Prima Categoria

I risultati della 10° giornata: Badesse avanti tutta, il Sorano non molla

ARGENTARIO – PAGANICO 0-1

ARGENTARIO: Milani, Moriani, S. Costanzo (28’ st C. Costanzo), De Pirro, Schiano (25’ st S. Della Monaca), Ferrari, M. Alocci (25’ st Sclano), Giovani, Pennisi, Perrone, Atzori. A disposizione: Costantini, C. Costanzo, S. Della Monaca, Sordini, J. Alocci, A. Della Monaca, Sclano. All. Francioli.

PAGANICO: Marchi, Nelli, Pifferi, Noferi (1’ st Paolini), Agresti, Modesti, Vacchiano, Biagini, Pieri, M. Magnani (1’ st Longino), M. Cavaliere. A disposizione: Marzocchi, Ghini, Machetti, Paolini, F. Cavaliere, Vagheggini, Longino. All. Agresti.

ARBITRO: Granci di Grosseto.

RETE: 20’ st (rig.) Pieri.

NOTE: espulsi Pifferi al 34’ st per fallo di reazione e Vacchiano al 37’ st per doppia ammonizione.

Diventa veramente dura la stagione per l’Argentario, che si vede superare di misura (0-1) al Maracanà da un Paganico che ora strizza l’occhio all’alta classifica.

I santostefanesi approcciano bene la gara e con voglia di invertire il trend negativo: al 5’ tiro debole di Alocci, con l’ex Marchi che para senza problemi. Dopo il primo quarto d’ora vengono fuori gli ospiti, che hanno una buon occasione con Pieri: il numero 9 scavalca con un pallonetto Milani, ma la sua conclusione termina fuori. Al 20’ sventola da fuori di Simone Costanzo che chiama Marchi alla deviazione in angolo, poi però è Vacchiano ad andare per due volte vicino al gol a cavallo della mezz’ora, ma in entrambi i casi Milani fa buona guardia.

Nella ripresa l’Argentario sembra come sgonfiarsi e non riesce più ad affacciarsi dalle parti di Marchi. Il Paganico ringrazia e assesta il colpo del ko al 20’ con il rigore (apparso generoso per i padroni di casa) trasformato da Pieri. Il Paganico rimane poi in nove per le due espulsioni di Pifferi e Vacchiano, ma riesce a portare a casa i tre punti, acuendo la crisi dei biancoazzurri.

CALDANA – VIRTUS CHIANCIANO 1-1

CALDANA: Frattini, Giorgetti, Creatini, Casaccia, Tosi, Zurlo, Paradisi (25’ st Masiello), Vecci, Rotelli, Paumgharden (35’ st Albonetti), Felici. A disposizione: Berti, Grica, Benini, Gualtieri, Di Fiore. All. Ruggeri.

VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, M. Benicchi (5’ Fallerini – 15’ st Miranda), Lodi, Barbetti, Daviddi, Fei, Esposito (35’ st Landi), Riccio, Rosadini, Cozzi Lepri, Bernetti. A disposizione: Ramini, G. Benicchi, Fucelli. All. Ferraro.

ARBITRO: Pistolesi di Piombino.

RETI: 20’ st Felici, 49’ st (rig.) Bernetti.

Mastica amaro il Caldana, che vede soffiarsi la prima vittoria fra le mura amiche proprio in chiusura di partita e per un contestatissimo rigore decretato dall’arbitro Pistolesi: termina così 1 a 1 la gara, un risultato che non solleva i biancoazzurri dalla propria scomoda posizione di classifica. La gara inizia con il brutto infortunio subito da Benicchi per uno scontro aereo con Paumgharden: il difensore è costretto a uscire in barella e al ricovero al Pronto Soccorso, ma, in serata, sono giunte buone notizie sul suo stato di salute.

Il Caldana prova a fare la gara, seppur non appaia convincente come nella trasferta di Ribolla; i padroni di casa tengono comunque in mano il pallino del gioco e si portano in vantaggio al 20’ della ripresa con Felici, la cui punizione incoccia su un difensore e supera Marianelli. La gara sembra scorrere senza particolari problemi fino al fischio finale, ma, proprio all’ultimo minuto dei quattro di recupero concessi, l’arbitro Pistolesi fischia il penalty per una mischia in area in cui il Caldana non ha ravvisato però falli: sul dischetto si porta Bernetti che scrive l’1 a 1 finale.

CASTIGLIONESE – ALBERESE 1-2

CASTIGLIONESE: Marroccella, Caporali, Grossi, Batazzi, Marchi, Baccetti, Rosi, Chiti, Caldelli, F. Magrini, Andreini. A disposizione: G. Romagnani, Guerriero, Ville, L. Magrini, Sciretta, Giagnoni, N. Romagnani. All. Giagnoni.

ALBERESE: Allegro, Massieri, Brizzi, W. Pastorello, Ciavattini, F. Pastorello, Fioretti, Cucini, Pedroni, Savelli, Coralli. A disposizione: Rabai, Pegoraro, Tenucci, Chiaretti, Camarri, Girardini, Di Bonito. All. Romagnoli.

ARBITRO: Vanni di Arezzo.

RETI: 15’ Rosi, 35’ st e 44’ st Pedroni

NOTE: espulsi W. Pastorello al 40’ e Ciavattini al 30’ st entrambi per doppia ammonizione; Grossi fallisce un calcio di rigore al 30’.

Vittoria pazzesca in rimonta per l’Alberese (1-2 il finale) al Vadrighi con Pedroni che si erge a protagonista indiscusso del match: la legge dell’ex è così servita. Per la Castiglionese, incapace di mettere al sicuro il risultato e trovatasi anche in doppia superiorità numerica, prosegue il periodo negativo che, dalla vetta, l’ha fatta precipitare a ridosso della zona playout.

Nel primo tempo i rossoblù giocano molto bene, potandosi meritatamente in vantaggio al quarto d’ora con un preciso colpo di testa di Rosi, al primo gol in campionato. L’Alberese appare in difficoltà e, alla mezz’ora, rischia di capitolare nuovamente: fallo di Walter Pastorello in area, ma Grossi fallisce il penalty.   Lo stesso Pastorello viene poi espulso a fine frazione. Al 10’ della ripresa la conclusione di Caldelli si stampa sulla traversa, poi è Pedroni a guadagnarsi la scena: al 35’ l’ex di turno inchioda il pari con un bel diagonale da dentro l’area, poi, dopo che i bianconeri subiscono anche il secondo rosso, consuma la sua vendetta con un gol d’autore: rimessa laterale, l’attaccante fa rimbalzare la palla per poi far partire un vero e proprio missile che non lascia scampo a Marroccella

MAGLIANESE – BADESSE 0-4

MAGLIANESE: Cucca, Sgherri, Ciavattini, Darini, L. Venturini (23’st Valentino), Rotelli (30’st Berardi), Amorevoli, Puccini, Corridori (1’st Brasini), Sabatini, Stringardi. A disposizione: Cavallo, A. Venturini.  All. Boni-Darini.

BADESSE: Giannerini, Mascambruno, Sardelli, Giacopelli (10’st Dezi), Landolfi, Chellini, Dav. Barbi, Dan.Barbi, Polloni (32’st Giotti), Pecchi, Di Cicco. A disposizione: Bianciardi, Certosini, Bozzi, Romeo, Zacchia. All. Callegari.

ARBITRO: Cinotti di Livorno.

RETI: 20’ Pecchi, 3’ st Polloni, 9’ st Sardelli, 30’st Dan. Barbi.

NOTE: espulsi al 45’ st Darini e Di Cicco per reciproche scorrettezze.

MAGLIANO IN TOSCANA Netto successo della capolista Badesse che infligge una pesante quaterna (0-4) alla Maglianese. Nel primo tempo i locali riescono a contenere abbastanza bene le folate offensive dei senesi, che comunque si portano in vantaggio con la rete del capocannoniere Pecchi. In apertura di ripresa le Badesse mettono il risultato al sicuro siglando due gol di ottima fattura con Polloni e Sardelli. La gara prosegue con monologo biancozzurro fino al 30’ con Daniele Barbi che chiude i conti.

PIENZA – FONTEBLANDA 2-1

PIENZA: Minocci, Pasquetti, Bonari, Iammatteo (dal 80′ Bindi G.), Mangiavacchi G., Anselmi T., Petreni, Bindi E., Nocchi, Leporini (dal 83′ Bai) Agnoletti (dal 74′ Accetturo). Allenatore Battisti. A disposizione: Mangiavaccchi A., Duchini, Dezi, Pomi.

