Connect with us

Calcio

Lettera aperta di Massimiliano Riccini, tecnico esonerato dopo aver vinto 27 a 0. “Non volevamo umiliare nessuno”

Published

on

Grosseto. Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera che ci è stata scritta dal tecnico degli Juniores provinciali dell’Invictasauro, che è stato esonerato dalla società dopo aver vinto 27 a 0 contro il Marina.

Egregio direttore Fabio Lombardi,
scrivo questa lettera per difendermi dalle accuse di antisportività e mancanza di valori che mi sono state mosse contro, in seguito al risultato anomalo conseguito durante la partita disputata oggi.
Innanzitutto, mi preme rassicurare che nessuno dell’Invictasauro ha mai pensato di umiliare o ridicolizzare volontariamente l’avversario, né tantomeno che ci sia stato un accanimento da parte di una squadra più forte nei confronti di una più debole. Dopo pochi minuti dall’inizio della partita, avevamo già segnato diversi goal, tuttavia, in una giornata fredda e piovosa, sarebbe stato davvero umiliante chiedere alla squadra di non giocare per i restanti 80 minuti. I miei ragazzi hanno giocato senza leziosismi, senza cattiveria agonistica ed è stata una partita con pochissimi falli e senza ammonizioni. Rendendomi conto della situazione che si era venuta a creare, alla fine primo tempo sono andato subito dal mister della squadra avversaria a chiedere se potevamo fare qualcosa per aiutarli e lui stesso mi ha risposto che l’unica cosa da fare era, ovviamente, continuare a giocare.

Gli Juniores sono ragazzi ormai grandi e perfettamente in grado di capire le situazioni. I comportamenti antisportivi sono altri, sono le scorrettezze in campo, i falli “cattivi” e le umiliazioni verbali. Giocare a calcio e segnare 27 goal, se fatto nel rispetto delle regole e degli avversari non è antisportivo. Lo sarebbe stato fare un “torello” per 80 minuti sotto la pioggia o aiutarli a segnare “almeno un paio di goal” (come qualcuno ha provato a recriminarmi successivamente). Io non sono disposto a prendere in giro nessuno né tantomeno insegno ai miei ragazzi a farlo. Lo sport, nell’agonismo, è un confronto ed io, personalmente, da avversario preferirei perdere onestamente 27-0 piuttosto che perdere con pochi goal di scarto ma consapevole di essere protagonista di una farsa e non di una partita di calcio.

Nell’accadimento di oggi non credo che ci siano delle colpe particolari. A me dispiace per loro, ma io e i miei ragazzi li abbiamo rispettati in campo e trattati senza ipocrisia e loro, pur subendo tanti goal, hanno mantenuto la loro dignità di giocatori, ci hanno provato fino alla fine e, a partita conclusa, ci siamo salutati serenamente. Chi mi colpevolizza, se fosse stato presente alla partita, avrebbe avuto la vera percezione di come stavano andando le cose.

In tutta questa storia, la vera sconfitta è vedere quanta ipocrisia, banalità e povertà d’animo vengono fuori senza nessuna cognizione di causa.

Pagherò io con questo esonero e ringrazio quanti, conoscendomi, mi stanno dimostrando solidarietà. Abbraccio affettuosamente i miei ragazzi, a presto!

Mr Riccini Massimiliano

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Advertisement
23 Comments

23 Comments

  1. Riccardo Ortis

    Riccardo Ortis

    17 Nov 2019 at 00:25

    Mister……se avesse fatto una sorta di ” torello” sarebbe stato Esonerato lo stesso, un po’ come l’agnello sacrificale….. ahimé!!!!

  2. Massimo Magenes

    Massimo Magenes

    17 Nov 2019 at 00:28

    Mr. Riccini, concordo in pieno le sue parole e mi trova perfettamente solidale.

  3. Moreno Trabalzini

    Moreno Trabalzini

    17 Nov 2019 at 00:38

    Ero presente e tutto questo è vero. Ti conosco troppo bene, so chi sei e conosco i tuoi valori. Tutti i ragazzi del team hanno scelto questa Società anche perché sapevano che li avresti allenati tu, sapevano chi eri e come operavi. Chi era presente alla partita oggi si rende conto della verità delle tue parole. Sei uno dei migliori che ho conosciuto.

  4. Fabrizio Nigido

    17 Nov 2019 at 00:40

    Mister io non ti conosco personalmente ma hai tutta la mia solidarietà. La cosa più triste sono i commenti di tanta gente che parla, giudica ed in campo non c’è mai stato. Spero solo che i tuoi ragazzi si ribellino a questa scelta cervellotica della società e si rifiutino di scendere in campo senza di te. Saluti

  5. Fabrizio Nigido

    Fabrizio Nigido

    17 Nov 2019 at 00:42

    Solidarietà a te mister. Spero che i tuoi ragazzi si ribellino a questa scelta cervellotica della società e di rifiutino di scendere in campo senza di te.

  6. Angelo Paganucci

    Angelo Paganucci

    17 Nov 2019 at 03:36

    Dirigenza pessima e mediocre. Umiliante sarebbe stato fermarsi…

  7. Vincenzo Vallefuoco

    Vincenzo Vallefuoco

    17 Nov 2019 at 07:26

    Ciao Mister ti ho conosciuto sui campi di calcio ed è stato sempre un piacere persona corretta e attenta ai valori sportivi Ciao Mister

  8. Biagi-one Rezza

    Biagi-one Rezza

    17 Nov 2019 at 08:38

    Mister io non la conosco …ma quando ho sentito del risultato ..avendo un ragazzo che gioca nello stesso campionato..ho storto un po il naso..Ma ho anche un ragazzo che gioca a rugby e gli posso confermare che ogni domenica ci sono partite che terminano 100 a zero..e che nessuno sogna di fermarsi in nwssuna delle due squadre …ma purtroppo lei paga ..la mancanza di rispetto generale (QUELLA VERA )non quella scritta e stampata sulle maglie dei professionisti..di cui il mondo del calcio è pieno ..Purtroppo se si insegna sempre di piu ai giovani calciatori che l importante è vincere ..questo è il risultato…e lei paga questo…Spero che questo serva di insegnamento a tutti ..dirigenti allenatori calciatori e genitori…Sono convinto altresi che tutti i protagonisti di questa strana vicenda si riguardino..perché lei non puo essere l unico responsabile di un ambiente che non dovrebbe cambiare …ma non attraverso punizioni ma bensì con i fatti …In primis le famiglie poi le societa e dopo i ragazzi ..Buona domenica ..

  9. Paolo

    17 Nov 2019 at 10:01

    Il punteggio è eloquente: 8-0. Un’apoteosi per il Manchester City, una desolante umiliazione per il Watford. Tuttavia, secondo Pep Guardiola, non si è trattato di una scelta sbagliata continuare a giocare nonostante un netto 5-0 accumulato dopo solamente 18 minuti di gioco. Queste le sue parole: “Siamo stati spietati e abbiamo segnato 5 gol su 5 tiri. Pensiamo che a volte non riusciamo a segnare dopo 20 occasioni! Non abbiamo avuto troppo tempo per prepararci a questa sfida dopo la partita di Champions di mercoledì e il lungo viaggio. È stata però una bella giornata per tutti noi e per i tifosi del City: sole e tanti gol. Nel secondo tempo, anche sul 5-0, non dovevamo fermarci: sarebbe stata una mancanza di rispetto. Abbiamo invece giocato sul serio, senza fare niente di speciale”.

    Nessuno ha pensato di esonerare Guardiola…..ora tutti buonisti, questo tecnico magari campava con il misero stipendio, e senza contratto……pero’ pensiamo solo al risultato….cosa non si farebbe per apparire buonisti….

  10. Gianni Ottaviano

    Gianni Ottaviano

    17 Nov 2019 at 11:56

    Cristian Burioni

  11. Fabio Giani

    17 Nov 2019 at 12:04

    Piena salidarietà al mr. Riccini, conoscendolo personalmente, lo ritengo una persona delle più corrette in generale. I gesti antisportivi sono ben altri. Decisioni, come sempre, prese a tavolino senza conoscere la dinamica dei fatti. Forza mister.

  12. Pingback: В Италии футбольного тренера уволили после победы со счетом 27:0 - Российские СМИ

  13. Alessio Andreoni

    Alessio Andreoni

    17 Nov 2019 at 12:41

    Ho avuto il piacere di conoscere Riccini al Passalacqua, esprimo la mia forte vicinanza al mister per quanto successo. Purtroppo è molto più facile fare così che capire il reale motivo di questo risultato. Spero, mister, che presto torni su una panchina perché poche volte in un campo di calcio si trovano persone come lei.

  14. Fabrizio Camarri

    17 Nov 2019 at 13:11

    Penso che la società in questione abbia creato un bel precedente. Attenti al risultato mister della 2,3,4,5 in classifica, potreste essere tranquillamente esonerati dai vostri presidenti.

  15. Pingback: Тренера уволили после победы его команды со счётом 27:0 — Bisocnet

  16. Luigi

    17 Nov 2019 at 14:18

    Mi dispiace ma non sono d’accordo con i commenti a questo articolo, quella del mister che per altro non conoscendolo per me persona degnissima, mi sembra un cercare di dare giustificazioni quando peraltro ormai la frittata è stata fatta, non aiutato sicuramente dai collaboratori in panchina e dai propri giocatori.
    Sinceramente fare 27 reti non ce ne è assolutamente bisogno e ci sono molti modi per cercare che questo non avvenga.
    E sinceramente tutte quelle persone che come ritornello dicono che si umilia di più a cercare di non fare gol non mi fa nel caldo ne freddo.
    Visto che chi scrive è sempre stato un addetto lavori sia come allenatore che dirigente accompagnatore, ma mi sono sempre adoprato per intervenire quando il risultato iniziava a diventare troppo ampio.
    Poi sicuramente ci sarebbe molto da discutere su le società che non hanno le rose adeguate a disputare campionati e a questo dovrebbe provvedere la federazione.

  17. Riccardo Malcovati

    17 Nov 2019 at 15:33

    Pur non conoscendo il mister concordo in pieno con le sue parole.
    Inoltre, avendo fatto categorie minori anche io in passato ho riscontrato questo problema varie volte. C’è da chiedersi come sia possibile che nello stesso campionato siano presenti squadre con un gap così grande, con una differenza di valori così marcata… Anch’io in passato ho vinto partite 20-0 e la causa è, a mio parere, la regola tutt’ora in vigore che dice che un annata di ragazzi dipende da quella immediatamente successiva (nel mio caso essendo un 2000 dipendevamo dai 1999, molto più scarsi.) Quindi se l’annata più grande retrocede, l’anno dopo saranno i più giovani a pagarne le conseguenze. Per me il problema nasce da lì. Sinceramente licenzierei chi ha pensato questa regola non un povero allenatore sicuramente non pagato che lo fa per passione e cerca di stimolare il più possibile i suoi ragazzi.
    Peraonalmente definirei questo esonero in un modo solo: SCANDALOSO

  18. Lupo1912

    18 Nov 2019 at 07:59

    Non conosco l’allenatore, ma PIENA SOLIDARIETA’ a lui.
    Poi non ho capito bene il senso di questa scelta, si vuol forse far passare il messaggio di chissà quali valori etico-sportivo…….mi sembra solo ipocrisia, forse era meglio fare mezz’ora di torello? oppure far fare un gol “finto” agli avversari per dargli “il comtentino”?????

  19. Luigi

    18 Nov 2019 at 09:37

    Ma a nessuno è venuto in mente che anche i ragazzi del Marina abbiamo smesso di impegnarsi (giocare) quando hanno incominciato ad essere sommersi di reti…!!

  20. Pingback: Vainqueur 27-0, un coach italien prend la porte !

  21. Attilio Pietrelli

    19 Nov 2019 at 13:18

    Mister sono totalmente d’accordo con te, sicuramente sarebbe stato molto più umiliante fare”torello” per 45/60 minuti.

  22. Pingback: La squadra vince 27-0, allenatore esonerato e scuse agli avversari.

  23. Fabio

    22 Nov 2019 at 14:34

    Conosco il mister personalmente, sia a livello lavorativo che sportivo e vi assicuro che è difficile trovare persone di tale umiltà, ma aldilà di questo, nel caso qualcuno facesse la morale senza essersi preso la briga di farsi 2 conti, il marina calcio è ultima in classifica e prima della sconfitta in questione aveva 1 gol fatto e 38 subiti in 6 giornate. piu di 6 gol a partita. Andando a spulciare i risultati, mi è venuto all’occhio un 12 a 1 inflitto dall’argentario che in classifica ha 10 punti in meno dell’invicta sauro. Ora potete dire tutte le frasi da perbenisti che volete, ma la situazione mi pare abbastanza chiara, il Marina ha probabilmente una rosa non all’altezza per questo campionato oltre la capacità gestionale, quindi creare il terrore intorno a risultati dilaganti verso questa squadra, rende ancora più umiliante la permanenza in questo campionato. Essere biasimati a ogni gara dall’avversario…questo è quello che ha portato, il bisogno di prevenire ogni tipo di accuse, la reazione del presidente dell’invictasauro! Complimenti presidente, parliamo di ragazzi di 20 anni non di 10, a quell’età si è gia deciso se essere un bullo o un giusto e sicuramente non è un risultato di calcio a cambiare questa decisione!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi