Hockey: il Castiglione atteso dal match con il Modena

Il Castiglione prima dell'incontro (foto di Marzia Cattini)

CASTIGLIONE. Inizia dal pala Molza di Modena la corsa del Maremma Promotion nei playoff promozione per la serie A1. Contro il giovane Uvp, il Castiglione di Michele Achilli non deve assolutamente distrarsi, e partire insomma con il piede giusto. Non sarà certo facile però in questa prima sfida di semifinale (serie al meglio di due vittorie su tre confronti): il Modena infatti, è una vera e propria “mina vagante”, che fa della gioventù e della spensieratezza le proprie armi. Nelle due sfide in campionato il Castiglione alla fine riuscì a vincere, ma sudando le proverbiali sette camicie: 4-3 nell’andata al Casa Mora (reti di Franchi, Achilli, Salvadori e Brunelli), con il portiere biancoceleste Dal Zotto protagonista assoluto e capace di evitare la beffa del pari, parando una punizione diretta a pochi secondi dalla fine della gara; e ancora una vittoria castiglionese per 2-0 al ritorno (Achilli e Franchi), segno che l’equilibrio è stato comunque evidente. Lo stesso Achilli, allenatore-giocatore del Maremma Promotion, non ha voluto sbilanciarsi: «Nelle ultime partite di campionato abbiamo gestito le energie, cercando poi di allenarci proprio per questa fase. Siamo fiduciosi di far bene, ma sappiamo che a Modena affronteremo una squadra sbarazzina. Conterà molto rimanere con i piedi per terra, concentrati e attenti. Sappiamo di avere delle buone carte da giocare, la differenza sarà nel cogliere tutte le opportunità che capiteranno». E dopo tanto tempo il Castiglione potrà ripresentarsi in pista al gran completo: Gigi Brunelli, assente addirittura da metà gennaio (gara con il Cresh Eboli), è finalmente tornato a disposizione ed è stato convocato e pronto in caso di necessità. L’Uvp ha chiuso il campionato al quinto posto, l’altra sfida di semifinale è fra il Thiene (terzo) e il Sandrigo (quarto), e non gioca da un paio di settimane, avendo riposato nell’ultimo turno di campionato. A guardare le statistiche la vera differenza con il Castiglione riguarda l’attacco: 111 i gol segnati dai maremmani contro i 63 dei modenesi; le difese invece sono molto vicine: 51 i gol subiti dai castiglionesi e 53 dai neroblù. Come detto il Modena di Massimo Barbieri ha puntato molto sulla freschezza della rosa: la squadra è praticamente composta da ventenni, alcuni provengono dal Valdagno, che nel corso dell’anno hanno potuto crescere e migliorare costantemente. Ottimo il portiere Fabio Errico, e poi occhio ai vari Davide Gavioli (classe 1998 e 20 gol in stagione), Giorgio Maniero, diciott’anni e 13 gol, Andrea Scuccato (8 reti), e Nicolas Barbieri, 17 anni e 7 gol, che compongono il quintetto titolare. Nei playoff due gli arbitri a dirigere l’incontro: Claudio Ferraro di Vicenza e Carlo Iourio di Salerno.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news