FONTEBLANDA: Bartali, Capuccini (dall’80’ Ricchiuti), Picchianti, Lubrano S., Lubrano C., Melchionda, Cerboneschi (dal 74′ Stella), Boni, Falciani, Bifini (dal 57′ Mazzoli), Giani. All. Russo. A disposizione: Neagu, Cagnacci, Santini .

ARBITRO: Ravara del Valdarno.

GOL: 36′ e 94′ Nocchi, 48′ Falciani.

 

PIEVESCOLA – SAN QUIRICO 1 – 1

PIEVESCOLA: Andreola, Canocchi, Palumbo A., Bagni, Di Libero, Pratesi, Nannoni (80′ Langone) , Vojdulla, Marcoionni, D’Auria, Schiano. All. Tintisona

SAN QUIRICO D’ORCIA: Marzocchi, El Ghiat (62′ Dinetti), Martellini, De Bernardi M., Bianciardi, Migliorini, Dionisi, Vento, Provenzano, Tollapi, Magini. All. Fortunati

ARBITRO: Spinelli di Firenze

RETI: 58′ Pratesi, 75′ Vento

ESPULSI: 82′ Palumbo A.

SORANO – PONTE D’ARBIA 2-0

SORANO: Cappelletti, Coli, Alborino, Sonnini, Onori, Bufalini, Ventura, Falchi, Sequino (38’ st Buosi), Esposito (30’ st Santinami), Bacci (43’ st Bibi). A disposizione: Tramontana, Dominici, Di Carlo, Ercolani. All. Gaggi.

PONTE D’ARBIA: Lorenzetti, Tomei, Sampieri, Cortonesi (27’ st Sacchi), Seumou, Brizzi, Bonari (21’ st Padrini), Fantini, Gurguska, Camara, Tornesi. A disposizione: Papei, Benocci, Anselmi, Rubegni, Binarelli. All. Fedeli.

ARBITRO: Fortini di Arezzo.

RETI: 23’ Sequino, 9’ st Coli.

NOTE: Esposito fallisce un calcio di rigore al 24’ st.

Vittoria all’inglese per il Sorano (2-0) che doma la resistenza di un coriaceo Ponte d’Arbia e si mantiene al secondo posto in solitaria, alle spalle della lanciata Badesse.

Gara corretta quella tra biancoazzurri e senesi, condita anche da un buon arbitraggio. Inizio di gara molto equilibrato, poi, dopo i primi venti minuti, il Sorano inizia a prendere il sopravvento, guadagnando metri sul campo e portandosi in vantaggio al 23’: punizione dal limite di cui si incarica Sequino, sinistro a girare che non lascia scampo all’icolpevole Lorenzetti. Il team di Fedeli non riesce a imbastire una reazione degna di nota, e l’unica conclusione del primo tempo scagliata verso Cappelletti arriva solo al 40’, senza creare grossi grattacapi.

La ripresa riprende sulla stessa falsariga della prima frazione e. subito al 9’, il Sorano mette al sicuro il parziale: calcio d’angolo dalla destra, Lorenzetti la combina grossa facendosi scappare il pallone in presa, e Coli da due passi non ha difficoltà a insaccare. Il Ponte d’Arbia si riversa in avanti, ma chiama all’intervento Cappelletti solo in una circostanza (respinta di pugni), mentre il Sorano fallisce il tris con Esposito, che si guadagna, ma poi spreca, un calcio di rigore.

