Amatoriali Calcio Uisp Uisp - Csen

Calcio a 5 Uisp: vetta affollata a Orbetello/Pozzarello, prosegue il duello Delfini-Bho a Polverosa

l'arbitro Uisp Fabio Capodimonte

CALCIO A 5 ORBETELLO/POZZARELLO

Si compatta la classifica nel campionato di Orbetello/Pozzarello, con il primo ko degli Spaccatazzine: merito di un Cs La Rosa tornato finalmente grande, come testimoniato dall’11 a 4 inflitto alla squadra che rimane comunque capolista: poker per Alocci e Bausani, mentre per i ragazzi di Porto Ercole si salva solo Bagnoli. Rinviata Benetton – I Supereroi, il Centro Estetico Zahir agguanta la vetta dopo il pirotecnico 10 a 10 contro gli Alimentari da Ciccio: difese disattente, ma attacchi di primordine, con Barbera, Vongher e Della Monaca da una parte e Torrisi, Petroselli e Lorenzo Maggiolini dall’altra a trovare il bersaglio grosso a più riprese. Torna in corsa anche il Real Babù, staccato di un punto, che vince per 13 a 4 contro il rimaneggiato Magitto Football Club di Berardi: il trio Amato-Pietropaoli-Loffredo è immarcabile. Infine, grande esultanza per gli Juverri Maremmani, che colgono i primi tre punti della stagione contro la Bottega del Pane: nel 5 a 1 finale spiccano le doppiette di Larini e Bottini.

CALCIO A 5 POLVEROSA

Prosegue il leit-motif nel campionato di Polverosa, con I Defini e I Bho che staccano ancor di più il resto della compagnia. Vittoria larga (16-2) per I Delfini nel testacoda contro la Cartolibreria Costanziello, con i primi della classe che mettono in mostra le bocche dfa fuoco Santini e Casamonti; più combattuta la gara del team di Magliano, che comunque la spunta per 7 a 5 nella gara con l’Atletico Polverosa (Mincuzzi 3): Puccini e Bellumori risolvono la sfida nei momenti più delicati. Infine, la Marsiliana dimostra di poter ambire alla terza piazza vincendo per 5 a 2 la sfida con la Robur Gladio (Bucciarelli 2): Balocchi e Sonnini si dimostrano un duo più che affidabile. Riposava l’Atletico Salsiccia.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





































Loading…