di mercoledì scorso all’incontro in video conferenza con gli massimi organi del Comitato regionale toscano nella persona del presidente Paolo Mangini e del delegato regionale presso la FIGC Toscana, Gianni Canuti.
Dopo gli incontri tenuti a Pisa il 30 Novembre scorso a Lucca il 1 Dicembre e stata la volta della maremma. Una occasione di colloquio che in molti tra i presenti hanno ritenuto proficua in quanto hanno potuto porre domande, confrontarsi, dialogare con i massimi vertici regionali del calcio dilettantistico e capire, comprendere , quale fosse, in un momento così pieno di incertezze, le indicazioni, quali le strade percorribili che la FIGC Toscana intenda intraprendere in previsione di un eventuale ritorno al calcio giocato e in quali tempi. Impossibile e comprensibile per la federazione non poter dare risposte certe circa la ripartenza dei campionati , di come e in che modo questi potrebbero svolgersi, ripartire.

Tante sono le ipotesi in essere in questo momento, ma appunto si tratta di ipotesi .Tutto naturalmente dipende da fattori contingenti al periodo pandemico , al ‘attuale situazione a come si evolverà , alle scelte della politica, al governo, alla FIGC nazionale e poi , solo dopo, alle decisioni della FIGC Toscana. Tutti hanno auspicato che il pallone dei dilettanti si metta a rotolare nuovamente, anche se l’unica cosa certa ad oggi, l’unica decisione presa è che se si potrà tornare a giocare ci saranno 25 giorni di tempo per le squadre per la preparazione prima di riprendere i campionati . Poi, tutto il resto resto è un grosso punto interrogativo e non potrebbe essere altrimenti.

Quindi, la discussione è andata su fattori prettamente economici , fiscali, su ciò che sono stati gli “ aiuti” o presunti tali che le società dilettantistiche , nello specifico quelle maremmane , hanno ricevuto in questo frangente, su quali “ ristori” hanno potuto contare. Sono emerse alcune disfunzioni, problemi che nascono da ciò che affligge tutto il sistema economico- sociale italiano, ovvero quello di una burocrazia che anche in questo caso ha pesato e che occorre snellire .

Cosi come è emerso , grazie ad una sorta di consuntivo degli ultimi quattro anni, il lavoro svolto dal comitato regionale toscano. Alla fine il messaggio che ha voluto far passare la federazione e il presidente Mangini, è quello di un comitato toscano che sarà sempre più presente, che vuole essere affianco delle società, guidarle, indirizzarle attraverso un fare sinergico per trovare le migliori soluzioni e le risposte alle tante problematiche del momento . Un comitato regionale che guarda al futuro con la consapevolezza che oggi più che mai questo significa rispondere a quelle che sono le esigenze del movimento dilettantistico toscano e in particolare alle loro tipicità territoriali. Ed in questo la maremma per logistica , per conformazione è unica per davvero.

Advertisement
1 Comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

[…] il presidente del Belvedere Grosseto, Federico Clementini, per capire le sensazioni avute dopo l’incontro tra le società ed il Comitato Regionale Toscano FIGC e quali sono le aspettative per il futuro. Presidente oramai la tua idea è chiara da mesi, ci […]

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: