Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Ciak si gira, al via il campionato. Tutto quello che si deve sapere su Ponte Buggianese-Us Grosseto

Grosseto. Ciak si gira, la prima di campionato i biancorossi grossetani si dirigeranno al Sandro Pertini di Ponte Buggianese dove lo scorso alla 24esima lo espugnarono in un campo infausto al fotofinish con un gol di Berretti. Il sodalizio pontigiano che si regge sulle sapiente mani del trio Toci, Seghetti e Sensi quest’anno si avvarra’ anche dell’aiuto del nuovo ds Daniele Fanucci ex Unione Pontigiana, arrivano da un’escalation importante appena nel 2012-2013 era in prima categoria ha scalato classifiche e questo che si appresta ad affrontare sara’ il terzo anno consecutivo di Eccellenza sempre migliorando le posizioni,lo scorso anno salvandosi con una giornata di anticipo e l’anno ancora prima si salvo’ ai play-out al cospetto del Cecina. Squadra rinnovata, anche se in sella siede sempre il condottiero mister Corrado Scintu.

La batteria si portieri e’ aumentata con l’arrivo di Kolaj dalla juniores nazionale del Ghiviborgo, in difesa sono arrivati a dar manforte Matteo Panelli ex Larcianese,Riccardo Citti dal Viareggio,Tolaini dal Castelnuovo Garfagnana e due giovani di belle speranze come il 2001 Lorenzo Rizzo dal Capostrada e il 2000 Monti dal J.Montemurlo . A centrocampo e’ arrivato un calciatore la quale nelle amichevoli ha fatto vedere le cose piu’ interessanti,stiamo parlando di Francesco Nardi una mezzala mancina con il vizio del gol,per lui lo scorso anno in promozione alla Folgor Marlia 11 reti.Poi Riccio e Parlato ancora dal J.Montemurlo.L’eclettico Lorenzo Benassi lo scorso anno partito con l’Aglianese e poi finito alla Pontremolese,inoltre un 1998 come Guastapaglia l’ultima stagione toccata e fuga in quel di Montecatini .

In avanti ci sono state le dolorose partenze di Chiaramonti andato alla neonata Fc Montignoso e di Aperuta approdato alla Colligiana,ma rimpiazzati da Simone Buccella 1998 un giovane di belle speranze nell’anno appena passato si e’ diviso fra Tortoli’ e Montecatini in serie D,due ragazzi del 2000 Matteo Arcoraci dalla juniores nazionale del Real Forte Querceta, e Alessio Murgia ex primavera Entella Chiavari, ma il colpo ad effetto e’ stata l’acquisizione di Samir Lacheheb arriva dalla Lampo ma ha un curriculum di tutto rispetto nei professionisti capace di far innamorare il pubblico per le sue giocate,negli ultimi anni si era specializzato in promozioni prima a Montecatini e poi Montevarchi portandole in Serie D. Gli scontri fra i due mister nelle precedenti annate e’ quasi in parita, due anni fa Ponte Buggianese-Atl.Piombino 2-2, e il ritorno Atl.Piombino- Ponte Buggianese 1-2 , lo scorso anno Atl.Piombino-P.Buggianese 2-1 e il ritorno Ponte Buggianese-Atl.Piombino 2-1. La filosofia di Mister Scintu e’ sempre stata di attaccare la squadra avversari con diversi uomini, il suo modulo preferito e’ il 4-2-3-1 provando nel ruolo di trequartista centrale nelle amichevoli Benassi, e di essere efficenti sulle seconde palle,e non mollare mai(vedi reazione dopo i gol di domenica). Ma dopo il primo turno di Coppa avendo subito 3 gol cambiera’ qualcosa? Per il Grosseto,per la cabala,vedi i primi turni degli ultimi due anni,due sconfitte contando anche il “roselle”,la prima stagionale da 3 punti presenta delle vere e proprie insidie,ma se entra come e’ sceso dal 46esimo alla Magona the show must go on….

Redazione

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Un vecchio proverbio recita così: «Chi ben comincia è a metà dell’opera!». Quindi FORZA GRIFONE! La campagna abbonamenti, almeno fino a questo momento, è stata sicuramente al di sotto delle aspettative, per motivi che non sto qui a ripetere; una vittoria convincente col Ponte Buggianese potrebbe rilanciarla in grande stile…

    • Se mi consenti Corrado, la campagna abbonamenti al di sotto di quali aspettative sarebbe stata? Abbiamo alle spalle 6 anni di insuccessi e delusioni, lo scorso campionato doveva essere una cavalcata trionfale per la rinascita del Grifone ed invece si è risolto in un flop totale, come se non bastasse è freschissima la mancata richiesta di ammissione alla serie D (forse le chance erano poche, ma non averla fatta ha rappresentato un messaggio ben preciso)…stando così le cose, ti aspettavi coinvolgimento ed entusiasmo? Io penso una cosa molto terra-terra: forse ogni tifoseria ha la squadra che si merita, ma è vero a maggior ragione il contrario, per cui ogni squadra, o meglio ogni società, ha la tifoseria che si merita.

      • Immaginavo che non saremmo arrivati a quota 1.000 abbonamenti, come lo scorso campionato, ma almeno a 500 sì. Evidentemente mi sono sbagliato, anche se da qui al 16 settembre le cose potranno ancora cambiare… in meglio. Sesto, il quadro che hai fatto degli ultimi 6 campionati del Grifone non fa una grinza. Nonostante ciò ho rinnovato l’abbonamento in tribuna laterale sud perché, pur amando tantissimo il calcio, IL GROSSETO È L’UNICA SQUADRA PER LA QUALE TIFO da quando avevo 15 anni (non seguo la nazionale italiana, non tifo per nessuna squadra di serie “A”).