VALDARBIA – RIBOLLA 0-0

LORENZANA CRESPINA – FOLLONICA 2-0

LORENZANA CRESPINA: S. Marianelli, Giobbi, Bertelli, Raffaelli, Henriquez, Biciotti, Falcinelli, Libardo, Nastasi, Pecori, Terreni. A disposizione: Fagiolini, Romagnani, Ghizzani, Vergili, Guarnieri, Scivoletto, Marianelli. All. Chelotti.
FOLLONICA: Bigoni (40’ st Tinervia), Batistoni, Decembrini, Bientinesi, Garofalo, Errico, Falleni, Bruni (17’ st Kutinov), Monterisi, Duranti (35’ st Ricchio), Corrado. A disposizione: Tinervia, Kutinov, Cantini, Ricchio. All. Ballerini.
ARBITRO: Raniolo di Empoli.
RETI: 40’ Bertelli, 18’ st Giobbi.
NOTE: espulso Garofalo al 45’ per fallo da ultimo uomo; Bigoni respinge il rigore di Pecori al 45’.
CRESPINA La Lorenzana Crespina stoppa il volo del Follonica (2-0 il finale), a cui è pesata molto l’espulsione di Garofalo a fine primo tempo.
I pisani si confermano così nelle posizioni nobili della classifica, con il risultato che rispecchia alla perfezione l’andamento del match, dove i padroni di casa si sono resi pericolosi e hanno fallito anche un calcio di rigore. Il vantaggio della Lorenzana arriva al 40’ del primo tempo: calcio d’angolo dalla destra, Bruni perde la marcatura di Bertelli che di testa insacca. Cinque minuti dopo, Garofalo atterra da ultimo uomo un attaccante pisano: rosso e rigore, ma Pecori si fa intercettare la battuta da un ottimo Bigoni. Nel secondo tempo, su schema da punizione, arriva il raddoppio di Giobbi e per il Follonica la già difficile rimonta diventa impossibile

MONTEROTONDO – SPORTING CECINA 1-0

MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini, Barsacchi, Giacomini, Gragnani, Ciaravolo, Bencini, Vezzi, Khouribech, Perciavalle, Civitillo. A disposizione: Paone, Flori, Castellani, Manetti, Cascinelli. All. Cavaglioni.

SPORTING CECINA: Cionini, Cosimi, Vignale, Camerini (38’ Campolmi), Sandri, Brontolone, Lombardi (32’ st Bolognesi), Bacci, Del Bono, Aquilante, Calandrino (25’ st De Giulli). A disposizione: Giuliano, Bolognesi, Gheorge, Campisi, Avanzati, Campolmi, De Giulli. All. Frolli.

ARBITRO: Cuomo di Pisa.

RETE: 31’ Vezzi.

Il Monterotondo non smette più di stupire e supera a domicilio la capolista Sporting Cecina (1-0) entrando di prepotenza in zona playoff e potendo puntare verosimilmente al primo posto. Se non fosse stato per il ricorso presentato e vinto dalla Lorenzana Crespina, la truppa di Cavaglioni occuperebbe già la prima piazza.

Come è lecito attendersi da domeniche come queste, i padroni di casa sfoderano una prestazione ai limiti della perfezione, con tutti gli effettivi che danno il meglio di loro stessi. A decidere la gara ci pensa Vezzi al 30’ del primo tempo con un gol di pregevolissima fattura: il centrocampista si accentra saltando due uomini, per poi inquadrare con una traiettoria perfetta l’incrocio dei pali. Nel resto della gara i rossoverdi amministrano il prezioso vantaggio con un po’ di affanno, ma Bugelli è abile a chiudere su tutte le avanzate livornesi.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Partita falsata da un rigore in mischia “inesistente” concesso all’ultima azione in area del Caldana che si era portato in vantaggio dopo un calcio di punizione di Felici deviato da un difensore avversario. A volte non si riesce proprio a capire come si può condizionare una partita ed un campionato con episodi così “gravi” ( Anche i giocatori del Chianciano non credevano a quello che gli era stato “regalato”..)

  • Un in bocca al lupo ai giocatori castiglionesi augurando loro di tirarsi fuori dalla melma in cui sono capitati, oggi con un pizzico di esperienza in piu’ i tre punti potevano arrivare… Un grande plauso invece ai cinghialotti del parco che con un grande cuore e soprattutto con un “gran giocatore” come Ettore hanno ribaltato una situazione disperata!!! Complimenti…

  • caldana chianciano: rigore inventato da un arbitro non all’altezza della situazione.

  • Da parte mia, invece, tutti i miei complimenti al Sorano.
    E’ successo assai di rado, nel passato, che una neopromossa in Prima fosse capace di prestazioni così importanti e convincenti!
    Di nuovo, tutte le mie congratulazioni a giocatori, allenatore e dirigenti.: bravi, ma bravi davvero!!






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: