Hockey – Daniele Pizzichi a Massimo Pagnini: “Lei a che titolo mi risponde?”

Follonica. Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato arriva dal consigliere di opposizione al Comune di Follonica, Daniele Pizzichi.

“Mi trovo costretto ancora una volta a rispondere ad un comunicato dell’ A.S.D. FOLLONICA
HOCKEY 1952 anziché rispondere al sindaco di Follonica ( è a lui che mi rivolgo visto la
carica che ricopro ) che come al solito si nasconde ed evita di dare spiegazioni riguardo alla
destinazione di contributi pubblici.
Questa volta a rispondere ad una mia domanda è stato il sig. Massimo Pagnini.
Sig. Pagnini ma lei a che titolo mi risponde ? Perché nei documenti che ci vengono forniti a
noi consiglieri la carica di presidente della società è ricoperta dal sig. Simone Pagliuchi ,
vorrei quindi delle spiegazioni e sapere lei a che titolo risponde a domande che rivolgo al
Sindaco e come mai spesso succede che attraverso quotidiani lei si presenta come
presidente della società .
Entrando nel merito della vostra risposta lei ha affermato che una vostra richiesta di
rateizzazione di un residuo iva si è accavallata alla erogazione del contributo .
Ritengo che tale giustificazione sia del tutto erronea , proverò a spiegarmi meglio :
Il pignoramento effettuato presso il “terzo debitore” che Agenzia delle Entrate Riscossioni
(ex Equitalia) ha effettuato a seguito di IVA non pagata dalla ASD FOLLONICA HOKEY
1952 ( come da voi dichiarato), presumibilmente riferito alla annualità 2012, è stato
preceduto sicuramente da numerosi atti così come accade per tutti i contribuenti.
L’IVA deve essere versata entro il 16 del mese o del trimestre successivo al periodo in cui
sorge l’obbligo, oppure con la dichiarazione reddituale relativa all’anno in oggetto, anche
ratealmente, insieme alle imposte di competenza (presumibilmente anno 2012, entro
novembre 2013).
Se quanto sopradetto non avviene, -all’epoca dopo alcuni anni-, viene notificato l’avviso
bonario contenente sanzioni calcolate al 10%. Sull’avviso bonario, se non pagato nei 30
giorni, può essere richiesta rateizzazione che va da tre a cinque anni a seconda dell’importo.
Lasciata inevasa anche questa procedura, la ex Equitalia dopo del tempo, ha notificato
cartella esattoriale con sanzioni calcolate al 30% oltre ad interessi ed aggio. Il pagamento
deve essere effettuato entro 60 giorni oppure, entro lo stesso termine, può essere chiesta
rateizzazione.
Decaduti i termini in fruttuosamente l’Agenzia notifica una intimazione di pagamento che dà
tempo 5 giorni per adempiere mediante pagamento o mediante rateizzazione.
Nella fattispecie in esame è evidente che tutto ciò non è stato fatto e, qualora fosse stata
chiesta rateizzazione così come sostiene di aver fatto il sig. Pagnini dopo la notifica del
pignoramento, evidentemente è stata inoltrata così in ritardo da non poter fermare la
procedura, oppure proprio non è stata richiesta.
Sembra di ascoltare “La Fiera dell’Est” di uno stagionato cantautore, ma così è successo. La
enorme differenza tra la canzone e i fatti occorsi è che la canzone è diventata un tormentone
conosciuto da adulti e bambini, la ASD FOLLONICA HOKEY 1952 invece, dopo aver
maturato un debito IVA non ha pagato quanto dovuto nei termini dati dalle vigenti normative.
Il pagamento è avvenuto tramite una procedura esecutiva che nulla ha a che vedere con il
buon comportamento a cui qualsiasi contribuente è tenuto.”

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW