Coppa Bruno Passalacqua, le pagelle di Invicta – Fonteblanda: Trabalzini super, Santiloni e Giardini incontenibili. Fonteblanda, quanti bocciati

Invicta:

Temperani 6,5: si fa trovare pronto su due tentativi di Chiodo dalla distanza. Per il resto, poco impegnato e molti buoni disimpegni con i piedi
Giardini 7: spinge come un forsennato sulla corsia destra, è il primo a proporsi e il primo a difendere
Bartolomei 6,5: metronomo del centrocampo dell’Invicta, giostra tantissimi palloni facendo girare bene la squadra. Si divora un gol nel secondo tempo spedendo alle stelle da ottima posizione
Pallucca 6,5: tanta, tantissima sostanza in mezzo al campo alternate a buone giocate palla al piede. Sfinito dai crampi nel finale
Lesi 6,5: guida la difesa con ordine e personalità, zero pericoli corsi e molti palloni giocati

Chigiotti 6: segue a memoria il compagno di reparto. Attento e preciso
Santiloni 7: mezzo voto in più per la discesa sulla sinistra che è valsa il due a zero. Ottima prova del capitano, tante buone giocate e un’attenta fase difensiva (dal 33’st Veri: Sv)
Mucci 6: parte bene sulla sinistra con qualche spunto interessante per poi spegnersi un po’ troppo presto. (dal 6’st Maida 7: entra splendidamente in partita confezionando un assist e creando tantissimi pericoli con ottime giocate sulla sinistra. Che impatto!)
Trabalzini 7,5: attacca la profondità con insistenza e con determinazione, come in occasione del gol che apre le danze dove si dimostra coraggioso e astuto. Tanti palloni serviti ai compagni e tanto lavoro sporco. (dal 22’st Barbieri 5,5: estromesso dalla formazione titolare all’ultimo istante, non entra granchè in partita toccando pochi palloni)
Rosini 6,5: pennellata d’autore su punizione che vale il 3-0, si fa sempre trovare smarcato fra le linee servendo assist a destra e sinistra (dal 39’st Landi: Sv)
Chelini 7: trova il gol dimostrando di seguire in maniera perfetta l’azione. Continua spina nel fianco sulla destra, tanta corsa e tanti pericoli creati (dal 13’st Briones 7: classe 2003, si dimentica completamente dell’età entrando e trovando il gol dopo soli 10 secondi. Personalità da vendere e tante ottime giocate, ottimo prospetto)
Allenatore Bugelli 7: la sua squadra mette sotto il Fonteblanda sotto tutti i punti di vista dimostrando ottima qualità nel palleggio e capacità di gestire i ritmi a proprio piacimento.

Fonteblanda: 

Fabbrini 5: raccoglie il pallone in fondo al sacco ben 4 volte, impreciso sul primo gol dove esce senza troppa convinzione. 
Niass 4,5: il peggiore della retroguardia neroverde che concede davvero tanto agli avversari. Prima Chelini poi Briones fanno ciò che vogliono
Renieri 5: prova in qualche modo ad arginare Trabalzini ma spesso perde i duelli commettendo errori su errori
Natalini 5: anche lui capitola nel disastro difensivo del Fonteblanda, non riesce a tener su la baracca (dal 39’st Giacomelli: Sv)
Valentini 5: tanta volontò ma pochi palloni giocati nella maniera corretta
Chiodo 6,5: classe 2002, è l’unico del Fonteblanda a creare qualcosa di davvero interessante. Due sue conclusioni impensieriscono Temperani e, finchè resta in campo, gioca un’infinità di palloni predicando però spesso, nel deserto (dal 16’st Bruno 5,5: non riesce a sterzare la rotta della squadra finendo anche lui alla deriva)
Bruni 5: impalpabile la sua prova, si vede poco e spesso viene preso d’infilata
Elkharraz 5,5: qualche spunto in più dei suoi compagni ma anche lui non riesce a interrompere il palleggio avversario (dal 31’st Kasa: Sv)
Furi 5: spesso abbandonato a se stesso in avanti, trova il gol che riaprirebbe la gara ma gli viene annullato per offside (dal 43’st Danesi: Sv)
Berardi 5: lotta con tutti gli avversari ma più che un trequartista di qualità è un trequartista di quantità, tanto lavoro sporco ma senza creare pericoli.
Allocca 5: anche lui prova a creare qualche pericoli ma di tiri pericolosi e di azioni interessante non se ne vedono..
Allenatore Bernardini 5: la sua squadra sbanda clamorosamente in difesa e ogni volta che l’Invicta si propone in avanti, rischia seriamente di subire rete. La differenza di qualità e di categoria si vede, da dimenticare subito questa gara.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news