Connect with us

Calcio

Luciano Camilli: “Il prossimo anno lasceremo le chiavi al sindaco” (video-intervista)

Published

on

GROSSETO. Si apre sempre di più la crepa tra Grosseto città e la famiglia Camilli. Le ultime dichiarazioni rilasciate da Luciano Camilli, al portale TusciaSportLIfe con cu iabbiamo una stretta collaborazione non lasciano dubbi.

Dopo le prime domande sul futuro della nuova società Castrense-Viterbese Luciano Camilli è chiaro quando parla del Grosseto: “Siamo persone oneste e abbiamo iscritto la squadra al campionato di Lega Pro. Mio padre si è stancato del clacio e quest’anno seguirà la Rima, poi qualche volta verrà a vedere la Castrense, ma anche il Grosseto. Per quest’anno è così poi lasceremo le chiavi al sindaco della città”.

Guarda il video

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
10 Comments
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

10 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

caro sirio lui non venderà mai a nessuno,ne darà le chiavi al sindaco perchè ci farà rivedere un film che purtroppo noi abbiamo già visto qualche anno fà non iscrivendo la squadra il prossimo anno considerandoche lui è tanto che và dicendo che noi dobbiamo tornare a vedere le partite attaccati alla rete.

Danno le chiavi al sindaco di cosa?
Qui’ e’ tutto nostro.
Il titolo sportivo daranno al sindaco. I della Valle quanto pagarono il titolo della FIORENTINA? Un milione di euro, forse Due milioni, il titolo del Grosseto quanto varra’? 100 mila euro? Ecco. Il titolo sportivo si potrebbe comprare noi Grossetani!
Cosi’ i Camilli finiranno di annoiarsi con noi Grossetani e noi tireremo un sospiro di sollievo.
Ma cosa vuol dire “Lascio il Grosseto a gente seria?”.
Ma se arriva uno coi soldi, Camilli gli da il Grosseto! allora bisogna dire.
LASCIO IL GROSSETO A UNO CHE MI DA I SOLDI CHE CHIEDO!.
Il problema e’, va a sape’, quanto vuole per una squadra in lega pro’!.
Comunque grazie di tutto alla Fam. Camilli, per gli anni passati insieme, pero’ me ne faro’ una ragione.

Io non capisco di cosa vi stupite. Ha iscritto la squadra, come consigliato da tutti per riscuotere i crediti.
Per il resto cerchiamo di considerare questi discorsi il meno possibile

ce ne fareno una ragione grazie per tutto quello che avete dato per grosseto

1) Hanno iscritto la squadra per riscuotere i crediti. Questo il motivo per cui non l’hanno ceduta ad altri acquirenti
2) Si lamenta degli sportivi e si fa un abbonamento per la Roma
3) Ha rotto con lo staff medico e con la banca che finora ha sorretto la società anche economicamente
4) che stimoli possono venire ad allenatore e giocatori quando sanno che la dirigenza non ha alcun interesse
5)che chiavi lascia? Di cosa? Lo stadio non è loro né lo è la città

Ormai siamo al ridicolo . Non capisco nemmeno a cosa serva . Altre volte aveva un fine ma ora è solo ridicolaggine . Francamente è una delusione verso l’uomo non tanto il presidente .

I compratori ci sono e anche di recente …..
Il problema non e’ Camilli se vende o no. Il problema e’ domandarsi se un imprenditore “LOCALE ” poteva ottenere tutto quello che Camilli ha ricevuto in tutti questi anni dalla Citta’ di Grosseto , compreso le Istiutzioni , la “TIFOSERIA ” e la Banca della Maremma che ha strizzato piu’ voletieri l’occhio a lui che’ era di fuori che ad un altro sul ns territorio .
Cmq ben venga un nuovo compratore

Anche io credo che non ci sia nulla di nuovo in questa intervista, anzi si dice che comunque, per il Grosseto, la squadra allestita sia una buona squadra.
E’ vero, l’atteggiamento dei Camilli non si regge più, ma al solito a Grosseto NON CI SONO ALTERNATIVE e non concordo sul fatto di ripartire dal basso. In fondo siamo in C1 (x me sempre questa è !) e non mi piacerebbe in nessun modo ripartire da altra serie più bassa.
Quindi mi chiedo perchè pubblicare questa intervista con il solito titolo allarmante ? Tanto la situazione è questa e basta.
Guardiamo quello che succede in campo e per quello abbiamo : allenatore ( meglio di tutti quelli avuti lo scorso anno), rosa di giocatori buona per la categoria, settore giovanile rinnovato.
Magari si fosse stati così 20 anno fa !
Io me li ricordo quei tempi, quante sofferenze !
Poi se avete conoscenze per portare sceicchi, petrolieri, industriali, o lo siete Voi stessi: fatevi avanti !
Altrimenti tifate grifone e basta.
Saluti

ma le chiavi le potete lasciare anche subito….fatela finita con questa pantomimia…..grazie di tutto per questi 13 anni ma ora basta voi vi siete stancati di Grosseto e Grosseto si è stancato di voi

Beh! Dov’è la novità.Eppure c’è!Che stavolta invece di Piero lo dice Luciano! Stesse parole ormai che sono pronunciate da anni.Ricordo che lo disse anche quando prese il Pisa.Poi sappiamo come è andata.Se si crede che regali una società,allora non lo conosciamo.Pare che compratori ci siano stati veramente.E anche affidabili.E ora lo regala?Ma per favore.Sinceramente mi sono stufato da tifoso leggere sempre queste interviste. Probabulmente sarebbe da passarci sopra senza neanche leggerle.Magari una volta farà ciò che promette.Ormai non ha importanza.Faccia ciò che vuole.Prenda i soldi e vada.Ci venda,oppure non ci iscrivi,o veramente dia le chiavi al sindaco.Basta non ci prenda più per i fondelli.Cerchi di avere rispetto.come noi lo abbiamo avuto verso di lui,per riconoscenza infinita.Meglio ripartire dal basso con tanto entusiasmo che questi balletti da teatrino da quattro soldi.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

10
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: