Altri Sport Atletica e podismo

Dossier: guida al corretto approccio alla corsa

Mini guida per il corretto approccio alla corsa

L’attività fisica è certamente la migliore alleata della nostra salute. Può sembrare un’affermazione scontata ma, a detta di medici, nutrizionisti ed allenatori, lo sport contribuirebbe ad allungare la nostra vita, aumentandone anche la qualità.
Lo sport è nemico indiscusso dell’invecchiamento, in quanto consente di mantenerci in forma, ritardando l’insorgere dei tradizionali acciacchi dell’età.
Al contrario di quel pensa la maggior parte delle persone, dedicarsi ad un’attività fisica non significa solamente intraprendere la strada della fatica e della sofferenza, ma può anche rivelarsi un’occasione divertente per allacciare nuovi rapporti. Il segreto sta nell’individuare il genere di attività che stimoli la curiosità personale, scegliendo tra le tante discipline sportive attuali.
Per differenziare l’offerta dei servizi in un settore altamente concorrenziale, le palestre e i centri sportivi organizzano corsi di tutti i tipi, attirando sempre più persone con attività nuove, dinamiche e spesso anche molto divertenti, coniugando così il lavoro fisico al piacere di stare in buona compagnia.
La varietà dei corsi proposti e la possibilità di pagare gli abbonamenti in più rate, sono dei validi incentivi all’attività fisica in palestra ma, qualora non si avesse voglia di frequentare un centro sportivo, o nel caso in cui i costi dell’iscrizione si rivelassero proibitivi, esistono diverse soluzioni che consentono di allenarsi contenendo la spesa. Una delle formule di allenamento attualmente più adottate, perché molto efficace ed effettuabile in autonomia, secondo i propri tempi, è la corsa. Vediamo quali sono i principali benefici che derivano da questa attività.

Corsa: suggerimenti base

La corsa è uno degli sport più versatili che esistano, in quanto si adatta praticamente a chiunque sia in buona salute e non presenti patologie particolari, o controindicazioni di varia natura.
La corsa è un’attività che può essere svolta indipendentemente dal livello di preparazione atletica che si possiede, semplicemente indossando un paio di scarpe adatte, un abbigliamento comodo e scendendo in strada, magari raggiungendo un parco, o una zona verde.
Se invece si preferisce correre al chiuso, per ripararsi dalle temperature fredde, o semplicemente per pigrizia, esiste una valida alternativa che prevede l’utilizzo di un tapis roulant.
In entrambi i casi, quando si corre, è molto importante che i piedi stiano comodi all’interno delle calzature, al fine di evitare i piccoli traumi che possono derivare dalle continue sollecitazioni articolari.
È vero che la corsa è facilmente praticabile anche in autonomia, ma occorre elaborare un piano di lavoro che sia graduale e soprattutto adeguato alla propria forma fisica. Fortunatamente, con lo sviluppo e la diffusione delle applicazioni per smartphone e tablet, oggi è possibile avere un personal trainer virtuale sotto forma di app. Questo non significa di certo che le competenze di un allenatore siano rimpiazzabili da un’applicazione, ma quest’ultima consentirà di monitorare il lavoro in corso, fornendo informazioni circa le condizioni fisiche dell’atleta, e tenendo traccia del lavoro svolto.
Per quanto riguarda il metodo ideale di approccio alla corsa, possiamo affermare che debba essere graduale, specialmente per chi avesse dei trascorsi sportivi discontinui. Uno dei vantaggi legati alla pratica della corsa è proprio la possibilità di impostare l’allenamento iniziale camminando in modo spedito, aumentando il ritmo in modo progressivo, quando si percepisca anche un minimo avanzamento nella propria performance. Il miglioramento fisico non sarà immediato, ma sarete in grado di sentire l’aumento della resistenza fisica, indice di un allenamento efficace, che presto sortirà i risultati tanto agognati. In più, in base alle caratteristiche e alle esigenze personali, è possibile scegliere tra due tipologie differenti di corsa: il jogging e il running.

Jogging o running?

Per jogging e running si intendono due tipologie di corsa differenti, che prevedono diverse andature e velocità.
Nel jogging, la corsa risulta più lenta e molto gradevole, con degli intervalli che consentono al corpo di non subire lo stress e l’affaticamento della corsa vera e propria. Proprio per queste sue caratteristiche, il jogging è un’attività per lo più amatoriale, molto apprezzata dalle donne in quanto favorisce la microcircolazione periferica, inducendo l’organismo a riassorbire i liquidi, eliminando gli accumuli di cellulite. Ogni sessione di corsa consente di bruciare un gran numero di calorie, che aumenta direttamente in proporzione all’intensità dell’allenamento, al peso del soggetto e alla durata dell’attività.
Al contrario, il running è un tipo di corsa molto più costante e spedito rispetto al jogging e quindi maggiormente indicato ai professionisti.
In ambedue i casi, i benefici della corsa non si traducono solo nell’ottenimento di un corpo tonico ed elastico, ma si estendono anche al sistema cardiocircolatorio, attraverso l’aumento della capacità respiratoria e polmonare e la riduzione della pressione arteriosa, dovuta alla diminuzione dei battiti cardiaci a riposo.

I benefici per la psiche

Al di là dei vantaggi in termini fisici, la corsa offre anche dei numerosi benefici a livello psicologico. Oltre all’eliminazione degli stati di stress e di agitazione, la corsa favorisce anche uno stato d’animo migliore, attraverso il senso di appagamento che deriva dall’allenamento svolto. Durante l’attività fisica, il cervello viene stimolato a produrre endorfine, che a loro volta trasmettono sensazioni di benessere e felicità immediati.
In termini di soddisfazioni personali, la corsa consente di accrescere l’autostima, attraverso un maggiore apprezzamento del proprio corpo, che risulterà più atletico e piacente.

Corsa: consigli per un approccio sicuro

Il mondo dello sport non è privo di rischi e pericoli. Le insidie e le controindicazioni dell’attività fisica sono sempre in agguato, specialmente per chi è più inesperto.
I principali pericoli non sono legati solamente alla possibilità di farsi male durante la corsa, ma riguardano soprattutto il proprio stato di salute e l’idoneità allo sport. Prima di iniziare qualsivoglia attività, è fondamentale salvaguardare la propria salute consultando un medico che garantisca la presenza di condizioni fisiche adeguate allo sport.
Anche l’alimentazione gioca un ruolo determinante ai fini della riduzione dei rischi: è consigliabile concedersi uno spuntino leggero prima di ogni sessione, ricordando di bere molta acqua durante l’attività, per evitare gli stati di disidratazione, che si verificano spesso nei periodi estivi.
Se si soffre di pressione bassa e si è inclini agli affaticamenti dovuti alle calde temperature, il consiglio è quello di correre al chiuso, in ambienti che assicurino una temperatura ottimale per l’allenamento. In questi casi, la corsa verrà svolta con l’ausilio di un tapis roulant.
Vediamo quali fattori caratterizzano l’allenamento su tapis roulant.

La corsa su tapis roulant

La corsa su tapis roulant è diversa da quella in strada: quando il corpo si trova a correre su un tappeto artificiale, compie un movimento differente rispetto a quello prodotto dalla corsa su strada. Sul tapis roulant, l’impegno muscolare non si focalizza sulla spinta in avanti, bensì sui meccanismi di opposizione alla spinta indietro prodotta dal tappeto.
Sebbene sia un argomento ancora ampiamente dibattuto dagli esperti della comunità sportiva, la validità dei due tipi di corsa, quella su tappeto e quella su strada, sembra essere la stessa.
Gli aspetti che invece cambiano riguardano gli agi che la corsa su tapis roulant consente: innanzitutto, il tappeto offre il vantaggio di potersi allenare a qualunque ora, con qualsiasi condizione meteorologica, evitando i problemi legati alle temperature esterne.
Inoltre, correre sul tappeto significa evitare le insidie della strada e i pericoli legati alle automobili, potendosi concentrare in modo sereno e tranquillo sul proprio allenamento.
In più, il tapis roulant è dotato di una pedana liscia, ammortizzante e priva di imperfezioni, quindi anche più sicura in termini di infortuni. Per il reperimento di tali utili informazioni, ci siamo rivolti ad un sito web che analizza nel dettaglio gli aspetti della corsa su tapis roulant, rendendo anche più semplice la comprensione di alcuni concetti chiave.
Da questo sito abbiamo appreso anche le funzioni utili dei tappeti moderni, che consentono di tenere sotto controllo tutta una serie di fattori, ad esempio i chilometri percorsi, le calorie smaltite, la frequenza cardiaca, ecc…
Inoltre, al contrario di quanto di possa pensare, il tapis roulant non rappresenta più una spesa proibitiva, perché oggi se ne trovano di tutte le tipologie, per ogni esigenza economica e strutturale.

la corsa su strada

Naturalmente, esiste una categoria di runner a favore della corsa su strada, principalmente perché si può beneficiare della condizione all’aria aperta, magari in una zona verde, respirando aria pulita e sana.
In termini di allenamento invece, la corsa su strada consente di allenarsi su percorsi che variano in continuazione, spingendo il fisico verso un maggiore impegno muscolare, con risultati ancora più efficaci.
Un altro vantaggio sta nel fatto che scegliendo di correre all’aria aperta, si può evitare il fattore noia, che spesso può condizionare l’allenamento tra le mura domestiche, compromettendo il lavoro.
A prescindere dal tipo di allenamento, è importante ricordare che l’attività fisica è un vero e proprio toccasana per la salute psicofisica di un individuo, a patto che venga svolta in modo corretto e continuativo.

Redazione

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *














Loading…