Connect with us

Foto e Video

Gs TV – Piero Camilli: “Pronto a dare una mano al Grosseto, in Eccellenza serve coltello in bocca”

GROSSETO – Intervista esclusiva intervista a Piero Camilli sul momento che attraversa l’Us Grosseto 1912.

Giornalista Pubblicista dal 2010. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Advertisement
15 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

15 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Camilli si… Camilli no… ma ancora non avete capito che di questa squadretta non gli importa nulla?? A lui ora interessano altre cose di natura politico-edilizia-imprenditoriale e questo non è niente altro che una sorta di cavallo di Troia per rientrare negli affari di questa città, affari da cui la precedente giunta lo aveva estromesso e lui, per ripicca, non aveva effettuato l’iscrizione in Lega Pro tanto agognata…. svegliaaaaa…

Ma questo sig camilli che ci vuole aiutare non sarà mica parente di quello che non ci iscrisse in lega pro? No forse è un omonimo

Camilli ma chi è questo Camilli quello che nn ci ha iscritto alla lega pro?no forse è babbo natale

Nel calcio contano i fatti. E Camilli, al di là delle simpatie o delle antipatie che continua a suscitare, ha dimostrato di saperci fare: sei anni di serie B non sono cosa da poco (non dimentichiamoci che abbiamo sfiorato, addirittura, la serie A!). Durante l’era Camilli sono transitati da Grosseto i migliori allenatori di oggi: Allegri, Sarri, Pioli, per non parlare dei tantissimi calciatori che, poi, sono approdati nella massima serie. Anche con la Viterbese sta facendo benissimo e ritengo che riuscirà a portarla ancora più in alto. Camilli, nel calcio, ci sa fare. Inutile negarlo. E chi lo nega è un falso e un bugiardo.

Magari a qualcuno piacerebbe risentire Pincione e rivedere l’Fc Grosseto, però, poi, non meravigliamoci di essere in Eccellenza…

Camilli è il presidente che ci ha fatto vivere il calcio di altissimo livello a Grosseto, può piacere o non piacere, ma questa è la realtà dei fatti. Questo fermo restando che io ho seguito il Grosseto da sempre in qualunque categoria e che continuerò a seguirlo per sempre. Ma proprio perché le ho viste di tutti i colori e nonostante non mi “faccia paura” seguire la squadra in eccellenza non posso far altro che apprezzare gli anni d’oro dell’era Camilli

Sempre e solo Piero Camilli.

“…ho vinto tanto, abbiamo perso…” ahahahahahahahah è un fenomeno!

Ha ragione SEMPRE il comandante!!!la squadra non ha un gioco…la famiglia Ceri dovrà seriamente pensare di cambiare qualcosa…a questo punto l’allenatore è un obbligo!!!magari uno che conosce la categoria!

Ma almeno la dignità questo uomo ce l’ha? Dopo averci fatto sparire dal calcio ancora blatera? Vergogna

Non vi ha fatto sparire dal calcio! Vi ha lasciato dove vi aveva preso!!!!

No, purtroppo non è così.
A luglio 2000 l’Us Grosseto era in D.
A giugno 2015 l’Us Grosseto era (virtualmente) in Lega Pro unica, con un bilancio sano certificato dalla Covisoc.
A luglio 2015, invece, l’Us Grosseto non fu iscritto in Lp e, per questo, venne estromesso da qualsiasi campionato federale.

Parla ancora questo?

Lui se lo può anche permettere.!te forse potresti parlare di alberese Arcile Campagnatico e forse anche troppo

Io credo che una persona che ha portato alle soglie della serie A una squadra, quindi una città, abbia tutto il diritto di parlare, magari con toni diversi, ma ha tutto il diritto di dire la sua.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

15
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: