Connect with us

Calciomercato

Blanchard replica: “Mario Ceri ha detto la verità, ma il mio no è stato solo verso il calcio giocato”

Published

on

Grosseto Dopo le dichiarazioni rilasciateci dal presidente unionista, Mario Ceri, in merito alla possibilità di vedere in biancorosso il difensore Leonardo Blanchard, grossetano doc, è arrivata la risposta del giocatore tramite il proprio profilo Instagram.

<<I miei rapporti con i Ceri? Sono buoni. A proposito, mi aggancio a questa cosa per spiegare quanto avvenuto tra ieri e oggi, quando ho risposto a un tifoso del Grosseto dicendogli quello che sapete tutti. Oggi è stata fatta un’intervista (da Gs, ndr) al signor Mario Ceri, il quale ha risposto come avrei risposto io e ha detto la verità. Una cosa, però, voglio spiegare: è vero che la famiglia Ceri e il Grosseto mi hanno corteggiato nei due anni precedenti, ma c’è un motivo se ho detto no. Io non ho detto no al Grosseto calcio e alla famiglia Ceri. Io ho detto no al calcio giocato, non al Grosseto. Non ho detto no alla famiglia Ceri che, anzi, stimo tantissimo per quello che ha saputo fare col Grosseto riportandolo, dove merita, tra i professionisti. Ho semplicemente smesso di giocare a pallone. Questo è il motivo per cui ho detto no. Adesso mi si sono riaccese la fiamma e la passione e sono aperto a nuove esperienze. Ovviamente, come ho detto ieri, giocare per la squadra dove sei nato e portare addosso i colori della città dove sei nato è un onore. Ho letto anche i commenti dopo che la mia storia Instagram è stata pubblicata (da Gs, ndr), commenti nei quali sono stato accusato di avere il cuore a Frosinone. Certo che ho il cuore a Frosinone, perché è diventata una seconda casa visto che i suoi abitanti mi hanno adottato come un figlio, ma rimango grossetano. Ho un bellissimo ricordo del Frosinone e rivestirei quella maglia per quello che ho vissuto lì. Questo non vuol dire che non sarei orgoglioso di portare i colori della città dove sono nato e combattere e lottare per le persone che sono mie concittadine. Sono due cose distinte: il ricordo e un pezzo di cuore lasciato nella città che mi ha dato tanto da una parte e le mie radici dall’altra>>.

 

Advertisement
2 Comments

2 Comments

  1. Sesto

    1 Ago 2020 at 08:38

    Io farei un ragionamento molto semplice: è stato un valido giocatore in serie A, ha un’età ancora accettabile, se è in grado di recuperare in tempi ragionevoli una buona condizione fisico-agonistica potrebbe rappresentare uno dei 3/4 elementi in possesso dell’esperienza e della cifra tecnica necessarie per predisporre un organico idoneo ad un buon campionato di serie C. Naturalmente poi ci sono aspetti economici e di opportunità la cui valutazione spetta per ovvi motivi solo alla dirigenza.

  2. Lupo1912

    1 Ago 2020 at 13:44

    Anch’io non entro in questioni economiche, se Blanchard ha le giuste motivazioni, penso che possa essere un ottimo rinforzo.
    Tra l’altro mi sembra ovvio che in un campionato di 38 partite, credo sia importante avere difensori centrali in numero adeguato per sopperire ad infortuni, squalifiche e ben otto turni infrasettimanali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi