Vela: tutti i risultati ed i prossimi impegni del mese di giugno

Nelle acque prospicienti la Marina di Scarlino, si è svolta la Regata Nazionale Finn, valida per la Coppa Italia Finn 2018 e per il ranking nazionale di classe, organizzata dal Club Nautico Scarlino, alla quale hanno partecipato 38 imbarcazioni. Al termine delle cinque prove previste dal programma (con lo sarto del peggior risultato ottenuto) la vittoria è andata a “White Lady” di Alessandro Wongher dello Yacht Club Scarlino che ha ottenuto un primo, un secondo e due terzi posti (oltre a un settimo posto, scartato) totalizzando 9 punti. Alle sue spalle si è piazzata “Toto” di Tommaso Ronconi dell’aeronautica Ancona (2, 7, 3, 4, 1) con 10 punti. Terza “Ita 202”, l’imbarcazione di Giacomo Giovannelli del Gn Farnese (1, 5. 4, 1, 39) che ha ottenuto 11 punti, unico ad aggiudicarsi due prove.

Nelle acque del Puntone di Scarlino, si sono svolte le regate del “Event two” della “2018 Melges 20 World League, European Division”, organizzato dl Club Nautico Scarlino, sotto l’egida della World Sailing, Fiv e la Federazione Internazionale Melges 20. Sette (delle otto previste) le prove disputate, con lo scarto del peggior risultato, alle quali hanno partecipato 31 equipaggi in rappresentanza di 8 nazioni (Italia, Stati Uniti, Polonia, Russia, Principato di Monaco, Repubblica Ceka, Svezia e Croazia). Al termine delle regate la vittoria è andata a “Pacific Yankee dello statunitense Drew Freidescon con 20 punti, che ha preceduto “Mag Tiny2 del polacco Krzysztof Krempec con 34 punti e “Nika” del russo Vladimri Prosikin con 39. Prima tra i Corinthain (barche con equipaggio senza velisti professionisti a bordo) è giunta “Siderval” Marco Giannini dell’italiano con 56 punti, ottenendo il sesto posto assoluto

Con il successo, nella classifica “Offshore”in tempo reale di “Pendragon” (undicesimo nell’Irc, in tempo compensato), lo stupendo Maxi di 60 piedi di Nicola Paoleschi dello Yc Punta Ala, si è conclusa la nona edizione della 151 Miglia, organizzata dallo Yc Punta Ala, dal Yc Livorno e dal Yc Repubblica Marinara di Pisa, con la collaborazione del Marina Punta Ala e del Porto di Pisa. Alla manifestazione, valida anche per il Campionato Italiano Offshore e per il Trofeo Arcipelago Toscano, hanno partecipato 195 delle 218 barche iscritte (imbarcazioni di altura con certificato di stazza Orc e Irc in vigore con Loa non inferiore a 9,00 metri e quelle della classe mini 650). La regata, partita da Livorno con arrivo a Punta Ala, ha portato la flotta a “toccare” Marina di Pisa, Isola della Giraglia e Formiche di Grosseto prima del traguardo dove Pendragon ha stabilito il nuovo record della regata con 15h 30′ 46” alla media oraria di circa 10 nodi. Entusiasmante lo spettacolo finale, in prossimità del traguardo, con il duello a colpi di virate tra la barca vincitrice di Paoleschi e “Vera” (ex “My Song”), di Miguel Mattias Galluccio (quarto nell’Irc in tempo compensato) che ha concluso in 15h 31’. Nell’Irc primo posto per “Tevere Remo Mon Ile” di Gian Rocco Catalano che ha preceduto “Obsession” di Mario Rossello e “Free Spirit” di Paolo Rossi. Nell’Orc successo di “Fantaghirò” di Carlandrea Simonelli che ha preceduto “Scheggia” di Nino Merola e “Cippa Lippa Rosa” di Guido Paolo Gamucci.

Organizzata dallo Yacht Club Punta Ala e dal Golf Club Punta Ala, si è svolta la “Combinata vela/golf 2018. Alla Veleggiata erano ammesse tutte le imbarcazioni (in regola con le disposizioni inerenti la sicurezza in mare) con lunghezza minima di 9 metri e alla gara di golf squadre di 4 giocatori che si sono sfidate con formula Louisiana a coppie. Ogni squadr ( undici quelle iscritte) era composta da una imbarcazione iscritta alla veleggiata e da un team di 4 giocatori di golf. La combinata èstata vinta dalla squadra di Betta Splendens composta da Orazio Olivo, Filippo Calandriello, Sergio Paradiso, Roberto Mariotti e Giuliano Bagnoli che si è imposta davanti alla squadra di Mùzyka 2 composta da Simone Taiuti, Giancarlo Siola, Cosimo Taiuti e Raffaele Ciampini. Terza, la squadra di Birba 2 composta da Francesco Marcaccini, Probo Palazzini, Gianluca Renai, Paola Ravano e Alessandro Repetto. Nella Veleggiata successo di Betta Splendens di Orazio Olivo, seguita da Mùzyka 2 di Simone Taiuti e da Star Fly di Giampaolo Gistri. Mentre nella gara di Golf prima Birba 2 di Marraccini, seconda Amunì di Giovanni Bigazzi (Ezio Turini, Giorgio Cioni e Lamberto Mazocchi) e terza Betta Splendens di Olivo.

Sabato 16 e domenica 17 giugno, nel tratto di mare antistante il Marina Punta Ala, si svolgerà la sesta edizione della Pink Sailing, veleggiata aperta a imbarcazioni da diporto con Loa superiore ai 7,5 metri con equipaggio composto almeno da due donne (Pink Ladies).. L’evento è organizzato dal Club Punta Ala, in collaborazione con l’associazione “Il Porto”, con la Marina di Punta Ala SpA e con la Lega Navale Italiana sezione di Firenze-Prato, La manifestazione sarà valida anche come Veleggiata Maremmana della Lni. Il sabato alle 10 si svolgerà il briefing degli armatori presso la sede del Ycpa e alle 11 prenderà il via la prima prova della veleggiata mentre il giorno dopo alla stessa ora ci sarà la seconda. La partenza avverrà in collimazione con a torre di controllo del Marina di Punta Ala ed una boa arancione posizionata nei pressi dell’ingresso del porto con le imbarcazioni che si dirigeranno verso l’Isola dello Sparviero per tornare alla linea di partenza. Al termine delle regate, allo Ycpa tornare allasi svolgerà la premiazione cui seguirà una spaghettata. Spaghettata.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW