Connect with us

Terza Categoria

Squalifiche: pioggia di sanzioni. Cotogni (Campagnatico) fuori fino al 2016!!

Published

on

Advertisement
18 Comments

18 Comments

  1. Spero si stia scherzando !!!

    15 Ott 2014 at 18:53

    Campagnatico 2 ragazzi espulsi sul terreno di gioco 2 giornate

    Cazzotto con accertamenti in ospedale 1 giornata … Questa è mafia ….

  2. 1975

    16 Ott 2014 at 00:53

    questo è schifo no mafia!!!! ormai giocare in terza categoria sembra una sfida a chi arriva vivo a fine partita.. dovrebbe essere un momento di svago essendo quasi tutta gente che lavora e che magari proprio per questo gioca in queste categorie meno impegnative e invece sembrano incontri di pugilato dove si salutano le mogli la domenica mattina come se si partisse per una guerra dove non sai mai se torni o no.. fatevi un esame di coscienza perche fate schifo!!!!! al posto di radia sta gente noi ci si scherza su.. ci si ride.. li facciamo senti importanti… mah!!!!

  3. mah

    16 Ott 2014 at 08:21

    roba da malati di mente!

  4. xXx

    16 Ott 2014 at 08:54

    Tranquilli è tutto normale….ma in federazione che fumate!!!!RIDICOLI

  5. La bocca della verità

    16 Ott 2014 at 10:18

    Questo far West della nuova contro il valpiana si vede che ha avuto riscontro anche in federazione … Invece di chiaccherare a vuoto, fatevi una vita e pensate alla topina invece di fare i frustrati su grosseto sport..

    • ahahah

      16 Ott 2014 at 12:40

      noi si pensa alla topina ma mi sa che anche questa gente e te ci dovete pensa più di noi alla topina invece di anda a fa casino la domenica e i frustati da dietro la rete…

  6. imparate le regole prima di parlare

    16 Ott 2014 at 12:41

    le squalifiche vengono date in base a un referto ke e’ qll arbitrale se nn conoscete le regole di cosa volete parlare,usate il cerrvello se lo avete,semba ke pero’ ne’ siate sprovvisti in tanti ,ps. non si compra al supermercato,chi e’ indenne da colpe usi il nome firmi i commenti,troppo facile additare giudicare cosi.

  7. neutrale

    16 Ott 2014 at 13:44

    Ma perché tutto questo accanimento verso la Nuova? Sembra che tutti le siano contro. Boh, mi sembrate scemi…

  8. Giudice di pace

    16 Ott 2014 at 14:30

    Possiamo stare a raccontarci le migliori storie di incontri di far west e scene del crimine, ma di cosa stiamo parlando? La decisione del giudice sportivo non valuta nessuno di questi fatti e pertanto possiamo smettere di scrivere di fatti mai accaduti.
    Hudorovic, capitano dei rossoblu, è stato squalificato perché il fatto non sussiste e in quanto capitano non è obbligatoria la squalifica per almeno due gare. Squalifica che negli anni é sempre stata attribuita ad ogni capitano espulso dal campo.
    Il tanto osannato Ceri non viene neanche menzionato nel referto che l’arbitro ha inviato al giudice sportivo, altrimenti sarebbe stato squalificato. Quindi questo non ha preso parte alla presunta rissa avvenuta domenica a Grosseto. Nemmeno di rissa si può parlare altrimenti avremo visto ben altre decisioni del giudice sportivo. Non arrabbiamoci con il sistema in quanto se l’arbitro non riporta i fatti accaduti sul referto non possiamo pretendere che il giudice sportivo prenda provvedimenti su fatti a lui sconosciuti.
    Detto questo ogni domenica assistiamo a lamentele da parte di molte squadre sull’operato dell’arbitro e gli unici responsabili sono i vertici dell’associazione italiana arbitri di Grosseto. Quelle che sono decisioni da “due pesi e due misure” prese ogni domenica sono sotto gli occhi di tutti e purtroppo la soluzione al problema non é certo quella di stare su queste pagine a litigare per torti subiti.
    Invitiamo il presidente del consiglio AIA di Grosseto, Sig. Bargagli, ad assumersi le proprie responsabilità ed intervenire per migliorare il servizio che la categoria da lui rappresentata deve offrire al gioco calcio. Ormai da anni della gestione di Bargagli assistiamo a prestazioni alquanto deludenti senza che questo si sia mai esposto come invece prevede il ruolo che rappresenta. Se non si ha il carisma per ricoprire l’incarico di presidente di un’associazione importante come quella degli arbitri, si rinuncia alla poltrona e si torna a sventolare la bandierina tra un fuorigioco visto e uno immaginato.
    Chiediamo spiegazioni al Sig. Bargagli per quanto accaduto domenica tra Nuova Grosseto e Massa Valpiana in quanto, oltre al referto dell’arbitro, ci sono decine di testimoni che hanno assistito alla partita e ai fatti accaduti al termine della partita. FATTI NON PUNITI E CHE AUTORIZZANO TALI COMPORTAMENTI NEGLI STADI DELLA PROVINCIA DI GROSSETO.
    Certo che il presidente Bargagli intervenga in merito colgo l’occasione per augurare buon campionato a tutti.

    • luca

      17 Ott 2014 at 09:47

      Te caro giudice di pace sei fuori di testa,io spesso vado a vedere le partite di terza categoria e ti posso dire che il sig. Bargagli farebbe bene a non mandare più gli arbitri perchè le partite sono una comica e questi arbitri sono un lusso per questa categoria come quello alla Nuova di dom scorsa

  9. nuova

    16 Ott 2014 at 15:50

    X giudice.primo hudorovich non era capitano,secondo nella rissa non c’era,terzo ceri se ah dato qualche calcio la dato in partita con l’arbitro presente,4 fatti Na trombata cosi ti scarichi..

  10. Concordo

    16 Ott 2014 at 15:53

    Bravo giudice di pace, hai perfettamente rappresentato il vero problema. Speriamo che almeno la FIGC intervenga chiedendo un incontro tra tutti gli arbitri di Grosseto, il designatore arbitrale e i presidenti di tutte le società di terza, per cercare un punto d’incontro ed evitare che ogni mercoledì esca un comunicato che sembra un bollettino di guerra a causa di arbitri che con il loro atteggiamento altezzoso e spesso non all’altezza, innervosiscono i ragazzi in campo, i veri protagonisti delle gare domenicali.

    • imparate le regole prima di parlare

      16 Ott 2014 at 16:30

      stai parlando di responsabilita’ giudice di pace?proprio te che nemmeno hai le palle per firmarti chiami in causa i componenti arbitrali?la f.i.gc.? ma non ti fai schifo x niente?non ti vergogni x nient?hai un gran coraggio bravo complimenti,impara le regole prova ad essere onesto con te stesso,ora puoi anche tirare lo sciacquone

      • Carlo Bruno Pippo e Orazio

        17 Ott 2014 at 09:33

        x imparate le regole prima di parlare
        Bravo Marco…….no Giulio…..a no Paolo……ma porca puttana….anche te non ti sei firmato ??? ma hai perso le palle anche te ????
        e poi ti volevo fare una domanda , come mai ce l’ hanno tutti con quei pori ragazzi della Nuova ??? se togliete qualche gomitata e qualche cazzotto che sistematicamente danno , in fin dei conti non fanno niente…..lo dimostra anche i referti dell’ arbitri ….. difatti e’ normale che a fine gara debbano intervenire i carabinieri….succede in tutti i campi….. PORA FEDERAZIONE……….non vi smentite mai !

  11. x nuova

    16 Ott 2014 at 17:25

    ma trombate solo voi?porini

  12. hi hi hi

    17 Ott 2014 at 09:40

    Ma il Caruso che ha preso 3 giornate di squalifica e’ il simpatico n° 15 del Casotto ??? peccato, tra panchine e squalifiche non puo’ far vedere la sua grande classe e soprattutto la sua innata simpatia !!!

  13. oiaììì

    18 Ott 2014 at 19:40

    Ma secondo voi come è possibile che un arbitro non veda risse,intervento dei carabinieri ed altro. Impossibile direiììì Ma le prossime risse verranno giudicate allo stesso modo? Le direttive arbitrali sono chiare:no alla violenza,entrate pericolose che possono ledere l’incolumità altrui ma queste sono a livello nazionale è chiaro. Qui tutto è permesso, nessuno decide niente,forse un bel commisariamento male male non ci starebbe.

    • Forza brutti

      19 Ott 2014 at 10:23

      Per due spintoni chiamate i servizi segreti e la CIA.. Che gente frustrata che c’è a Grosseto

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi