Il punto dopo la settima giornata in Prima Categoria: 100 gol con la Castiglionese per Pedroni

Nella foto di Fiorenzo Linicchi la Castiglionese esulta dopo una rete

L’AURORA PITIGLIANO ALLUNGA, NEANIA AL TERZO POSTO Aurora Pitigliano senza limiti dopo la settima giornata: il team di Galli infila il sesto successo consecutivo (3-1 con l’Alberese) e aumenta il vantaggio sul Quercegrossa, stoppato nel recupero a Paganico. I gialloblù domano invece l’Alberese, mettendo in ghiaccio il risultato dopo un’ora grazie ai tre tenori del proprio attacco, ovvero Paoloni, Formiconi e Sequino, confermando così di non avere vertigini da alta quota. Dal gruppone in lotta per i playoff emerge la Neania, che risolve a tempo scaduto l’ostica gara contro il Ponte d’Arbia. I giallorossi, in inferiorità numerica da metà secondo tempo, fanno festa al 93′ (su rigore) con il quinto gol del sempre più decisivo Cencini: un acquisto estivo decisamente azzeccato. E così, un campionato che sembrava dovesse essere nelle mani delle senesi, inizia ad avere forti tinte grossetane.

BLITZ ESTERNI PER CASTIGLIONESE E SCARLINO Anche a centroclassifica la situazione è in continua evoluzione, con la Castiglionese che sta rapidamente recuperando il terreno perso nelle prime giornate. La reazione nella parte finale della gara contro il Montalcino può davvero rappresentare una svolta fondamentale nella stagione, con Pedroni che realizza lo storico 100° gol in maglia rossoblù, mentre la doppietta dalla panchina di Ottobrino certifica la qualità di una rosa costruita per traguardi ambiziosi. Lo Scarlino corona invece una settimana da favola con un successo fuori casa contro una big come il Mazzola Valdarbia. I ragazzi di Visalli non hanno minimamente sentito la fatica dell’impegno di coppa terminato ai supplementari, rimontando l’iniziale svantaggio con i centri di Borrelli e Ghizzoni: tre punti davvero pesanti nel cammino verso la salvezza.

LA SITUAZIONE DELLE ALTRE L’Argentario torna dalla trasferta di Abbadia con un punto: risultato da prendere come bicchiere mezzo pieno, viste anche le defezioni patite dalla squadra di Picchianti che continua così a rimanere in orbita playoff. Non certo dello stesso tenore il risultato ottenuto dal Castell’Azzara, dal quale era lecito aspettarsi di più dal match casalingo contro la cenerentola Pianella, raggiunta solo dal rigore di Scapigliati. Segnali di reazione importante per il Paganico, che ottiene un punto quasi insperato ormai contro la corazzata Quercegrossa: sotto di un gol, i bianconeri vengono prima salvati dal proprio portiere Marzocchi, che neutralizza il secondo rigore concesso, poi rimangono in inferiorità numerica, ma, all’ultimo tuffo, siglano l’1 a 1 con il giovane Galloni. Nel girone D big match amaro per il Monterotondo, battuto di misura tra le mura amiche dal Castiglioncello: un ko che fa scivolare i rossoverdi al quarto posto. Un pomeriggio deludente che però non deve offuscare ciò di buono fatto fin qui e dal quale trovare gli stimoli giusti per reagire già da domenica prossima.

1 Comment
  1. Alongi della municipale 3 anni ago
    Reply

    Il paganico ha segnato dopo l’ingresso in campo di cr7 Garosi! Sarà un caso? Non credo

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news