Connect with us

Grosseto Calcio

Allarme rosso! Us Grosseto disdetta la convenzione comunale!

Published

on

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. All'inizio si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro, poi anche di Serie D e di Eccellenza. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport. Conduce la trasmissione web Il lunedì del Grifone ed è il commentatore delle partite dell'Us Grosseto su Gs Tv.

Advertisement
22 Comments

22 Comments

  1. piede

    30 Giu 2015 at 11:55

    perfetto, almeno ritornano i Pooh a fare qualche concerto!!! Beeiiiii

  2. Corrado

    30 Giu 2015 at 12:07

    È la fine… Vediamo, ora, quanti imprenditori SERI si faranno avanti per il Grifone! Il problema, lo ripeto da sempre, non è Camilli: il problema vero è che, al di fuori di lui, c’è il vuoto assoluto!

  3. max

    30 Giu 2015 at 12:08

    ricordate al SIG CAMILLI di riconsegnare le chiavi dello stdio!

  4. Mazzolatore

    30 Giu 2015 at 12:33

    Game over! Adesso vediamo cosa siamo capaci di fare senza babbo Camilli.
    Mansi o chi per lui, se ci sei batti un colpo, aspettiamo a dire che è finito tutto. Cerchiamo di reagire!

  5. Grifo93

    30 Giu 2015 at 12:47

    A questo punto la poteva vendere a nucilli, se la deve far sparire cosi male!

  6. ser

    30 Giu 2015 at 12:49

    Quando uno afferma che la colpa è sempre degli altri, che la ragione è sempre dalla sua parte e che tutti ce l’hanno con lui o si crede Dio o si deve porre la domanda ” perchè”? Forse si renderà conto che la situazione dipende anche dal suo modo di fare e di comportarsi con gli altri. Il Grosseto non è stato e non è un gioiello ma è solo un giocattolo. Quando di questo giocattolo ci si stanca, anche se ancora funzionante, lo si butta perchè, come insegnano i bambini, è meglio romperlo che regalarlo ad altri

  7. buttero 70

    30 Giu 2015 at 13:24

    Pur di non vendere ai grossetani (anno scorso) ha preferito farci morire…..

  8. sirio

    30 Giu 2015 at 14:17

    Corrado, o prendilo te il Grosseto invece di guardare quello che POSSONO fare gli altri! Qui’ continuo a sentire Camilli meno male che c’era, Camilli ci ha fatto vedere il calcio vero, MA io vi ricordo che e’ Camilli che lascia il Grosseto e non il Grosseto che lascia Camilli.
    Come mai ieri sera al Biancorosso non e’ stato parlato che per FAR CONTINUARE LA STORIA DELL U S Grosseto “una societa’ di 103 anni” invece di CHIUDERE poteva cedere a un cosiddetto ” bandito” che magari ci faceva fare una lega pro a retrocedere, ma sempre meglio che sparire! IO ricordero’ Camilli come l’UNICO Presidente che in 103 anni ha fatto Sparire una societa’ cosi’ longeva. Questo e’ quello che mi appare in testa appena sento il nome Camilli. C’e’ tempo fino le 19 di oggi , ma a questo punto la vedo nera!

  9. Margheritoni

    30 Giu 2015 at 15:24

    Si ciao ….Mansi batti un colpo!!!! Come no……tanto qualche anno fa per giocare 5 partire ci avete mandato a Venturina, altrimenti sciupavamo il campo ai fenomeni, adesso sicuro che Mansi vi salva………chi semina vento raccoglie tempesta……buona fortuna…BEIIIII

    • Mazzolatore

      30 Giu 2015 at 15:43

      Tu sei il classico esempio di cosa è la provincia di Grosseto. Un insieme di paesucoli nei quali ognuno coltiva il proprio orticello. Siamo anni luce lontani da realtà come Pisa dove in ogni paese c’è un Pisa club. Con questa mentalità dove vuoi che si vada?

  10. james

    30 Giu 2015 at 15:27

    caro margheritoni,,non e’ giornata..stai a casa tua e rimanici..

  11. il tanche

    30 Giu 2015 at 15:39

    in primis metti nome e cognome e non fare il fenomeno ora ok

  12. margheritoni

    30 Giu 2015 at 16:05

    Mai fatto il fenomeno….e nemmeno ora lo faccio…ho fatto solo la fotografia di quello che è successo negli anni precedenti…….La provincia si intende nel dare e nell’avere però……se il Grosseto ha bisogno bel lieto….ma anche se una squadra chiede di giocare 5 partite di LEGAPRO (e non di terza cat) la provincia non esiste???? PEr tua conoscenza a Pisa esiste anche una squadra che ha fatto addirittura l’eccellenza e si chiamava Pisa SPorting Club che davvero faceva la guerra al Pisa Calcio……Cmq non è il momento adesso di questi discorsi…ribadisco il fatto di chi semina vento raccoglie tempesta…..buona fortuna…..BEIII

    • Mazzolatore

      30 Giu 2015 at 16:40

      Non capisco questa cattiveria gratuita. Che gusto c’è a godere di una situazione del genere? Io non ho mai avuto niente contro il Gavorrano, anzi più squadre della provincia salgono, più sono contento. Un po’ più di rispetto per i tifosi sarebbe gradito, grazie.

  13. Solfrin

    30 Giu 2015 at 16:59

    gente calma….. magari alle 19 ma il Camili il Grosseto lo iscrive certamente.
    E’ la solita storia, gli piace fare il Salvatore della Patria, a ma non fa paura nemmeno un po’

  14. Fabio

    30 Giu 2015 at 17:42

    Solfrin, ma perché continui a prenderci per le mele!?!?
    Abbi la decenza di Tacere! Grazie

  15. Massi

    30 Giu 2015 at 18:30

    il calcio e’ passione e divertimento e non mi sembra che negli ultimi 3/4 anni il grosseto abbia suscitato passione o fatto divertire, quindi dov’e’ il problema se torniamo a giocare in altre categorie. E non tiriamo fuori la storiella del calcio che conta, perche’ il calcio che conta e’ solo quello della serie A. Torneremo pero’ di sicuro a vedere il calcio vero, quello dove conosci i giocatori per nome e cognome, dove non ci sono tornelli e tessere dei tifosi, dove la domenica ti trovi alle 12 con gli amici e decidi di andare a vedere il grosseto che gioca in trasferta. Vai in trattoria e poi ti ritrovi con altri 700 grossetani a tifare per la tua squadra. VIVA IL GROSSETO

  16. Mazzolatore

    30 Giu 2015 at 19:00

    Siccome si deve comunque voltare pagina ti chiedo Yuri adesso che cosa succede tecnicamente. La società non è fallita, semplicemente non è stata iscritta, quindi l’US Grosseto 1912 di fatto esiste ancora, sbaglio? Oppure deve essere costituita una nuova società?

    • Yuri Galgani

      30 Giu 2015 at 19:41

      Giusta osservazione: l’Us Grosseto Fc 1912 Srl non è affatto fallita.
      Vedremo quale scenario si prospetterà.
      Francamente è presto per dirlo.

  17. Corrado

    30 Giu 2015 at 19:28

    Sirio, certe battutine potresti anche risparmiartele! Non sono nelle condizioni economiche di poter rilevare il Grosseto, altrimenti lo avrei già fatto!

  18. Fabio

    30 Giu 2015 at 19:44

    Ma non potrebbe iscriverci alla D?

  19. Gigi 52

    30 Giu 2015 at 21:02

    X mazzolattore: purtroppo siamo una provincia dove ancora regna il campanilismo più acceso dove, come dici tu ognuno coltiva il proprio orticello specialmente nel nostro capoluogo. Oggi, finalmente brindano con felicità alla fine del GRIFONE. era quello che attendevano da anni!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi