Calcio Promozione

Promozione: Roselle per confermarsi, Manciano e San Donato a caccia di punti

Il settimo turno di campionato vede il Roselle ed il San Donato impegnate in casa rispettivamente contro l’Armando Picchi e la Geotermica mentre il Manciano si reca in trasferta per sfidare la Pro Livorno.

Il Roselle capolista ha ancora l’infermeria piena e contro i labronici, privi dello squalificato Torri, mancheranno i soliti Raito, Saloni e Franchi oltre a Consonni che è stato fermato per un turno dalla giustizia sportiva. Fino a questo momento l’Armando Picchi ha realizzato sette reti subendone quattro ed i numeri del Roselle, che ha tredici gol all’attivo e soltanto tre al passivo, fanno pendere l’ago della bilancia verso la Maremma.

Avere in squadra due bomber di razza come Angelini e Vento si sta rivelando un dettaglio vincente e, nonostante le assenze, la truppa di De Masi appare ben determinata a fare bene visto che tra una settimana ci sarà lo scontro diretto con il Cecina che al momento affianca al comando proprio la formazione rosellana.

Trasferta insidiosa per il Manciano che affronta la Pro Livorno, orfana dello squalificato Sannino, senza gli infortunati Berna e Ricci che domenica scorsa si sono scontrati tra loro uscendo anzitempo dal campo soccorsi dai sanitari.

Mister Renaioli con il suo staff in questi giorni ha lavorato per preparare al meglio questa delicata partita contro un avversario ostico che soltanto contro Gracciano e Roselle non è andato in gol. Il club mancianese nel derby contro il Roselle ha dimostrato, almeno fino al raddoppio termale, di poter lottare contro quella che è da considerarsi una corazzata ed ora vuole tornare a fare punti nella terra che diede i natali al grande poeta cantautore Piero Ciampi.

Dopo aver conquistato il primo punto stagionale il San Donato non vuole fermarsi e nel match contro la Geotermica è chiamato ad una non facile conferma anche se mancheranno due pedine importanti quali Andrea Negrini e Rispoli.

Il San Donato non ha avuto un inizio di stagione facile, ma non va dimenticato che le assenze di molti titolari hanno complicato i piani di Cinelli il quale quasi mai ha potuto contare sulla formazione titolare. Domenica dovrebbe essere della partita anche il rientrante Mattia Tamalio e con questa arma in più la squadra della frazione orbetellana punta a continuare a raccogliere punti utili per una salvezza che appare ancora più che possibile.

I pisani sono reduci dal pareggio interno con il Perignano, non vincono dalla quarta giornata e la fame di punti potrebbe far loro commettere l’errore di sottovalutare un San Donato che, invece, è pronto a colpire sfruttando ogni minimo errore avversario.














Loading…