Calcio Prima Categoria

Clementini: “Andiamo avanti, ricostruiremo la rosa e termineremo la stagione”

Una foto di archivio con a destra Clementini

Castiglione della Pescaia. E’ un Federico Clementini deciso nel continuare ad andare avanti alla guida della Castiglionese quello che interviene ai microfoni di GS dopo la lettera scritta dalla sua squadra.

“Sono qui con il ds che tentiamo di ricostruire la rosa per portare avanti la stagione. Il nostro obiettivo sarà quello di salvarci se poi non ci riusciremo ripartiremo senza problemi il prossimo anno. Mi sento deluso e amareggiato da quanto scritto dai giocatori, avrei preferito e voluto in incontro chiarificatore faccia a faccia e non un comunicato. Partiamo poi dal presupposto che i tesserati hanno ricevuto circa l’80% dei rimborsi spesa pattuiti e che non è assolutamente vero che agli allenamenti non c’era acqua.
In trasferta spesso andavamo nei ristoranti a mangiare e tengo a precisare che ogni mese la mia famiglia rimette soldi per mandare avanti la società. Qui a Castiglione siamo soli, nessuno ci da una mano e quindi il peso del lavoro è sobborcato tutto sulle nostre spalle, se poi leggi queste cose è come prendere uno schiaffo senza un motivo. Se me ne vado? Non lo faccio in maniera più assoluta. Io ho preso un impegno con la scuola calcio e lo porto in fondo fino alla fine, se poi c’è qualcuno interessato alla società mi metto al tavolo e vediamo cosa esce fuori e che soluzioni possono arrivare. Una cosa è chiara non abbandono la società solo perchè me lo chiede la squadra, noi andiamo avanti…”

mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Maaamma Santa che coraggio sta persona, e pensare che prima che arrivassero loro a Castiglione si respirava aria di promozione. Sono arrivati questi signori ed è finito tutto. Il pranzo ai ragazzi veniva offerto ogni 3 mesi, la maggior parte delle volte partivano 2 ore prima della partita. E poi se lei vuole nascondere le cose, lo faccia meglio, perché castiglione è un paese piccolo e ci conosciamo tutti. Un consiglio vorrei dare a questa persona: se lei crede che la situazione si risolva riformando la rosa da capo si sbaglia di grosso.
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: