Altri Sport Rugby

Rugby under 14: una vittoria e una sconfitta per la franchigia Maremma

Una fase del torneo

Prestazione in chiaroscuro per il Maremma Super Rugby, nell’ultima giornata della fase preliminare del campionato under 14. I biancorossi, impegnati in un triangolare a Siena, con i padroni di casa e con il Gispi Prato, rimediano la prima sconfitta stagionale con i lanieri, prima di rifarsi contro i “cussini senesi”.

Il torneo vede per primi impegnati i maremmani contro il Gispi Prato. Da subito i grossetani appaiono in grande difficoltà: contratti e nervosi, non riescono ad esprimere il gioco veloce e continuo che li ha contraddistinti finora; inoltre una certa indolenza in difesa fissa il risultato sul 14 a 0 per i pratesi che vanno a segno due volte. La seconda partita vede il Gispi opposto al Cus Siena, con i pratesi vittoriosi al termine di un match molto tirato. Proprio durante il secondo match i coach Bertelli e Ciurli, danno una bella strigliata ai propri giocatori. La ramanzina sortisce l’effetto sperato perché nel match contro il Siena i maremmani appaiono trasformati. Trascinati da Tamburro, che seppur in non perfette condizioni fisiche si è messo a disposizione della squadra, travolgono i senesi con tre mete. La prima proprio di Tamburro che, ben servito all’ ala, sfrutta la sua micidiale velocità per segnare in mezzo ai pali. Ma il capolavoro arriva nella seconda segnatura: gioco multifase che raggruppa la difesa bianconera, rapida trasmissione all’ala con Tamburro che sfugge sull’out, placcaggio disperato dell’estremo senese, con l’ala biancorossa che cadendo passa all’accorrente Malossi che schiaccia nell’ angolino. Nel finale Guadagnolo segna ancora di potenza dopo una prolungata azione di mischia. Da segnalare la convincente prova di Malossi che ha combattuto senza mai arrendersi. Punteggio finale: 17 a 0 per i biancorossi.

Ora pausa di campionato in attesa della composizione dei gironi con il Maremma Super Rugby che chiederà di partecipare al gruppo due.

Redazione

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.