Connect with us

Calcio

Lettera aperta a mister Magrini

Published

on

Dopo le numerose polemiche arbitrali (var o non var) degli ultimi tempi nel pianeta calcio professionistico, appare doverosa una disamina chiara ed esaustiva degli organi federali preposti per una serena valutazione, anche comportamentale, di alcuni personaggi (meno male che sono pochi) che a volte esagerano in inutili protagonismi. Caro mister, so bene che hai preso male l’espulsione dal campo nella scorsa di campionato per una rimostranza ad un’errata valutazione arbitrale che non hai “digerito” affatto. Purtoppo, nella tua esperienza di “condottiero” ne hai viste e subite tante e sai anche che certi “personaggi” non accettano proteste, anche se fatte in modo garbato e civile. Alcuni personaggi “a volte e ripeto a volte” per dare più forza alla loro autorità in campo, non amano molto il dialogo e si ergono a facili ed inutili protagonisti, evitando di ammettere qualche errore di troppo che può anche condizionare, in buona fede, l’esito di una gara. Bisogna ammettere che il loro lavoro e molto utile ed encomiabile e che senza di loro il calcio non esisterebbe. A volte, però, accettare le critiche e qualche civile protesta dialogando di più potrebbe evitare spiacevoli inconvenienti. Perciò, caro mister, non te la prendere più di tanto. Sono cose che possono capitare, come capitano a giocatori e dirigenti, ma un contradditorio non sarebbe male averlo. Ricordo, nella mia esperienza di giornalista sportivo, che solo un arbitro ebbe il coraggio di ammettere in pubblico e sui media di avere sbagliato, ma quello era il migliore in assoluto. Si chiamava Concetto LO BELLO, un arbitro determinato, ma un vero professionista ed un gran signore.

Con affetto.

Giornalista pubblicista dal 1995. Segue il calcio dilettantistico maremmano dal 1986, già addetto stampa della ex Polisportiva Alberese. Ha collaborato con Il Tirreno, La Nazione, Il Corriere di Maremma, Radio Grifo, Teletirreno, Telemaremma e Tv9.

Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. Lupo1912

    30 Ott 2019 at 16:48

    Personalmente, massima solidarietà a Magrini, spesso questi arbitri vengono a Grosseto con un atteggiamento sbagliato, come se volessero dimostrare “di non favorire” la piu’ blasonata squadra di casa, purtroppo questi signori si sentono protetti dal nostro stadio, che con quella pista di atletica allontanano la pressione sull’arbitro ed affievoliscono i cori dei tifosi.
    Chissà……forse se avessimo uno stadio di calcio vero, tipo Castellammare di Stabia, Foggia, Taranto, Sorrento Brindisi o Casarano, dove i tifosi “ti fiitano sul collo”……..gli arbitri avrebbero un altro atteggiamento nei nostri confronti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi