Connect with us

Calcio

Follonica Gavorrano-Trastevere: le pagelle. Dierna è il migliore, ma ci sono tante insufficienze

Published

on

Follonica Gavorrano Trastevere

FOLLONICA GAVORRANO: 5
Trombini 5: ancora una volta responsabile sul gol che consente la vittoria al Trastevere. È un giovane, ma l’ombra del portiere ammirato nel girone di andata. E a proposito di Ombra…
Dierna 7: il capitano come sempre è l’ultimo che molla, si spinge nei minuti finali alla ricerca del gol che questa volta non arriva.
Apolloni 5,5: solito lavoro di grande abnegazione, corsa ed impegno. Questa volta però è meno lucido del solito.
5′ st. Luzzetti 6,5: entra da veterano, lui che è un 2003. Preciso sulla fascia, cerca spesso l’uno due con qualche compagno che, suo malgrado, non recepisce. Visto che, per il Gavorrano è purtroppo già tempo di pensare al domani, quale migliore occasione di mettersi in evidenza?
Grifoni 5,5: nel primo tempo si vede poco o niente. Si salva nella ripresa quando dai suoi piedi partono le azioni più pericolose.
Mencagli 4,5: un attaccante vive di gol e purtroppo arrivano per lui un paio di occasioni che come al solito non riesce a sfruttare.
Lombardi 5: chiamato a fare il play al posto di Lo Sicco, esce fuori solamente nella ripresa. Quando si accende al manovra diventa più fluida.
Tomassini 4,5: tanto movimento, ma non riesce mai a rendersi pericoloso. Gioca costantemente a 30 metri dalla porta, come si fa a segnare in questa maniera?
Papini 4,5: soffre la fisicità del Trastevere ed il tecnico decide di sostituirlo ad inizio ripresa.
5′ st. Berardi 6,5: uno dei grandi dilemmi del Gavorrano di questa stagione. Fuori per infortunio Lo Sicco e Bruni, non trova spazio neanche oggi nell’undici titolare e quando entra, insieme a capitan Dierna, è l’unico che si danna l’anima e l’ultimo ad alzare bandiera bianca. Sicuro che gli altri siano migliori di lui?
Farini 6: come i compagni di reparto mette tanto impegno e abnegazione.
Zini 5: cerca di contenere gli avanti del Trastevere, ma difficilmente ci riesce.
Corioni 6: tanta fisicità e qualche buona invenzione, ma non sempre fa la scelta giusta.
35′ st. Vai sv: pochi minuti per essere giudicato.
Favarin 4,5:  tornato a furor di popolo alla guida dei minerari, memori del carattere che infondeva alla squadra, è la brutta copia del condottiero che guidò il Gavorrano a un passo dal miracolo della salvezza in serie C. Squadra compassata, monocorde, totalmente priva di idee, insiste sul suo cervellotico 3-5-2, affidandosi a diversi giocatori fuori forma e, soprattutto fuori ruolo. Con un attacco spuntato come quello biancorossoblu, insiste con la coppia Mencagli-Tomassini, relegando a regista un improbabile Lombardi e lasciando ancora una volta fuori dall’undici iniziale Berardi. Grande, anzi grandissima confusione.

Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x