Seconda giornata di Coppa: l’analisi del giorno dopo

Nella foto Max Magnani, qui in maglia Paganico: E' il capocannoniere del campionato. (Foto di Fiorenzo Linicchi)

CALDANA E PAGANICO, BUONA LA PRIMA Non steccano all’esordio nella competizione Caldana e Paganico, che così potranno giocarsi la qualificazione nella terza e decisiva gara del primo turno. I biancocelesti sbancano il Capannino per 3 a 1, confermando le buone impressioni derivanti dal calciomercato, mentre il Paganico, al termine di una gara ricca di sussulti e colpi di scena, piega per 3 a 2 un’Alta Maremma che ha fatto un piccolo passo indietro rispetto alla partita di una settimana fa. Incoraggiante, quindi, l’impatto delle due squadre sulla nuova stagione, per due formazioni che mirano a un campionato tranquillo cercando di stupire.

PARI NEGLI ALTRI DUE MATCH In Fonteblanda-Castiglionese e Argentario-Sorano esce il segno “X”, al termine di incontri dai due volti. Nell’esordio sulla panchina di una prima squadra, Ripaldi vede andare subito sotto i suoi per il rigore di Toninelli, con i neroverdi che però, dopo la sopraggiunta inferiorità numerica, hanno messo in campo una mezz’ora finale di grande valore, pareggiando e sfiorando la vittoria. Alberese-Fonteblanda deciderà quindi il triangolare che finora è stato di certo il più equilibrato. In Argentario-Sorano, invece, i santostefanesi gettano al vento il doppio vantaggio maturato grazie a Giovani e Vincenti, con il team di Gaggi che riesce a rimanere in corsa per la qualificazione grazie al duo Sequino-Ventura.

PROTAGONISTI DI GIORNATA Il Caldana viene trascinata alla vittoria dall’unica doppietta di giornata, quella messa a segno dal nuovo acquisto Salustri, che prima mette a segno un calcio di punizione, poi va in rete dagli undici metri. L’anima del Paganico, invece, è sempre l’intramontabile Magnani, che mette lo zampino in tutte e tre le realizzazioni dei ragazzi di Agresti: prima si mette in proprio realizzando con un pallonetto dalla distanza l’1 a 1, poi confeziona i due assist per le reti di Angeli e Pieri. Infine, molto positivo anche il ritorno di Stefano Schiano con la maglia dell’Argentario: l’attaccante non va a segno, ma si trasforma in uomo assist per le reti di Giovani e Vincenti.

4 Comments
  1. sportivo 5 anni ago
    Reply

    Vedendo fonteblanda castiglionese mi dispiace per gli amici di castiglione ma penso proprio che la castiglionese sia candidata a meno di miracoli a retrocedere non anno niente che possa pensare che si salvino solo un gran casino fuori e dentro il campo

    • alè alè rossoblè 5 anni ago
      Reply

      Pensa a casa tua. Poi hanno, nel senso di possesso, si scrive con l’ acca!!!

  2. Il magnifico 5 anni ago
    Reply

    Salusti fortissimo!!
    Che giocatore..

  3. Rudy 5 anni ago
    Reply

    Montalcino minimo da eccellenza. Domenica a mangiare il pesce e 3 punti

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news