Connect with us

Altri Sport

Pallavolo: la stagione si è conclusa senza promozioni e retrocessioni. Tanti problemi per le società

Abbiamo sentito le impressioni dei dirigenti delle varie società maremmane di volley. Nonostante la situazione sanitaria, rimane l’amaro in bocca, sopratutto per chi era primo in classifica e aveva investito risorse economiche e tecniche per la promozione nella categoria superiore.

Grosseto. “La federazione italiana pallavolo, dopo un’attenta e approfondita riflessione sul perdurare della situazione emergenziale legata alla pandemia di Coronavirus, ha decretato la conclusione definitiva di tutti i campionati pallavolistici di ogni serie e categoria” La notizia era nell’aria già da alcuni giorni e ha trovato la conferma in queste ultime ore con il comunicato ufficiale. Sono conclusi senza assegnazione degli scudetti, delle promozioni e delle retrocessioni tutti i campionati nazionali, regionali e territoriali. Una decisione sofferta che non ha colto di sorpresa le società maremmane, ma per chi era primo in classifica, ha lasciato l’amaro in bocca, come spiega spiega il presidente dell’Invictavolleyball, Andrea Galoppi. “ Peccato, eravamo primi e volevamo andare in serie B. Quello che preoccupa di più in questo momento non è soltanto la situazione sanitaria, ma anche quella economica. I nostri problemi saranno gli stessi di tutti gli altri. La serie B, per esempio non riuscivano a riempirla normalmente, figuriamoci il prossimo anno. Ci saranno grossi problemi anche per le categorie superiori a partire dalla A. Si apre uno scenario apocalittico. Basti pensare ai grandi sponsor che saranno in difficoltà economica per il blocco di tutte le attività commerciali. Per noi è ancora presto per dire cosa faremo. Dovremo fare i nostri conti”. “Cercheremo di ripartire, quando potremo e capire cosa dovremo fare” aggiunge il Ds della Pallavolo Follonica, Alfredo Veltroni” Cercheremo in ogni modo, di confermare il gruppo e il tecnico se le risorse economiche ce lo permetteranno. Per assurdo potremo giocare la serie C con una squadra under 16 e 18. Non sappiamo se i nostri sponsor principali rimarranno. “ Al di là della situazione, noi siamo rimasti fuori dai giochi per la seconda volta” spiega anche il presidente della Pallavolo Grosseto 1978, Riccardo Tinacci “ L’anno scorso penalizzati dalla famosa regola dell’under 21 e ora per la sospensione dei campionati, che ci priva di vincere la categoria e passare in serie C. Insieme a tutti i presidenti delle società di serie D, avevamo suggerito alla federazione di promuovere le squadre prime in classifica. Ricordo, che la mia squadra, era avanti di otto punti alla quarta giornata di ritorno ed eventualmente giocare i play off fra le prime otto, senza retrocessioni in estate”. “ Concordo con la federazione” spiega il presidente della Pallavolo Follonica Fausto Negrini. “ Il momento è quello che è, e bisogna pensare alla salute, con tutto il dispiacere possibile e immaginabile. Capisco perfettamente chi ha investito risorse economiche e energie fisiche per cercare la promozione. Noi abbiamo investito tanti soldi nel settore giovanile e ci ha bloccato la stagione, perdendo un anno. Ma non è il momento di fare polemiche. Secondo me, le società devono rimanere compatte unite. Tutte insieme si devono sedere intorno ad un tavolino e chiedere la possibilità di avere sovvenzioni dalla federazioni per ripartire”: Massimo Galletti

Advertisement
Click to comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x