Connect with us

Calcio

Argentario: il futuro è adesso

PORTO SANTO STEFANO – La compagine del presidente Amerigo Loffredo, è da sempre una ottima società, organizzata, con obiettivi precisi , che ha come fiore all’occhiello il settore giovanile di cui il responsabile è Domenico Picchianti.
Il mantra della società santostefanese in questi anni è stato sempre quello di lanciare giovani per poter affrontare i campionati con le proprie risorse.
L’Argentario , di cui l’icona è il direttore generale Maurizio Capitani ha attuato questa politica e unitamente a tutta la dirigenza ha fatto sì che negli anni la compagine azzurra sia a tutti gli effetti l’unica che abbia nella rosa della prima squadra tutti ragazzi del posto all’insegna della santostefanesità, dell’attaccamento e dell’orgoglio di indossare quella maglia.
L’arrivo di Vittorio Patanè con il ruolo di direttore sportivo, vista anche la capacità comunicativa ha dato un impulso al brand Argentario.
Non è un caso che , grazie alla risonanza mediatica avuta in questi mesi supportata dalle indubbie capacità dirigenziali di tutti i componenti del direttivo azzurro, l’Argentario calcio oggi può contare su una nuova e riconosciuta dimensione.

La ricerca continua della qualità e in termini organizzativi e di allestimento delle squadre, con programmazione e pianificazione dei vari organismi societari che vanno dai piccoli alla prima squadra, fa parte di una concezione di lavoro del gruppo dirigente storico, Capitani, Picchianti, Loffredo, Casetta e il presidente Amerigo Loffredo che della passione calcistica e  l’amore per l’Argentario ne hanno fatto una parte rilevante della loro vita. Un gruppo dirigenziale che ha visto arricchirsi ultimamente anche grazie all’arrivo di personaggi storici, vicino al calcio santostefanese come l ex presidente argentarino Vincenzo Maiorino e lo stesso Patanè

Ma veniamo all’oggi . Anzi per la verità al mese di Febbraio quando dopo la rinuncia di Picchianti da allenatore della prima squadra c’è stato l’arrivo di Giorgio Guidi, fortemente voluto dalla società santostefanese . Ma l’Argentario e i dirigenti volevano qualcosa in più, su indicazione di Picchianti la società ha ritenuto fosse venuto il momento di fare un salto di qualità dal punto di vista tecnico anche per la rosa della prima squadra. Specie in alcuni ruoli chiave. I nomi arrivati , voluti e fortemente cercati come Loffredo, Patanè e Costaglione , solo per caso corrispondono anche all equazione giocatori santostefanesi – Argentario. Tra i giocatori ricercati c’erano anche Nieto, Angelini e via dicendo. Come dire che l Argentario era pronto a guardare anche oltre il proprio naso per fare un ulteriore salto di qualità alla squadra con l intento di far bene già da questa stagione, per lottare lì tra le grandi e con le migliori del campionato di Prima categoria. Così come sta avvenendo nel settore giovanile, dove spiccano tre nuovi allenatori , tre arrivi importanti non santostefanesi, come Luca Angeli, Gabriello Carotti e Luciano Fusini. Un Argentario quindi che guarda avanti , fiero e orgoglioso del proprio passato con tante certezze, la voglia di migliorarsi sempre e con il sogno oramai ad un passo del campo sintetico al Maracanà.

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x