Serie D: già 9 club praticamente fuori. Il Grosseto, però, non ha presentato domanda e non può sperare

logo Serie D - particolare

Grosseto Il 6 luglio scorso è scaduto il termine entro il quale era possibile presentare domanda d’iscrizione in D come club non avente diritto. Ricordiamo che si trattava di presentare un’istanza corredata della tassa d’iscrizione di 19 mila euro, garantita da una fideiussione di 31 mila euro. Inizialmente, l’Us Grosseto (tramite patron Mario Ceri, nel giorno della presentazione del ds Bicchierai) ha detto che avrebbe presentato la relativa domanda, ma poi ha cambiato idea preferendo concentrarsi sull’allestimento di una formazione forte per l’Eccellenza. Un cambio di rotta non comunicato ufficialmente alla stampa né alla piazza, ma solo a voce, agli amici. Una scelta sicuramente dovuta alle poche possibilità che la predetta domanda venisse accolta e il bisogno di concentrare le risorse sia nella gestione della nuova stagione che nel costruendo impianto sportivo a Roselle. Insomma, il club biancorosso, incurante delle pressioni di tanti tifosi che speravano di vedere il Grosseto ammesso d’ufficio in D, ha continuato a lavorare in gran silenzio e nel frattempo ha allestito una rosa importante con giocatori dal curriculum fuori categoria. Per completezza d’informazione, ricordiamo che il 6 luglio scorso hanno presentato domanda d’iscrizione in D come non aventi diritto ben 19 club, che vi elenchiamo in ordine alfabetico:

Alto Tavoliere San Severo, Anzio, Castelvetro, Correggese, Fabriano Cerreto, Grumellese, Jesina, Lumezzane, Montebelluna, Nuorese, Rignanese, Varese e Varesina come retrocesse dalla D, mentre Agropoli, Busto, Cannara, Città S. Agata, Classe e Villafranca come formazioni di Eccellenza.

Il Cannara, ad esempio, è stato sconfitto dalla Torres nelle finali dei play-off nazionali di zona dove sarebbe potuto arrivare il Grosseto. Detto ciò, è già certa l’esclusione di 4 formazioni dalla Covisod tra quelle aventi diritto a partecipare alla Serie D 2018-19:

Akragas, Fondi, Lupa Roma e Villabiagio.

A queste, vanno aggiunte 5 con domanda d’iscrizione incompleta e che verranno probabilmente bocciate successivamente dalla Covisod:

Campobasso, Gela, Igea Virtus, Nocerina e Pomigliano.

Insomma, già 9 società tra le aventi diritto alla D hanno problemi e alla fine saranno quasi sicuramente escluse in toto. E ci potrebbero essere ancora sorprese…

10 Comments
  1. biancorosso 1 anno ago
    Reply

    quindi il grosseto non ha presentato domanda di ammissione alla seie d.questa è bell

  2. Sesto 1 anno ago
    Reply

    Sono sconcertato e deluso. Su questi presupposti per me è veramente difficile, anzi impossibile credere in questo Grifone e sentirmi da esso rappresentato. Pare di capire che forse si poteva accedere alla serie D ed invece si dovrà rifare questa improponibile Eccellenza, col rischio di un altro flop tipo quello del campionato che abbiamo alle spalle, rischio concreto, che nessuno può escludere a priori.

  3. max 1 anno ago
    Reply

    qyesta mancata iscrizione e’ senza dubbio un insuccesso della società ma anche del comune che ha sposato un progetto non adatto ad una città ma valido per rappresentare un paese.
    forse per il loro pur valido progetto era meglio se i Signori Ceri continuavano a chiamarsi Roselle.
    Chiamarsi Grosseto aveva creato ben altre aspettative nei tifosi

    GRANDE GRANDE GRANDE DELUSIONE

  4. Deluso 1 anno ago
    Reply

    Ma come abbiamo la remota possibilità di fare la serie D con un piccolo sforzo e non lo facciamo ??? Magari facciamola a salvarsi, ma togliamoci da un Eccellenza che è una categoria inguardabile… Quest’anno gli abbonamenti voglio vedere quanti saranno? Forse gli amici della Curva. Sono deluso come tifoso

  5. Dario 1 anno ago
    Reply

    Grandissimi fenomeni.. io vorrei sapere cosa vi cambia se partecipiamo alla serie D o ad un eccellenza…! A me.non cambia.nulla…anzi saro sempre.presente al mio posto, voi fareste meglio a stare a casa a guardare la.serie A…che quest’anno è anche bella ricca…

    • Sesto 1 anno ago
      Reply

      Ognuno ha le proprie opinioni ed è libero esprimerle – ci mancherebbe altro – tu Dario, come noi grandissimi fenomeni, voglio sperare. Certo è che simili ragionamenti appaiono poco comprensibili: in un certo senso sarebbe come dire che uno dovrebbe trovare indifferente andare in giro con una Panda piuttosto che con una Porsche…BOH!

  6. Meravigliato 1 anno ago
    Reply

    Non capisco tutta questa meraviglia, lo sapevamo che non avevano presentato domanda di ripescaggio, essendo oneroso, quindi di cosa vi meravigliate? Di cosa vi meravigliate, le scoprite ora le possibilità societarie?

    • ser 1 anno ago
      Reply

      Hai ragione, queste sono le possibilità economiche. C’è da far fronte alle spese per il progetto sportivo di Roselle, ma mi chiedo : si fa una squadra per vincere il campionato?! E se dovesse accadere il prossimo anno per l’iscrizione in D si spera in un gratta e vinci?

      • Sesto 1 anno ago
        Reply

        In effetti è sempre più difficile capire dove stia andando questo Grifone di fine decennio…forse da nessuna parte o comunque poco lontano.

  7. Sammy 1 anno ago
    Reply

    Evidentemente le possibilità attuali sono le seguenti: Eccellenza si prova a vincere, se vai in serie D è durissima salvarsi.
    Perchè parliamoci chiaro, se non investi per una promozione in D 19 mila euro più una fideiussione da 31 mila euro…. dove vuoi andare?
    Delusione cocente

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news