Calcio Seconda Categoria

Sant’Andrea: ufficiale gli arrivi di Rosi e di Ricci

Nella foto il Sant'Andrea esulta dopo un goal

SANT’ANDREA. Continua senza sosta il mercato del Sant’Andrea che con il ds Ivan Domenichelli, sta apportando i giusti rinforzi alla squadra allenata dal duo Berni-Terramoccia.

Ufficilizzati gli arrivi di Andrea Rosi, centrocampista classe 1984 dal San Donato e del portiere Ricci (1994) sempre proveniente dal San Donato, ma di proprietà dell’Albinia.
Campagna acquisti conclusa? Assolutamente no. Adesso il reparto da rinforzare è quello avanzato, che la società vuol puntellare con una punta da area di rigore per allinearsi alle altre big del girone.

mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Rosi grande guocatore.
    Ricci ottimo portiere.
    Sant Andrea che puo’ davvero puntare alla vittoria del campionato.

    Ps.. Ma a san donato chi rimane????

  • Sarai anche esperto, ma se su Rosi sono d’accordo e con l’età potrebbe essere giusto scendere di due categorie , per Ricci clase 94,a cui è stato preferito Storai è una bocciatura perchè non è ottimo come dici tu. Lo trovo piuttosto scadente, se no se lo tenevano. Che dici

    • Sei proprio una capra! Sai Storai di che anno e’? Sai che c’è una legge che prima premia i giovani e poi lo boccia?!
      Ricci e’ giovane e deve fare esperienza, ma esperienza la fai solo giocando! Rosi ottimo acquisto sperando che possa calarsi nella categoria senza grossi affanni

  • A parte il fatto che ti commenti da solo perchè io non ti ho offeso..Se vuoi ti faccio la lista dei fuori quota portieri che giocano in categorie superiri. E comunque chiedi a San Donato se sono stati contenti del rendimento . Storai è di un anno pià giovani. E nel calcio l’unica legge che esiste è quella del merito. E se rispondi non insultare.

  • CAMPIONATO DI PROMOZIONE
    almeno TRE calciatori così distinti in relazione alle seguenti fasce di età:

    1 calciatore nato dall’1.1.1994 in poi,
    1 calciatore nato dall’1.1.1995 in poi,
    1 calciatore nato dall’1.1.1996 in poi.

    Questi i fuori quota di quest’anno in Promozione. Quindi!!!!!

  • i Fuoriquota nel campionato di promozione 2014/2015 sono: due 95 in campo e un 96….. . I giocatori classe 1994 non sono più fuoriquota…cordiali saluti…

  • TORNA INDIETRO

    FUORIQUOTA ECCELLENZA, PROMOZIONE e 1° CATEGORIA 2014/15 (letto 1008 volte)
    ——————————————————————————–

    OBBLIGO D’IMPIEGO DEI CALCIATORI IN RELAZIONE ALL’ETA’ –

    Il Consiglio di Presidenza della Lega Nazionale Dilettanti, in accoglimento della richiesta avanzata
    dal Consiglio Direttivo del C.R. Lazio nel segno della continuità con quanto disposto nelle passate stagioni sportive, ha autorizzato, per la stagione sportiva 2014-2015 i seguenti obblighi d’impiego dei calciatori in relazione all’età, nei Campionati di Eccellenza e Promozione:

    CAMPIONATO DI ECCELLENZA
    Almeno QUATTRO calciatori così distinti in relazione alle seguenti fasce di età:

    1 calciatore nato dall’1.1.1994 in poi,
    1 calciatore nato dall’1.1.1995 in poi,
    1 calciatore nato dall’1.1.1996 in poi
    1 calciatore nato dall’1.1.1997 in poi.

    CAMPIONATO DI PROMOZIONE
    almeno TRE calciatori così distinti in relazione alle seguenti fasce di età:

    1 calciatore nato dall’1.1.1994 in poi,
    1 calciatore nato dall’1.1.1995 in poi,
    1 calciatore nato dall’1.1.1996 in poi.

    CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA
    Si comunica che il Consiglio Direttivo del Comitato Regionale Lazio ha disposto altresì l’obbligo di impiego, nel Campionato di Prima Categoria della Stagione Sportiva 2014-2015 di almeno 3 calciatori nati dal 1° gennaio 1991 in poi.
    Fonte: COMUNICATO UFFICIALE N.141 Poi vedi te …é un comunicato delle federazione e comunque se anche fosse in moso diverso Ricci potrà diventare anche il poertiere piu forte del omdo . Ad oggi sia il san Donato che l’Albinia( che è proprietaria delcartellino) non l’hanno voluto. Poi ognuno la pensa come gli pare

  • Ricci grande portiere e ragazzo in gamba . Chiaro che essere un 94 non più fuori quota in promozione e’ uno svantaggio…..ma se ha scelto Sant’ Andrea farà sicuramente bene e si rilancerà per la prox stagione. In bocca al lupo.

  • Caro anonimo credo che tu stia soottolineando ciò che è scritto nel comunicato ufficiale della regione Lazio che non c’entra assolutamente con la regione Toscana

    Perdonami, ma se lo scorso anno in toscana dovevano scendere in campo, per quanto riguarda la prima categoria, due giocatori classe 92 e un classe 93, ora devono scendere tre giocatori del 91?????

    Non vorrei profidiare ma credo che tu stia toppando alla grande.
    Per quanto ci riguarda(regione toscana)non dobbiamo andare a vedere il bollettino del lazio

    Se poi il giocatore in questione Ricci Marco andasse a giocare nel Lazio allora sarebbe ancora in quota sia in eccellenza che in promozione

    Chi ne sa più di me dica qualcosa, tipo dirigenti dell’Albinia o del S.Donato

    Grazie

  • L’impiego dei fuoriquota per la stagione 2014-2015 è stato reso noto dalla FIGC Toscana nel Comunicato n.46 del 20.2.2014 ed è il seguente:

    CAMPIONATO DI ECCELLENZA
    2 calciatori nati dal 1.1.1995 in poi
    1 calciatore nato dal 1.1.96 in poi

    CAMPIONATO DI PROMOZIONE
    2 calciatori nati dal 1.1.95 in poi
    1 calciatore nato dal 1.1.96 in poi

    CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA
    2 calciatori nati dal 1.1.93 in poi
    1 calciatore nato dal 1.1.94 in poi

    CAMPIONATO DI SECONDA CATEGORIA
    2 calciatori nati dal 1.1.92 in poi
    1 calciatore nato dal 1.1. 93 in poi

    Spero di essere stato di aiuto.

    • Caro J.B.007, ci vorresti davvero tu per capirci finalmente qualcosa!!
      Comunque, a questo punto direi di sì, anche perché il suo desiderio sarebbe quello di riunificarsi a Santa Fiora con parecchi compagni di squadra di Paganico, dove insieme hanno fatto buone cose, e anche con allenatori avuti in passato e da lui molto stimati come Dante Cencini e Mirko Santi.
      Devo dirti che i movimenti di mercato del Santa Fiora a me sembrano davvero convincenti: a parte l’acquisizione di nomi ormai affermati (Marchi, Biagini, Ciavattini e Pedroni che andranno ad aggiungersi ai vari La Rosa, De Muru, Cozzolino, Cortini, Moscarini, Tiberi e alla quote Cencini, Martellini e De Sanctis già in rosa), la Società sta facendo anche un importante lavoro sui fuoriquota: a parte mio figlio, sembra ormai certo l’arrivo di un 95 che, se ho capito bene di chi si tratta, è un giovane di indubbio valore e di sicuro affidamento già da subito, mentre so che è serrata la corte anche ad un altro fuoriquota di scuola Pianese, la cui acquisizione metterebbe la parola fine alla campagna acquisti.
      Come vedi, un lavoro quindi molto importante, sia per il presente che in prospettiva futura. Staremo a vedere…

  • Caspita che squadra 🙂 direi la favorita numero 1. Mi sa che la montagna la farà da padrone|
    S.fiora Neania Amiata Zara, mi sa che si gioca solo per il quinto posto
    Con la storia dei ripescaggi e spostamenti vari e’ possibile che Amiata e Radicofani vadano nell’altro girone?

  • Su Amiata e Radicofani non so risponderti: come al solito bisogna aspettare i calendari, anche se a noi amiatini farebbe naturalmente piacere vedere tutte le squadre della montagna raggruppate nello stesso girone.
    Sul Santa Fiora dico che sì, indubbiamente stanno allestendo una gran bella squadra ma…. mai come stavolta i Ciacciai devono fare professione di umiltà, di attenzione e di prudenza perché, come ben sai, nel pallone quel che sembra essere vincente sulla carta, spesso non lo è sul campo!
    Io sono ottimista soprattutto perché conosco molti di questi ragazzi di persona e credo che sarà difficile vederli cadere nella trappola di pensare ad un Campionato assai meno impegnativo di quello di Prima: basta guardare al Montalcino e al Roselle di quest’anno che, pur disputando la Seconda, avrebbero fatto vedere i sorci verdi a qualunque formazione di Prima, forse con la sola esclusione delle Badesse.
    L’importante sarà quindi calarsi nella realtà del nuovo Campionato con l’indispensabile impegno e con la giusta determinazione: solo in quel caso arriveranno i risultati che in molti pronosticano.
    Quindi, calma e gesso!!
    E un sincero in bocca al lupo alla tua squadra.

    Quindi, calma e gesso e un sincero in bocca al lupo alla tua squadra.
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: