<
Calcio Prima Categoria

Castiglionese: panchina calda per Gigi Valleriani

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. Panchina che scotta quella in cui siederà domenica prossima il tecnico della Castiglionese, Gigi Valleriani.
Una situazione che si è complicata dopo il pesante ko interno contro il San Quirico che ha mandato di fatto su tutte le furie la dirigenza rossoblù, certamente non soddisfatta dell’andamento dopo gli sforzi fatti per confermare gran parte della rosa.
Ma andiamo con calma ad analizzare cronologicamente la situazione.

TOSINI ADDIO, ARRIVA VALLERIANI. A sorpresa la Castiglionese e Tosini non trovano l’accordo e nonostante la miracolosa salvezza (penalizzazione di 6 punti) il tecnico viene sostituito. Sono i giorni in cui c’è l’accordo, poi saltato, con l’Etrusca Vetulonia per la fusione. Si decide quindi di virare come allenatore su Gigi Valleriani, ex Roselle e Montemerano.

AMICHEVOLI INDIGESTE. Primi attimi di tensione ed insoddisfazione nell’intervallo dell’amichevole contro il Santa Fiora, dove alla prima stagionale davanti al proprio pubblico i padroni di casa rimediano un pesante 4 a 0.

COPPA RIGENERANTE. I risultati sono migliori in Coppa Toscana, dove i ragazzi di Valleriani giocano un discreto calcio, seppur la qualificazione al momento è in bilico e solo il sorteggio dirà se il turno è stato superato o meno.

DISASTRO CAMPIONATO. Un inizio davvero negativo con la pesantissima sconfitta interna contro il San Quirico e l’assenza di gioco ha di fatto messo in gioco la panchina del tecnico che al momento è legata al risultato di domenica prossima.

E c’è già chi giura che al “Valdrighi” aleggi la presenza di Tosini che potrebbe essere uno dei papabili per un suo clamoroso ritorno.

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.