Connect with us

Atletica e podismo

Due primati e un pass per i Giochi di Tokyo hanno illuminato, allo stadio Carlo Zecchini, la seconda giornata dei campionati juniores e promesse di atletica leggera

Atletica-100-metri-Zaynab-Doss
Andrea Dallavalle, alla vigilia della manifestazione era stato indicato da Stefano Mei e Alfio Giomi come la stella più brillante dell’intera tre giorni. E così è stato. Il 21enne piacentino, portacolori delle Fiamme Gialle, nel salto triplo, ha fatto un balzo da record: 17,35 metri, quaranta centimentri meglio del suo personal best, ma soprattutto con la migliore prestazione italiana under 23 ottiene lo standard di qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo, saltando 19 centimetri oltre il 17,14 richiesto dal Cio. Una misura da finale olimpica, insomma. Dallavalle, già protagonista agli Europei junior grossetani del 2017, è diventato con questa misura il quarto triplista di sempre dopo Fabrizio Donato (17,60), Daniele Greco (17,47), Paolo Camossi (17,45).
In questa gara Simone Forte (Fiamme Gialle), in pedana fuori classifica (è del 1996), all’ultimo salto ha ottenuto i suoi primi 17 metri in carriera, 17,07, a sette centimetri dallo standard di Tokyo.
Un altro straordinario record è arrivato nel giavellotto U20 con il 73,78 di Giovanni Frattini (La Fratellanza Modena) che al primo lancio ha battuto il record detenuto  da Maullu (73,06).   Il 18enne riminese aggiunge il primato juniores a quello già realizzato da allievo in occasione dell’argento all’Eyof di Baku 2019 (75,25) e si migliora di quasi un metro e mezzo rispetto al 72,47 del 23 maggio.
Ma non sono mancati grandi risultati nemmeno in pista. Il campione europeo under 18 Lorenzo Benati ha vinto i 400 juniores con un bel 46’34. Nei 400 promesse la bresciana Anna Polinari ha vinto il titolo tricolore (52″66), superando la favorita Eloisa Coiro delle Fiamme Azzurre (52″95), migliorandosi di un secondo.
Nella marcia il “folletto” di Livorno Davide Finocchietti colpisce ancora: vince Il titolo under 23 dei 10.000 di marcia su pista dopo un bel duello con  Riccardo Orsoni (Fiamme Gialle). Tre secondi a separarli al traguardo (42’37″25 Finocchietti, 42’40″45 Orsoni).
Non si ferma Greta Brugnolo che bissa il titolo dell’eptathlon di Fabriano,con il tricolore nel triplo. E allunga a 13,49, seconda misura europea U20 dell’anno. Nell’asta promesse Nicolò Fusaro, superando l’asticella posta a 5,25, ha fatto il minimo per gli Europei under 23.
I GROSSETANI. Bel decimo posto per Elisa Napolitano nei 3000 siepi juniores con il tempo di 12’09″42, in una gara vinta da Katja Pattis (10’37″81). Thomas Borzi si è ritirato nella 10.000 di marcia juniores, mentre Andrea De Simone non si è presentato al via del triplo juniores per un leggero infortunio.
Advertisement
Click to comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x