Connect with us

Varie

Bocce paralimpiche: a Pieve a Nievole la prima gara post-Covid con 40 ragazzi da Piombino, Rosignano, Pontedera, Sansepolcro e Grosseto. Prova a squadre vinta dalla Piombinese, a coppie da Ricci (Biturgia) e Renieri (Grossetano)

Sono ripartite alla grande in Toscana le bocce paralimpiche per atleti con disabilità intellettivo-relazionale (DIR). Sono stati 40 infatti gli atleti partecipanti a “Ri-Giochiamo a Bocce”, la gara organizzata il 23 giugno a Pieve a Nievole da Federbocce Toscana e Bocciofila Pieve a Nievole. Si è trattato del primo ritrovo per i ragazzi in occasione di una competizione sul campo da un anno e mezzo e l’ampia partecipazione ha mostrato quanto questo momento fosse atteso. I 40 iscritti a questa gara nazionale hanno rappresentato 6 società di tutta la regione. Il più numeroso è stato il gruppo della Bocciofila Piombinese Associazione La Provvidenza che pratica da anni l’attività boccistica DIR, prima con la Bocciofila Val di Cornia e ora con la Piombinese: 12 partecipanti. I padroni di casa della Bocciofila Pieve a Nievole, realtà in crescita, e i rosignanesi dell’Efesto, habitué delle gare, hanno schierato 8 ragazzi a testa, mentre 6 sono stati i partecipanti della storica e blasonata ASHA Pisa di Pontedera. In 4 sono arrivati dalla Bocciofila Biturgia di Sansepolcro, alla prima partecipazione al circuito, in 2 dal Circolo Bocciofilo Grossetano, che da due anni ha aperto una vivace sezione paralimpica. La competizione ha visto i giocatori cimentarsi sia in prove a squadre con i “giochi di bocce”, che in partite, individuali e a coppie. Il gioco ha premiato La Provvidenza Bocciofila Piombinese, vincitrice della prova a squadre; seconda si è classificata la mista composta dalla Biturgia e dal Grossetano. La prova individuale maschile è stata vinta da Radames Ricci della Biturgia, che ha prevalso sul compagno di squadra Leonardo Piegai, mentre tra le ragazze primo posto per Virginia Rodero dell’Efesto e Lucia Petrai de La Provvidenza, per un punto in più su Maica Marchetti de La Provvidenza. La prova di coppia invece ha visto prevalere Radames Ricci della Biturgia e Emanuele Renieri del Grossetano, vincitori in finale su Alberto Borghesi di ASHA Pisa e Gianluca Mannari dell’Efesto.

A premiare i ragazzi sono stati il Sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti, il Presidente di Federbocce Toscana Giancarlo Gosti, il Presidente della Bocciofila Pieve a Nievole Libertario Ciampi, il Consigliere Regionale FIB e Assessore al sociale di Pieve a Nievole Claudio Mazzei, il delegato CIP Pistoia Gianluca Ghera.

Il Presidente Gosti ha commentato: “Vedere una tale partecipazione a una manifestazione paralimpica in questo periodo rafforza la convinzione della nostra Federazione di quanto sia importante questo settore. 40 ragazzi, 6 società, tanti accompagnatori e genitori che hanno voluto seguire i ragazzi: è stata una giornata intensa che ci ha dato tanta soddisfazione. Ringrazio tutta la Bocciofila Pieve a Nievole del Presidente Ciampi, l’Amministrazione Comunale per averci sostenuto, tutte le realtà presenti, ragazzi, istruttori e accompagnatori, lo staff FIB Toscana coordinato da Claudio Costagli, Simone Mocarelli e Stefano Bartoloni, il direttore di gara Claudio Mazzei”. Il Sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti ha salutato così i partecipanti: “Pieve a Nievole e la sua Bocciofila sono realtà vivaci e attente al sociale. L’attività paralimpica che viene svolta con continuità è stata suggellata da questa fantastica giornata, della quale tutti andiamo orgogliosi”.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x