Il punto sul campionato di Prima Categoria: un girone F mai così equilibrato negli ultimi anni

Nella foto Luciano Tommasi, tecnico del Sant'Andrea

GIRONE F, UN GROVIGLIO CHE SI INFITTISCE. SAN QUIRICO IN GRANDE RIMONTA Più passano le giornate nel girone F di Prima Categoria e invece di dipanare la matassa siamo davanti al campionato più incerto e incredibile degli ultimi anni: un equilibrio che non ha pari arrivati a questo punto della stagione con tutte le squadre racchiuse in appena quindici punti (29 il Gracciano capolista, 14 la Virtus Chianciano fanalino di coda). A cavallo della metà della stagione, il team di Calà Campana stecca le due gare che potevano mandarlo in orbita, ovvero i due impegni casalinghi con Quercegrossa e San Quirico, con i giallorossi che calano un poker che sa di candidatura alla vittoria finale, uno scenario impensabile fino a poco tempo fa con il solo punticino raccolto nelle prime cinque giornate dalla squadra della Val d’Orcia. Ma ormai tutti i giochi sono aperti, sono saltate le gerarchie e, di domenica in domenica emergono nuovi protagonisti come è ance il caso del Fonte Belverde che, con una rimonta incredibile nell’ultimo quarto d’ora, inguaia il Fonteblanda. Ma, al di là dell’exploit di San Quirico e Fonte Belverde, i titoli di giornata li guadagna il Sant’Andrea, che dà una mano a comprimere ancor di più la graduatoria con il successo sul Quercegrossa. Un cammino che, con tre punti in meno, ha molte similitudini con la risalita del San Quirico. Masticano amaro le altre grossetane, a cui è fatale la “zona Cesarini”: l’Argentario, avanti per quasi tutto l’incontro, viene raggiunto nel finale dal Torrita, mancando l’ennesima possibilità di una stagione che, seppur positiva, poteva esserlo in maniera ancora più convincente, mentre il giovane Alberese di Francioli tiene in scacco per tutta la gara una ormai pretendente al titolo come il Torrenieri che perviene al pari solo con un autogol. A queste c’è da aggiungere lo Scarlino, rimontato due volte dal Pianella, che rimane comunque in linea di galleggiamento. Se la zona alta della classifica è ormai un rebus di difficile soluzione, non è da meno anche la lotta per la salvezza, con il successo della Virtus Chianciano sull’Amiata che drizza le antenne di tutte le pericolanti. Una stagione davvero mozzafiato, appassionante e intrigante da vivere domenica dopo domenica. Nel girone D, intanto, prosegue la striscia positiva del Massa Valpiana che inchioda sullo 0 a 0 i Colli Marittimi: posizione tranquilla di classifica per i ragazzi di Cavaglioni, con il prossimo mese che dirà qualcosa in più sulle possibili ambizioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news