Connect with us

Calcio

Christian Calvari appende le scarpette al chiodo. “Trent’anni di carriera e tanti amici. Cini il miglior allenatore”

Published

on

dopo una vita passata sui campi di mezza provincia di Grosseto, Christian Calvari domenica scorsa ha detto basta. Domenica, nel match tra Batignano e Marina, si è conclusa la carriera di uno dei centrocampisti più simpatici e benvoluti dal panorama calcistico grossetano e non solo. Classe 1983, Calvari, da alcuni anni era a Marina e domenica, per l’ultima di campionato, non ci sarà. Quella di Batignano è stata quindi la sua ultima “convocazione”. Dal prossimo anno tornerà sui campi di calcio, ma per dare una mano ai giovani.

Dopo tanti anni è arrivato il momento di smettere. Da dove partiamo?

“Partiamo dall’Invicta, circa 30 anni fa”.

La scelta di smettere è dovuta a cosa?

“Smetto perché a 36 anni devi poterti allenare sempre e costantemente per essere in forma, e per evitare problemi fisici e figuracce. Non posso più farlo per problemi personali e perché non sento più la passione di una volta. Spesso quest’anno mi pesava allenarmi e non mi divertivo più”.

In questi anni chi è stato l’allenatore a cui devi di più?

“L’allenatore a cui devo di più è sicuramente Claudio Cini. Sia per il rapporto di amicizia che si era creato al Sauro prima ed al Roselle poi”.

E i compagni di squadra che non scorderai?

“I compagni migliori che ho avuto sono stati Stefano Niccolai, Massimo Caruso, Davide Saloni, i fratelli Carboni, Lorenzo Lupi, Marco Di Franco, Walter Pastorello, Marco La Rosa, Alessio Fedolfi. Ma anche più recentemente Roby Hudorovich,  Paolo Grascelli e Sauro Rossi”.

Qual è stata la tua migliore stagione?

“L’annata migliore quella del 2002 con la juniores del Roselle, quando vinsi la classifica cannonieri con 22 reti senza battere rigori. E con la prima squadra nel 2003 quando vincemmo il campionato di Terza categoria con il Casotto Pescatori. Ma non dimentico la stagione 2010 con la Nuova Grosseto di mister Bernabini, dove feci un buon campionato”.

Advertisement
7 Comments

7 Comments

  1. Robi Hudorovich

    Robi Hudorovich

    30 Apr 2019 at 15:54

    Meno male era ora🤣!!…apparte le cavolate grande calva sei forte oooo

  2. Marco Lazzi

    Marco Lazzi

    30 Apr 2019 at 16:09

    Complimenti per la carriera che hai fatto grande giocatore e soprattutto grande persona..

  3. Lorenzo Ingrasciotta

    Lorenzo Ingrasciotta

    30 Apr 2019 at 16:19

    Bravo ragazzo e con i giovani ci sa fare con noi del marina calcio a fatto un buon lavoro da dire una cosa sola grazie

  4. Claudio Causarano

    Claudio Causarano

    30 Apr 2019 at 16:34

    Grande Calva!!!! 🔝🔝🔝

  5. Aramini Veri Alex

    Aramini Veri Alex

    30 Apr 2019 at 17:15

    Chi ha condiviso un ricordo?

  6. Paolo Grascelli

    30 Apr 2019 at 18:03

    Grande calva , ti ho avuto diversi anni con me , e sono felice davvero perché sei un bravo ragazzo e un ragazzo che fa parecchio bene al gruppo !!! Vedi di insegnare qualcosa di positivo e di quel poco che hai imparato in tutti questi anni !! Ti abbraccio e potresti almeno organizzare la partita d’addio però

  7. Claudio Cini

    Claudio Cini

    1 Mag 2019 at 15:16

    Un carissimo saluto al grande Christian ed un particolare ringraziamento sul plauso riferito al sottoscritto. Giocatore esemplare, diversamente da altri che si sono creduti più titolati, in quanto mai domo e sempre pronto a ripartire dopo momenti difficili (infortuni, turnover ecc.). 36 anni di carriera sono un curriculum che pochi possono vantare. Bravo Calva, ottima persona anche sul piano umano e sociale. Auguri per un futuro sempre migliore. Grazie Calva per quanto hai dato e per la stima sul sottoscritto. Mister Claudio Cini.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi