Cretella salva il Grosseto dalla sconfitta, è 1 a 1 contro il Montignoso

Cretella al tiro

US GROSSETO-MONTIGNOSO 1-1

GROSSETO – Nunziatini, Cantore, Sabatini, Cretella, Ciolli, Gorelli, Boccardi (36′ st Camilli), Zagaglioni, Andreotti, Pirone (21′ st Pierangioli), Raito (15′ st Molinari). All. Cipolloni, Pizzuto, Lepri, Del Nero, Fratini, Luci, Pierangioli, Camilli, Molinari. All. Miano.

MONTIGNOSO – Cappellini, Pennucci, Mussi, Bedini, Signorini, Bugliani, Offretti (19′ stTonazzini), Piscopo, Geraci (36′ st Chiaramonti), Tazzini, Grossi (25′ st Puccinelli). A disposizione: Grippino, Marchettti, Castellacci, Benassi, Giorgini, Barbieri, Tonazzini, Puccinelli, Chiaramonti. All. Gassani.

RETI: 4′ st. Geraci, 41′ st rig. Cretella.

NOTE: ammoniti Raito, Ciolli, Molinari, Pennucci; angoli 3-2 per il Montignoso. Recupero 1′, 4′ st.

 

GROSSETO – Un calcio di rigore a pochi minuti dalla fine evita la sconfitta al Grosseto. Il sorprendente Montignoso mette in dificoltà la formazione allenata da Sebastiano Miano e va vicina al colpaccio con una gara giudiziosa e utilitaristica. Mister Gassani blocca gli uomini chiave dei biancorossi impostando un arcigno assetto difensivo. Nel primo tempo di fatto non si vede nulla. Pirone sbuca con un colpo di testa d’improvviso senza impensierire più di troppo Cappellini al 7′. Il Centrocampo unionista è costretto spesso a lanciare lungo per Andreotti ben marcato spalle alla porta. Piscopo, alla metà della prima frazione, prova la prima sortita degli ospiti ma non inquadra la porta, lo stesso fa Geraci al 43′. Preludio ad ua ripresa dove il Montignoso fa davvero male: al 4′ stdormita della difesa unionista che consente al numero nove di calciare a rete da ottima posizione, Nunziatini fa quel che può, si tuffa, ma la spalla bacia il palo ed entra in porta.

Subito dopo il gol Offretti chiama alla parata Nunziatini su diagonale insidioso, Montignoso vicino al raddoppio al 7′ st. Mister Miano per recuperare lo svantaggio vara subito il 4-2-4 ma la squadra si allunga malamente, la partita diventa nervosa e i cambi spezzano uteriormente il ritmo. Ci pensa Cretella. Il mediano in ombra nel primo tempo prova a risolverla da solo al 21′ st conclusione di rabbia da lontanissimo, palla che colpisce la parte esterna del palo. Camilli e Molinai danno la carica da subentrati poi anche Piuerangioli aumenta il potenziale offensivo dei maremmani. Oramai è un assedio: a 5′ dal termine Camilli si destreggia in area e trova la gamba di Bedini, l’arbitro non esita e fischia il calcio di Rigore. Cretella dagli undici metri non tradisce e spiazza il portiere: uno pari.

Finale con due match point uno per parte: supeiorità numerica del Montigonoso al 2′ di recupero con Tognazzini che sprigiona un diagonale dalla sinistra che di pochissimo manca il bersaglio grosso. Capovolgimento e assist sul primo palo di Andreotti che colpisce in corsa deviando verso la porta ma colpendo solo l’esterno della rete.Finisce con un pari l’atipico scontro al vertice. Grosseto e Montignoso bisticciano al rientro nel tunnel degli spogliatoi però proseguono appaiate in testa alla graduatoria del girone A entrambe con 10 punti.

2 Comments
  1. Stefanos 1 anno ago
    Reply

    Finché ci si ostina a mettere i titolari in coppa senza fare turnover è chiaro che la domenica si paga pegno. O si punta al campionato o alla coppa. L’anno scorso dopo ogni partita di coppa abbiamo perso punti in campionato. Io sinceramente non capisco tutto questo accanimento co sta coppa che è più difficile da vincere del campionato. Non sarebbe meglio usarla per far giocare quelli che hanno meno spazio vista anche la qualità di tutta la squadra?

    • Lupo1912 1 anno ago
      Reply

      D’accordo con Stefania al 100×100, la coppa porta via solo energie, puntiamo al campionato senza indugio, la coppa l’abbiamo vinta l’anno scorso.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW