I Giovanissimi del Gavorrano chiudono con un bel pareggio nel recupero

I Giovanissimi regionali del Gavorrano concludono la stagione cogliendo un bel pareggio (1-1) nel recupero con i senesi del San Miniato, sul terreno, allentato dalla pioggia, del Nicoletti di Follonica. I ragazzi allenati da Patrizio Marconi hanno disputato una gara gagliarda e avrebbero anche meritato la vittoria, dopo essere passati in vantaggio con una spaccata di Madonna al termine di un’azione ben orchestrata. Nel finale, però, il San Miniato su una punizione ha trovato il pareggio.

«Nell’ultima uscita della stagione i miei ragazzi – commenta il mister Patrizio Marconi  – hanno dimostrato ancora una volta che non erano inferiori a tante squadre e si potevano salvare benissimo. Contro il San Miniato hanno fatto una gran partita e sono stati raggiunti immeritatamente solo nelle battute conclusive. La vittoria poteva essere un premio per l’impegno che ci hanno messo, anche con un campo pesante. Hanno provato a giocare a pallone. Alla fine ho fatto i miei complimenti ai ragazzi e non posso nascondere che c’è molto rammarico per il modo in cui si è conclusa questa annata».

I rossoblù retrocedono tra i Provinciali dopo aver chiuso al quartultimo posto della classifica con venti punti, lasciandosi alle spalle Gracciano, Fornacette e Stella Rossa, a otto punti di distanza dal Montelupo, quintultimo.

Il girone B è stato vinto dal Picchi Livorno (79 punti), che ha preceduto Bellaria (76) e Venturina (72).

•Gavorrano-San Miniato 1-1

GAVORRANO:  Ioele, Temperini, Chelli, Dema (35′ s.t Frati), Cappellini, Giansoldati, Madonna (28′ s.t. Felici), Magnini (7′ s.t.  Vecchioni), Guidi, Arena (19′ s.t. Cecchetti), Mancinelli (10′ s.t. Antonini). A disp. Sacchelli, Fratila. All. Patrizio Marconi.

SAN MINIATO: Viti, Gasperini, Belsanti, Morrocchi, Da Frassini, Fantauzzo, Salatino, Bytyqi, Speranza, Formentini, Orlando.  A disp. Dessi, Lo Conte, Pecciarelli. All. Claudio Faleri.

RETI: nel s.t. al 20′ Madonna, al 38′ Orlando.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news