Connect with us

Calcio

Gubbio-Grosseto 1 a 1. Pareggio beffardo: Verna all’88’, ma pari del portiere Iannarilli, di testa, al 92′!

di Angelo Lombardi

GUBBIO (4-3-3): Iannarilli; Luciani, Manganelli, Galuppo, D’Anna; Castelletto (46′, Domini), Loviso, Guerri; Casiraghi, Regolanti (68′, Cais), Vetrraino (81′, Esposito) A disposizione Citti, Lasicki, Rosato, Luparini Allenatore Leonardo Acori

GROSSETO (3-5-2): Mangiapelo; Elez, Morero, Legittimo; Formiconi, Volpe, Okosun, Lugo (87′, Boccardi), Paparusso (78′, Verna); Pichlmann (cap.), Gambino A disposizione Berardi, Monaco, Burzigotti, Mariotti, Albertini Allenatore Pasquale Padalino

Direttore di gara: Davide Andreini di Forlì

Assistenti: Marco Dal Borgo e Alessio Bertasi, entrambi di Verona

Reti: 88′ Verna, 90’+2′ Iannarilli (Gu)

Ammoniti: 15’ Guerri (Gu), 16’ Okosun, 75′ Paparusso, 79′ Morero

Espulsi:

Corner: 8 a 3 (p.t. 2 a 3).

Recupero: 1’ nel primo tempo

Recupero: 1’ nel primo tempo e 3’ nel secondo.

Note: Grosseto in maglia color oro con banda trasversale biancorossa. Padroni di casa in maglia a quarti rossoblù. Spettatori 1.200 circa (721 gli abbonati). Presenti circa 40 tifosi biancorossi nel settore ospiti. Serata invernale, ma temperatura non particolarmente rigida. Campo pesante.

Gubbio. Il Grifone torna mestamente in Maremma con il sentimento tipico di chi è si è fatto fregare. Sì, perché dopo le colossali azioni da gol divorate da Lugo (anche per merito di Iannarilli), i biancorossi sono riusciti a passare in vantaggio con Verna all’88’ e la partita a quel punto avrebbe dovuto essere messa in cassaforte. Al contrario, al 92’, in un disperato assalto finale su calcio d’angolo, proprio il portiere eugubino è andato a saltare indisturbato tra la difesa unionista e ha trovato la deviazione vincente con un colpo di testa persino un po’ goffo. Fatto sta che la palla è andata a finire nell’angolo giusto regalando l’insperato pari al Gubbio. I biancorossi, come sempre, hanno gettato al vento un’occasione colossale per accorciare la classifica, soprattutto visti i risultati complessivi della giornata. Tuttavia, alla vigilia, un punto a Gubbio sarebbe stato salutato con favore, per cui a Padalino e ai suoi ragazzi toccherà fare buon viso a cattiva sorte. Comunque, è chiaro che con un po’ più di attenzione i padroni di casa non avrebbero segnato, per di più con il proprio portiere, quasi uno schiaffo in faccia alla solita debolezza mentale degli unionisti sui calci piazzati, vero tallone d’Achille della squadra biancorossa. Oggi, però, maluccio anche l’attacco, con Pichlmann e Gambino utili e mobili, ma mai pericolosi. Oltretutto, l’austriaco nel primo tempo ha sprecato una grossa occasione. Infine, due note. La prima è un elogio ai nuovi arrivati, che hanno dato il massimo, contribuendo, ognuno secondo il proprio ruolo, alla buona prova della squadra. La seconda, al contrario, è negativa e riguarda Lugo, che ha sulla coscienza, come molte altre volte in questa stagione, due errori clamorosi davanti al portiere. Ecco, certe occasioni sono troppo grandi per essere sprecate con giocate davvero irritanti, sopratutto perché danneggiano la squadra, che, al contrario, ha bisogno della classe e dei gol del suo estroso sudamericano.

Pichi spreca Il mercato invernale è appena iniziato, ma il Grosseto si è già regalato tre volti nuovi: Legittimo, Volpe e Paparusso. Mister Padalino, che ha lasciato precauzionalmente a riposo il convalescente Torromino, decide così di schierare fin dall’inizio tutti e tre i nuovi acquisti. Modulo prescelto il 3-5-2 con Pichlmann e Gambino quali terminali offensivi. I padroni di casa, invece, allenati dall’ex-mister unionista Leo Acori, devono sì rinunciare a un paio di pedine importanti, ma partono ugualmente con il 4-3-3. L’incontro tarda ad accendersi, perché le squadre, ben disposte in campo, riescono ad annullarsi vicendevolmente. Ci sono solo alcuni timidi tentativi degli eugubini, ma si tratta di conclusione che non impensieriscono mai Mangiapelo. Al 19’, però, il primo vero brivido: Pichlmann non riesce a impattare adeguatamente il pallone a pochi passi da Iannarilli dopo la colossale dormita della difesa rossoblù. Al 22’, poi, un insidioso colpo di testa di Elez viene deviato provvidenzialmente in corner, ma l’arbitro non se ne avvede e concede la rimessa dal fondo tra le proteste unioniste. Da parte sua, il Gubbio si rende pericoloso al 35’ e al 36’, prima col tiro a rientrare di Vettraino, deviato in calcio d’angolo da Mangiapelo e poi col colpo di testa di Regolanti che mette i brividi ai maremmani. Dunque, quando termina il primo tempo, dopo 1’ di recupero, le due squadre sono sempre sullo 0 a 0, un risultato sostanzialmente giusto.

Iannarilli, pari di testa al 92’! Al rientro in campo, Acori sostituisce immediatamente Castelletto con Domini con l’idea di allargare il gioco e di liberare Loviso, uomo-faro degli eugubini. Al 46’, però, è il Grosseto a sfiorare due volte il vantaggio nella solita azione, dove si ergono a muri invalicabili prima Iannarilli e subito dopo capitan D’Anna, che respinge la sfera proprio davanti la linea di porta. Tuttavia, la replica dei padroni casa è immediata col tiro di Casiraghi neutralizzato in tuffo da Mangiapelo, che, al 50’, salva il risultato deviando sulla traversa la prodezza balistica di Loviso. E’ la scintilla che accende ancora di più gli umbri, che tentano di far abbassare il baricentro del Grifone, leggermente in difficoltà dinanzi alla pressione rossoblù. In ogni caso, al 64’ Lugo (come sua consuetudine, ndr), solo davanti al portiere, si fa ipnotizzare da Iannarilli, vanificando la clamorosa opportunità avuta. Il Grosseto ha bisogno di crederci e Verna sembra l’uomo giusto, perché col suo ingresso al 78’ al posto di Paparusso (positivo il suo esordio) la squadra acquista profondità e mette pressione al Gubbio, ormai stanco. Proprio Verna, all’88’, partendo dalla propria metà campo, fugge palla al piede vanamente rincorso da D’Anna e, giunto davanti a Iannarilli, lo batte con un bel diagonale. Vittoria in cassaforte? Neanche per sogno, perché in pieno recupero, come al solito, il Grifone incassa il pari, di testa, dal portiere Iannarilli. Una vera e propria beffa.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

11’ Volpe calcia da fuori area costringendo Iannarilli a mandare il pallone in corner.
12’ Il tiro-cross di Luciani viene intercettato da Mangiapelo, ben posizionato.
14’ Loviso calcia direttamente in porta una punizione da circa 40 metri. Traiettoria interessante, ma Mangiapelo non si fa sorprendere.
15’ Ammonito Guerri (Gubbio) per proteste.
16’ Ammonito Okosun.
19’ Amnesia difensiva eugubina, ma né Pichlmann né Gambino riescono a imprimere forza al pallone capitato sui loro piedi.
22’ Colpo di testa di Elez deviato palesemente in corner. L’arbitro, però, non concede il calcio d’angolo tra le proteste dei biancorossi.
26’ Casiraghi si allunga la palla e tira di potenza. Il pallone vola alto sulla traversa tra i fischi del pubblico presente.
35’ Tiro a rientrare di Vettraino. Mangiapelo manda il pallone in corner.
36’ Colpo di testa di Regolanti fuori di poco.
45’ Concesso 1’ di recupero.

SECONDO TEMPO

46’ Prima sostituzione della partita. Per il Gubbio esce Castelletto ed entra Domini.
46’ Grosseto vicinissimo la vantaggio. Prima Iannarilli e poi D’Anna (quasi sulla linea di porta), però, impediscono ai biancorossi di segnare.
47’ Replica immediata dei padroni di casa col tiro di Casiraghi, neutralizzato da Mangiapelo in tuffo verso il secondo palo.
50’ Prodezza balistica di Loviso, ma Mangiapelo si supera e devia la sfera destinata al sette sinistro sulla traversa, dopodiché la fa sua.
57’ Conclusione di Casiraghi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Pallone alto sulla traversa.
64’ Miracolo di Iannarilli, che neutralizza la conclusione di Lugo, giunto a tu per tu con lui.
68’ Cais sostituisce Regolanti, infortunatosi.
72’ Altro errore di Lugo, anche se meno clamoroso del precedente. In questo caso, il tocco al pallone servitogli da Formiconi è stato dato con fin troppa sufficienza.
75’ Ammonito Paparusso.
76’ La punizione calciata da Loviso termina sull’esterno della rete.
78’ Padalino avvicenda Paparusso (positivo all’esordio) con Verna.
79’ Ammonito Morero.
81’ Terza e ultima sostituzione nel Gubbio. Esce Vettraino ed entra Esposito.
82’ Lugo calcia una punizione dalla lunga distanza. Il pallone sorvola la traversa.
85’ Tiro al volo di Domini sugli sviluppi del quinto corner umbro. Bel gesto tecnico, ma la sfera finisce sul fondo.
87’ Esce Lugo. Al suo posto Boccardi.
88’ GOL! Verna parte dalla propria metà campo, rincorso da D’Anna. Arrivato davanti a Iannarilli, lo supera e lo batte con un perfetto diagonale.
90’ Concessi 3’ di recupero.
90’+2’ GOL! Clamoroso! Il Gubbio pareggia sugli sviluppi di un corner col portiere Iannarilli.

Advertisement
33 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

33 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Si si, Paparusso era un scelta quasi obbligata, alla luce della assenza di Boron che, comunque, per me, è un altro dei ragazzi che dovrebbero avere un Po di pausa. Ma gli altri due, soprattutto Volpe, non erano per me indispensabili.

Una considerazione che mi viene spontanea è che nessuno dovrebbe avere il posto assicurato a prescindere,solo per via delle categorie in cui ha giocato. Sottoscrivo chi consiglia un Po di panchina per Morero, ultimamente il suo rendimento è diminuito e non fornisce le sicurezze necessarie. Monaco in effetti è parso leggermente al di sopra degli altri difensori, Elez x me rimane non adatto alla categoria né al blasone della squadra, non è detto che tutti quelli che arrivano dalle primavere della serie A diventino fenomeni! E poi un ‘altra cosa: capisco che sia una sorta di prassi consolidata quella di buttare nella mischia i nuovi arrivati, ma premiare uno che è arrivato da due giorni non vi sembra che “mortifichi” un poco i vecchi??? Non è sempre giusto farli giocare titolari! Ieri, ad esempio,esclusione di Monaco e Verna non era giustificabile!

D’accordo con te quasi su tutto. Effettivamente, Morero necessita di riposo e non appare più il giocatore sicuro di inizio campionato, così come Elez, che, forse, è un po’ sopravvalutato. Sull’impiego dei nuovi, invece, penso che l’esordio di Paparusso fosse necessario, ancora più di quello di Legittimo. Volpe, al contrario, l’avrei impiegato nel corso del match.

Rabbia, tanta rabbia per l’ennesima occasione gettata al vento! Stiamo scivolando nei bassifondi della classifica. «Sic rebus stantibus» non credo che ce la faremo a raggiungere i play off. Bene, comunque, i nuovi arrivati, che si sono impegnati a fondo.

A volte in trasferta diamo l’impressione di essere una squadra più forte.Forse è così.Certo se poi sbagliamo gol a grappoli e se la difesa si fa impallinare sempre su gli angoli è dura.Magari all’inizio quando eravamo più”operai” riuscivamo a portare a casa la vittoria perchè c’era più coltello fra i denti,e meno leziosità.Ma a Morero un po di panca no?

Squadra e allenatore ridicoli.da barzelletta

Ovviamente volevo dire :”i gol che subiamo” e non i :”i vol che sibiamo”

Ragazzi, condivido la tesi del ritocco in attacco ma ricordiamoci che i campionati si vincono (oppure si raggiungono i play-off) anche subendo poche reti, io sono convinto che CAMILLI È IMBESTIALITO per tutti i punti gettati al vento. Morale della favola bene o male i gol li facciamo ma il problema più impellente sono i vol che sibiamo, pensate a tutti i punti gettati al vento quando eravamo in vantaggio: 2 Forlì, 3 Spal, 3 Pontedera, 2 Ascoli, 3 aquila, 2 Gubbio, sono un’enormità, quindi ben venga un nuovo attaccante, ma se non assestiamo la difesa saremo come le squadre di Zeman.

Infatti poteva mettere Monaco a destra invece di Elez….ultimamente è stato il difensore più sicuro….

Il pareggio non è da considerare uno scandalo,visto l’andamento della partita.I nuovi mi sono tutti piaciuti ed hanno dato sicurezza al reparto difensivo.Molto interessante Paparusso.Forse Verna avrebbe dovuto entrare anche prima.Deludente,come sempre la prestazione di lugo.Forse non abbiamo ancora la misura delle nostre capacità tecniche e quindi non esprimiamo appieno il ns. potenzialeha Ritengo comunque che l’attacco abbia necessita di un ritocco.Forza Grifone!!!!

Ti accontenteranno! 😉

Elez ha un gran fisico, è giovane e potrà migliorare, ma attualmente non è ne mediano ne difensore…..ma perché non ha giocato Monaco ?

Perché al posto di Monaco ha giocato Legittimo, non Elez.

Ragazzi ho sognato che il GR vinceva 1-0 al 92′ e poi hanno pareggiato col portiere….o ero sveglio ????????????????????

Un incubo terribile! Con i 3 punti odierni il Grosseto avrebbe fatto un gran balzo in classifica.

purtroppo di incubi ne abbiamo avuti tanti

Lugo credo abbia sbagliato in quasi tutte le partite giocate almeno un gol a partita, piu o meno. Solo davanti al portiere quasi sempre. Tutti no, ma diversi li facevo anche io. O è duro duro o qualcosa non torna.
Quanti gol abbiamo preso quest’anno su calcio d’angolo? Una quindicina o sbaglio?
Quanti punti ci siamo fatti recuperare quest’anno a fine partita? Tanti!!
Abbiamo sperperato un capitale immenso in questi mesi.
Non c’è rimedio alla stoltezza e all’incapacita. Con queste compagne si soccombe sempre, in qualche maniera

Grifo,
il Grosseto, con quelli odierni, ha perso qualcosa come 12 punti per colpa dei calci piazzati.
Lugo, invece, quando arriva davanti al portiere non è freddo, mi pare chiaro, però quello che dà fastidio è il modo in cui conclude, come nella seconda occasione sprecata, quando ha toccato in maniera inconcepile l’assist perfetto di Formiconi.

Concordo sulla marcatura ad uomo, é inverosimile che si lasci segnare un portiere, poiché non ha la mentalitá per essere offensivo a fronte di un difensore di ruolo, salvo la disperazione e/o la fortuna, ma oggi é piena incapacitá del difensore. Peccato!

Rettifico…7 punti! Durooo!! Vai via da solo! Rescindi il contratto Lugo! Scarso e basta! Torna da dove vieni!

Al circo si ride di meno!!!

Tutti espertoni a gr! Siamo questi! Da metà classifica, ma oggi veramente ho visto l’ennesima purga! Peccato davvero! Ora Camilli, inizia a mettere sul mercato quel somaro di Lugo, c’ha fatto perdere si e no 5 punti! Duriii! Fino alla fine forza Grosseto

Buona sera a tutti…è la prima volta che scrivo in questo sito e mi voglio complimentare con i giornalisti che lo curano per l’ottimo lavoro svolto….sulla partita di stasera il pareggio credo sia giusto…Lugo,purtroppo,sarà anche ambito in serie B ma in quanto a freddezza sotto porta è un disastro….e pur essendo estimatore di mister Padalino credo che il non riuscire a porre rimedio a tutti questi gol incassati nel finale come oggi,ad Ascoli e,soprattutto,Pontedera possa a lungo andare costare moltissimo tanto in sicurezza quanto in punti persi…

Dai ragazzi non ce la prendiamo………….in fin dei conti oggi è la……..BEFANA……

Ennesima conferma che non siamo una squadra da alta classifica……non facciamoci illusioni……….siamo e resteremo a metà classifica…………

Credo che l’errore del Grosseto sia quello di continuare a marcare a zona nelle palle da fermo. Quando ci sono delle incertezze si dovrebbe andare sul sicuro con la marcatura a uomo, tutto qua.
Pari che lascia del rammarico visto le occasioni sbagliate, anche se il Gubbio nel gol del vantaggio biancorosso ha commesso un suicidio prendendo contropiede da azione da angolo.

Una sola parola: ” R I D I C O L I “!

Per favore non facciamo più giocare Elez….agghiacciante come marca nel gol del pari degli ospiti…si fa anticipare secco dal portiere che forse a malapena salta…Pichi da ospizio…Lugo si sente un fenomeno…squadra da metà classifica e niente più..

No, dai, siamo una barzelletta…

ci si fa fare gol anche dai portieri…….che bella difesa abbiamo…..hahahahha

Grande freddezza sotto porta che hai Lugo..io manco in terza ti farei giocare

Lugo deve andare a fare on c.u.l.o

A.A.A attaccante cercasi….

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
33
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x