Altri Sport Basket

S’interrompe a San Giovanni Valdarno la striscia vincente della Gea Basketball in serie D

Galli S.Giovanni Valdarno-Gea Basketball Grosseto 89-81
GALLI: Maleci 6, Fedeli 25, Casali, Thioub 16, Picchi, Sacchetti, Fusini 16, Gironi 9,  Scielzo, Rossi 13,  Gardeschi 3, Fantoni. All. Patrizio Morelli.
GEA GROSSETO: Canuzzi 6, Zambianchi 3,  Perin 16,  Morgia7, Contri, 2 Furi 9, Ricciarelli 4,  Santolamazza 9,  Gruevski n.e.,  Roberti 21, Tattarini 4. All. Pablo Crudeli.
ARBITRI: Claudio Boni di Pelago e Giacomo Giannini di Empoli.

PARZIALI: 26-18,  50-40; 73-59.

NOTE: usciti per falli: Furi e Fedeli.

S’Interrompe a San Giovanni Valdarno la striscia vincente della Gea Basketball Grosseto (arrivata a sei vittorie) nel campionato di serie D. I ragazzi allenati da Pablo Crudeli sono stati battuti giovedì sera (89-81) sul parquet della Polisportiva Galli, al termine di un incontro che ha visto i biancorossi in difficoltà nella prima parte di gara, prima di crescere e rimontare dal meno 16 al -4 nel finale di match.

I valdarnesi, grazie ad un’ottima difesa e ad un veloce contropiede, sono partiti forte, chiudendo sopra di otto punti la prima frazione. La Gea (partita con quintetto formato da Furi, Canuzzi, Perin, Ricciarelli e Roberti, con Zambianchi non al meglio), nel secondo quarto, ha dato segni di risveglio, grazie anche alle tre bombe di Santolamazza, ma il Galli ha ribattuto colpo su colpo, ferendo i biancorossi in contropiede e con ottimi canestri, che permettono di andare all’intervallo lungo sopra di dieci. 50-40.
Al rientro dagli spogliatoi il team locale guidato da Patrizio Morelli rimane concentrato, difende bene e con buoni giochi d’attacco riesce ad arrivare al massimo vantaggio di 16 punti, prima di andare all’ultimo riposo sopra di quattordici. Nell’ultimo quarto il Grosseto ritrova grinta e lucidità e con il pressing ordinato dal coach Crudeli rientra in partita, portandosi a -4 con due minuti sul cronometro. La bella rimonta purtroppo si ferma qui  e il San Giovanni riprende in mano la partita per chiuderla in tranquillità. Da segnalare che trenta degli 81 punti dei maremmani sono arrivati grazie a dieci tiri da tre punti (3 centri a testa per Perin e Santolamazza; due Furi, uno Roberti e Morgia).

«Abbiamo sbagliato l’approccio difensivo – ammette il playmaker Edoardo Furi – c’è mancata la necessaria cattiveria. Sono veramente tanti cinquanta punti subiti nel primo tempo, dei quali ventisei in 10’. Nella ripresa abbiamo provato a stringere le maglie della difesa e abbiamo messo insieme anche un parziale di 12-0, ma in trasferta non puoi permetterti di rincorrere sempre l’avversario. Non abbiamo scuse, ma non è stato facile giocare di giovedì sera alle 21,15».

«Siamo partiti troppo leggeri – prosegue Furi – e abbiamo dato fiducia al San Giovanni che ha tirato con l’80% dal campo. Noi abbiamo sì messoa segno 81 punti, con dieci triple, ma ne abbiamo subiti 89. La sconfitta può farci comunque anche bene: ci riporta con i piedi per terra. Da domenica contro il Vaiano però servirà un atteggiamento difensivo diverso, più arcigno».

UN TERZETTO IN TESTA

I risultati del 7° turno: Biancoverde Firenze-Lotar Campi Bisenzio 78-72 (dts), Gialloblù Castelfiorentino-Coop Bucine Valdambra 51-60, Galli San Giovanni V.-Gea Grosseto 89-81, Italcerniere Vaiano-Sibe Calenzano 56-52, Nutrifarto Jokers-Sestese 51-57, Laurenziana Firenze-Banca Cras Asciano 57-65, Nesi Poggibonsi-Buratti Affrico Firenze 95-67, Conforti Certaldo-Publinfo Firenze Due 88-43.

La classifica: Gea Grosseto, Asciano, Valdambra 12; Valbisenzio Vaiano, Campi Bisenzio, Certaldo, Biancoverde 10; San Giovanni Valdarno, Sestese 8; Jokers, Laurenziana, Poggibonsi 6;  Affrico, Calenzano 2; Castelfiorentino, Firenze Due 0.

Redazione

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.