Hockey Hockey Follonica

L’Unione europea finanzia un nuovo progetto del Circolo Pattinatori Grosseto con la linea Erasmus Sport

Grosseto. L’Unione europea ha approvato e finanzierà un nuovo progetto presentato dal Circolo Pattinatori Grosseto nell’ambito del progetto Erasmus+Sport Programme: una linea di finanziamento europea correlata all’Erasmus.

Come lo  Skate, che si è concluso nel dicembre 2018, il progetto avrà durata biennale. La società del presidente Stefano Osti sarà accompagnata in questa nuova avventura europea da quattro partner:  Real Federation Espanola de patinaje,  Sport Alenquer e Benfica, Track&Field Grosseto e  Club Patin Alcalà.

L’approvazione del progetto presentato per il 2019 è avvenuta a Bruxelles nel corso della riunione della comissione dell’Unione europea preposta ai progetti di finanziamento Erasmus, alla quale hanno partecipato anche Giorgio Giusti, vicepresidente del Circolo Pattinatori Grosseto 1951, e Myriam Lamela, responsabile del sodalizio grossetano per i progetti europei Erasmus.

Il nuovo progetto è un po’ la continuazione del precedente, con la differenza che in questo caso non ci si focalizza più su bambini dai quattro ai sette anni che mettono per la prima volta i pattini, sul loro avviamento al pattinaggio, ma si punta su bambini che hanno superato la prima fase e che si apprestano ad iniziare a giocare nella squadra di appartenenza, in base alla loro età. I partner del progetto, nel biennio, punteranno dunque a fornire indicazioni tecniche, a svolgere lezioni che possano permettere ai piccoli atleti di effettuare un percorso di crescita.

«Grazie a questo progetto – sottolinea Myriam Lamela – il Circolo Pattinatori Grosseto riesce ad attingere importanti risorse comunitarie che permetteranno di investire per il futuro sulla crescita dei giovani atleti».

Redazione

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.