Il punto della 29° giornata in Prima Categoria: tutti in trepidante attesa dell’ultima giornata…

Mister Nicola Giallini

COME NEI MIGLIORI FILM…Nel film straordinario di questa annata, non poteva che essere il finale la parte più gustosa, sia in testa che in coda, con un occhio anche a possibili appendici che al momento sono tutt’altro che fuori luogo. Sono ancora quattro le squadre che hanno possibilità di vincere il titolo (il ko del Quercegrossa a Fonteblanda estromette il team di Marchi dalla lotta al primo posto), con tutte le possibili combinazioni che possono essere trovate nell’articolo del direttore Lombardi. Di sicuro una cosa c’è: il Sant’Andrea è artefice del proprio destino. Anichini e compagni, infatti, si aggiudicano in rimonta la sfida con l’Amiata e con altri tre punti sarebbero certi del passaggio di categoria. Una gara che si era complicata quella di ieri e risolta dal guizzo del rientrante Masini, uno degli artefici della stagione dei record fermato a inizio anno da un grave infortunio. L’attaccante ha saputo rialzarsi così come ha fatto la squadra dopo le difficoltà di inizio stagione e ora, scherzo del destino, o trama perfetta (come nei migliori film..) si troveranno di fronte l’Argentario degli ex Cedroni e Coli (anche loro protagonisti del trionfale passaggio in Prima del Sant’Andrea). La lotta per il primato passa quindi come pronosticato in passato dal Maracanà, con San Quirico e Gracciano spettatori interessati per un eventuale, clamoroso, spareggio. Il quadro delle partecipanti ai playoff, vincitrice a parte, è già delineato, mentre Scarlino e Fonteblanda sarà l’incontro spartiacque della zona salvezza, con i neroverdi che in questa tornata hanno guadagnato posizioni importanti con il grande successo sul Quercegrossa. Così come la lotta al titolo, anche per i playout casistiche e ipotesi di classifica finale si sprecano, con sette squadre ancora interessate, con l’Alberese che tenterà l’ultima carta per evitare la retrocessione diretta e Manciano-San Quirico che legherà in una sola gara le due facce della classifica. Un 5 maggio (data ricorrente in letteratura, ma anche nel calcio professionistico italiano) che sarà tutto da vivere e che lascerà emozioni forti, nel bene e nel male.  Come, appunto, nei migliori film..

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW