Altri Sport Vela

Vela: i risultati del fine settimana

Nella prima tappa del circuito Melges 40 Grand Prix, la nuova e rivoluzionaria classe dei Melges (è il monotipo più grande del brand statunitense, fra le imbarcazioni uscite dal Cantiere Premiere Composite Technologies), svoltasi nelle acque sarde di Porto Cervo, è stata vinta dal socio dello Yacht Club Punta Ala Alessandro Rombelli con il suo “Stig”. A bodo da notare la presenza dello spagnolo Jordi Calafat, medaglia d’oro olimpica. “Stig”, nelle tre regate disputate, ne ha vinte giungendo seconda nell’altra. Alle sue spalle si è piazzato il team della svedese “ Inga” di Richard Goransson che ha preceduto “Synergy” di Valentin Zavadnikov. Nei Melges 20, invece, “Stig” si è piazzata terza nell’uropeo disputato a Sibenik, preceduto da due equipaggi russi, “Victor” di Alexander Novoselov e “Russian Bogatyrs degli Armatori Igor Rytov, Konstantin Besputin e Anton Sergeev.

Nelle acque prospicienti il Puntone di Scarlino si è svolta la Alcatel J/70 Cup, quarta tappa dell’Open Italian National Championschip 2017, organizzato dal Club Nautico Scarlino e dalla Fiv in collaborazione con la Federazione Classe J/70, alla quale hanno partecipato 28 imbarcazioni di 9 nazioni (Italia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Monaco, Spagna, Brasile, Svizzera, Malta e Russia). La vittoria è andata alla statunitense “Relative Obscurity” di Peter Duncan, dell’American Yacht Club che concluso le 9 regate disputate (con scarto del peggior risultato ottenuto) con 32 punti (8, 7, 9, 1, 1, 23, 1, 4, 1) vincendo ben 4 prove. Dopo un inizio lento e difficile gli americani si sono ripresi dominando la seconda parte del programma aggiudicandosi meritatamente la manifestazione. Al secondo posto è giunta “Petite Terribile” di Claudia Rossi del Ycs che a sua volta ha preceduto “Calvi Network” di Carlo Alberini della Compagnia della Vela Pesaro.

Redazione

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *