Connect with us

Calcio

Prima Categoria, il punto dopo la 24° giornata: domenica prossima la sfida che vale una stagione

PRIMA CATEGORIA, LA SITUAZIONE INIZIA A DIRADARSI. PER IL TITOLO RIMANE SOLO L’INVICTASAURO, IN CODA IL SORANO SI AGGRAPPA ALLA MATEMATICA   Non è ancora tempo di verdetti nel girone H di Prima Categoria e difficilmente lo poteva essere visti i tanti intrecci che legano una classifica contorta e complicata, tuttavia le prime forti indicazioni arrivano e riguardano purtroppo, in negativo, le squadre grossetane. La lotta per il titolo si restringe a tre formazioni…e mezza tenendo sospeso il Fonteblanda che, con un incastro complicatissimo, ma ancora possibile, potrebbe ancora diventare campione a quota 44 punti. Chi sicuramente esce da questo novero di squadre è il Belvedere e ciò rappresenta una grossa delusione rispetto ai propositi di inizio annata e alla squadra che la società del presidente Clementini aveva allestito: un mese fa, dopo una progressiva rimonta, i rossoneri avevano riguadagnato terreno e sembravano pronti a staccare il resto della compagnia, poi qualcosa si è inceppato, tra infortuni gravi che hanno minato fin da subito la stagione e il non aver sfruttato la porzione di calendario che all’andata aveva dato il via a un buon filotto di risultati. Tre punti nelle ultime quattro gare però hanno sancito questo verdetto, e ora il Belvedere dovrà ritrovarsi in queste ultime due partite per preparare al meglio i playoff, in cui la classe, l’esperienza e l’orgoglio dei giocatori la indicherebbero comunque come candidata forte.

I neroverdi di mister Giallini si aggrappano ancora alla matematica, ma pagano a caro prezzo due tempi (il secondo contro il San Miniato e il primo ieri a Porto Santo Stefano) che di fatto ne hanno fiaccato le speranze. Il cammino del Fonteblanda rimane comunque positivo e gli ultimi due impegni, ad alto quoziente di difficoltà (Torrenieri e Belvedere) diranno molto sulle chance che si potranno giocare ai playoff. Quindi, nel plotone delle grossetane, rimane solo l’Invictasauro a contendere il primato al sorprendente San Miniato che, dopo la sosta, ha innestato una marcia doppia rispetto alle altre squadre, superando tutta la compagnia. Guerrera e compagni, che però riposeranno all’ultima giornata, sono attesi però alla tesi di laurea finale, proprio sul campo di via Adda, ma di certo il team di Maggio avrà tutt’altri obiettivi per la super sfida di domenica prossima che vale una stagione. Sullo sfondo, però occhio al Torrenieri, della serie tra i due litiganti il terzo potrebbe godere, soprattutto se il big match si chiudesse in parità..

Volgendo lo sguardo alla zona salvezza, brutto ko per il Sorano in casa contro il Gracciano: dopo aver dato ottime indicazioni ad aprile, la squadra di Baldoni non ha avuto la forza necessaria contro una squadra che sembrava ormai destinata ai playout e che invece ha avuto un guizzo che potrebbe essere decisivo. D’altronde questo campionato di certo non è restio a regalare sorprese. Bene anche l’Argentario, che con il successo del Maracanà dovrebbe aver eliminato la preoccupazione dell’ultimo posto, ma la copertina di giornata la merita sicuramente l’Orbetello del duo Fratini-Ferrigato, capace di espugnare la Corte degli Ulivi e piazzare un grandissimo colpo in chiave salvezza diretta.

Il cammino dei lagunari, partendo da posizione più arretrata, assomiglia molto a quello del San Miniato, con un solamente un ko nel girone di ritorno e non è un eufemismo né piaggeria constatare come il supporto e l’aiuto della tifoseria orbetellana sia stato in questa stagione encomiabile, anche quando le cose andavano meno bene. In questo senso, Viva, davvero, il calcio dilettanti! Pareggio per il Manciano, nel primo dei scontri diretti per la salvezza dal cui dipenderà la stagione dei biancorossi, mentre il Ponte d’Arbia del tecnico grossetano Tosini esce sconfitto da Torrenieri fallendo nel finale due clamorose occasioni (di cui un rigore sbagliato) per uscirne indenni. Forse domenica il quadro potrà apparire ancora più chiaro e nitido, ma visto l’andamento di questa annata non ci stupiremmo del contrario.

Nel girone G, invece, tris d’autore per il Massa Valpiana a San Vincenzo, con Bruzzone e Molinari a trascinare i ragazzi di Cavaglioni verso il secondo posto finale, il primo degli “umani” dietro la stratosferica Geotermica, un exploit che forse ha un po’ offuscato lo splendido percorso dei metalliferi. Per il Caldana, invece, una’ltra sconfitta che avvicina, purtroppo, la retrocessione in Seconda Categoria: solo la matematica tiene ancora in vita i biancocelesti.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
0
Would love your thoughts, please comment.x