Prima categoria “F”: i risultati della 28° giornata

ARGENTARIO – VALDARBIA 0-1

ARGENTARIO: Milani, Della Monaca (22’ st Sordini), De Pirro, M. Palombo (40’ V. Moriani), Schiano, Ferrari, Pennisi, Cedroni, Sclano, Perrone, Atzori. A disposizione: Costantini, Amato, Vincenti, V. Moriani, Sordini, Biscolli, A. Palombo. All. Procaccini.
VALDARBIA: Neri, Machetti, Albanese, Andriolo, Corti, Bonadonna (33’ st Meconcelli), Terzuoli, Mazzarella, Acerra, Donatelli (43’ st Ruggiero), Ventrone (30’ st Fontani). A disposizione: Pistolesi, Minucci, Ruggiero, Bracalari, Meconcelli, Fontani, Corbelli. All. Mangeschi.
ARBITRO: Ferretti di Livorno.
RETE: 37’ st Machetti.

L’Argentario cade in casa contro il Valdarbia (0-1), una sconfitta indolore per i padroni di casa, mentre i senesi iniziano ap ensare seriamente a poter accedere direttamente alla finale playoff senza dover disputare la prima fase di scontri diretti.
Primo tempo quasi completamente nelle mani dei santostefanesi, mentre la ripresa, complice anche l’infortunio subito da Palombo, ha visto emergere i ragazzi di Magneschi, che hanno siglato il gol vittoria nelle battute finali.
Parte bene l’Argentario, con Atzori che al 4’ arriva in ritardo su un cross rasoterra. Poco dopo, Schiano alza di testa su azione d’angolo. Risponde il Valdarbia con Acerra, ma anche lui calcia alto. Al 28’, grande occasione per Cedroni, smarcato da Palombo: il centrocampista si presenta a tu per tu con l’estremo ospite, ma calcia alto. Al 36’ ancora Cedronifa partire un pallonetto che lambisce il palo alla destra di Neri. Tre minuti più tardi, disimpegno errato della difesa dell’Argentario, Donatelli si impossessa della sfera e tira, ma Milani respinge con i pugni. Al 42’ episodio dubbio in area biancoazzurra, ma l’arbitro non concede il penalty al Valdarbia, mentre, prima del duplice fischio, Moriani, appena entrato, serve Cedroni, ma anche in questo caso il numero 8 non inquadra lo specchio della porta. Nella ripresa, il Valdarbia entra in campo con altro piglio e, subito al 2’, Donatelli fa tremare l’incrocio dei pali: il numero 10 riprende la respinta ma non centra il bersaglio grosso. Al 18’ è Acerra a provarci, ma senza fortuna, mentre al 37’ arriva il gol vittoria degli ospiti: punizione da posizione defilata, Marchetti, in acrobazia, trova il varco vincente per uscire con i tre punti dal Maracanà

BADESSE CALCIO – ALBERESE 2-2

BADESSE: Bianciardi, Romeo, Chellini, Landolfi, (dal 23’st Di Gregorio), Sardelli, Mascambruno (dal 28’pt Zacchia), Barbi Daniel, Di Cicco, Barbi Davide (dal 36’st Bozzi), Giotti, Pecchi a disposizione: Giannerini, Certosini, Bozzi, Di Gregorio, Giacopelli, Zacchia, Dezi
All: Fusci
ALBERESE: Allegro, Brizzi (dal 22’pt Ciavattini), Cucini, Pastorello W., Camarri, Paoletti, Pastorello F., Savelli, Coralli, Massieri (dal 32’st Ricci), Pedroni – a disposizione: Rabai, Pegoraro, Cavallaro, Fioretti, Chiaretti All: Romagnoli
ARBITRO : Magherini di Prato
RETI: 43’pt Coralli, 5’st Pecchi , 15’st Pedroni, 38’st Barbi Daniel
NOTE: espulsioni al 29’st Di Cicco.

CALDANA – PIENZA 0-0

CALDANA: S. Albonetti, Benini, Giorgetti, Castro, Casaccia, Zurlo, A. Albonetti (37’ st Gualtieri), Rotelli, Masiello (30’ st Paradisi), Paumgharden, Felici. A disposizione: Berti, Creatini, Voddo, Vecci, Di Fiore, Paradisi, Gualtieri. All. Ruggeri.
PIENZA: Minocci, Iammatteo, Bonari, Duchini, G. Mangiavacchi, G. Bindi, Fioravanti, T. Anselmi, Bai (45’ st Murgia), Leporini, Nocchi. A disposizione: A. Mangiavacchi, E. Bindi, Poli, Poggiolini, Murgia. All. Cresti.
ARBITRO: Linari di Firenze.
NOTE: Minocci respinge il calcio di rigore di Felici al 7’ st.

Il Caldana spreca una ghiotta occasione per chiudere i conti con la salvezza: i ragazzi di Ruggeri, infatti, impattano per 0 a 0 contro il fanalino di coda Pienza e dovrà sudare nelle ultime due giornate per poter brindare alla salvezza. Gara sempre in pugno dei padroni di casa, che hanno profuso il massimo impegno sbattendo però contro l’imprecisione in zona gol, vero tallone d’Achille dell’ultimo periodo. L’occasione più grossa è arrivata al 7’ della ripresa, quando Felici ha fallito un calcio di rigore: tiro debole, con Minocci che tiene inviolata la propria porta.

CASTIGLIONESE – PAGANICO 2-0

CASTIGLIONESE: Speroni, Baccetti, Grossi (14’ st Andreini), Batazzi, Marchi, Guerriero, Smajli, Toninelli, Caldelli (14’ st Bonelli), Mariottini, Chiti (24’ st Di Franco). A disposizione: Marroccella, Di Franco, Bonelli, Pacinotti, Giagnoni, Sciretta, Andreini. All. Tosini.
PAGANICO: Marchi, Nelli, Pifferi (40’ F. Cavaliere), Noferi, Agresti, Angeli, Vacchiano (1’ st Longino), Biagini, Pieri, Magnani, M. Cavaliere. A disposizione: Montani, Marzocchi, Longino, F. Cavaliere, Savini, Ghini. All. Agresti.
ARBITRO: Raniolo di Empoli.
RETI: 10’ Mariottini, 10’ st Toninelli.

La Castiglionese continua ad essere la squadra del momento, sconfiggendo con un britannico 2 a 0 il Paganico, che ora vede compromesse le proprie possibilità di playoff. Un finale in crescendo per la formazione di Tosini, che sta letteralmente volando negli ultimi due mesi: peccato per il passaggio a vuoto avuto a metà stagione, altrimenti i rossoblù avrebbero potuto tranquillamente ambire a traguardi molto prestigiosi.
La Castiglionese sfodera un primo tempo autoritario e di livello, creando occasioni su occasioni al cospetto di un Paganico apparso intimorito. E’ Mariottini a sbloccare il risultato al 10’, col proprio pezzo forte, ovvero il calcio piazzato: da posizione defilata l’ex Batirose fa partire una parabola perfetta che non dà scampo a Marchi. Nella ripresa il Paganico cresce leggermente, ma scopre il fianco alle ripartenze dei locali, che al 10’ raddoppiano: lancio lungo dalla difesa, con Marchi che è costretto alla chiusura fuori area per fronteggiare un attaccante; la respinta giunge sui piedi di Toninelli che, quasi da centrocampo, infila la porta rimasta sguarnita. Gara chiusa e festa rossoblù.

MAGLIANESE – VIRTUS CHIANCIANO 1-2

MAGLIANESE: Cavallo, Sgherri, Bini, Brasini, Venturini, Angori, Berardi, Ciavattini, Petroselli, Gamberoni, Stringardi. A disposizione: Cucca, A. Venturini, Sabatini, Rotelli, Valentino. All. Boni.
VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Fucelli, M. Benicchi, Caretti, Daviddi, Fei, Esposito, Menconi, Rosadini, Lodi, Bernetti. A disposizione: Cesaretti, Autolitano, Landi, Fallerini, Cozzi Lepri, Della Lena, G. Benicchi. All. Ledda.
ARBITRO: Minuti di Livorno.
RETI: 36’ Bernetti, 35’ st Stringardi, 40’ st Rosadini.

Amara sconfitta per la Maglianese (1-2 il risultato finale) nella gara casalinga contro la Virtus Chianciano: i giallorossi vedono sempre più allontanarsi la possibilità di disputare i playout e quindi di evitare la retrocessione. Primo tempo tenuto bene in mano dalla Maglianese che però, al 36’, un po’ a sorpresa, viene beffata da un tiro rasoterra calciato da circa 30 metri. E’ Bernetti a bucare la porta di Cavallo. Nella ripresa, la Maglianese stenta a creare pericoli alla porta difesa da Marianelli e apre il fianco ai ficcanti contropiedi avversari. In un momento di stanca della gara, la squadra di casa raggiunge il pari con un gran tiro al volo da fuori area di Stringardi: rete pregevole, con il pallone che si insacca all’incrocio dei pali. La squadra di Boni, a questo punto, si spinge nuovamente in avanti tentando il tutto per tutto, ma viene colpita in contropiede da Rosadini. L’attaccante mette così la parola fine all’incontro. (Stefano Venturelli)

PIEVESCOLA – FONTEBLANDA 3-0

PIEVESCOLA: Andreola, De Luca, Sesto, D’Auria (66′ Bagni) Di Libero (46′ Canocchi), Pratesi, Marcoionni, Youkan , Carletti (83′ Esposito), Vojdulla, Schiano All. Tintisona
FONTEBLANDA: Bartali, Censini, Amaddii (80′ Santini), Ricci, Lubrano N., Lubrano S., Boni, Cagnacci (46′ Cerboneschi ), Ricchiuti (46′ Melchiorri), Bifini, Angelini. All. Russo
Arbitro: Torpei di Pistoia
RETI: 10′ Carletti, 58′ Schiano (r), 65′ Marcoionni.

PONTE D’ARBIA – SAN QUIRICO 1-4

PONTE D’ARBIA: Papei, Marsili, Binarelli, Sampieri, Camara (70′ Gurguska), Cortonesi (55′ Tornesi), Forzoni, Fantini, Brizzi, Manetti, Fei (77′ Bonari). A disposizione: Lorenzetti, Padrini, Tornesi, Sacchi. Allenatore: Rappuoli.
SAN QUIRICO: Borghi, El Ghiat, De Luca (75′ Mangiavacchi), Bianciardi, Martellini, De Bernardi M., Bensi, Fortunati, Bindi (60′ Migliorini), Vento (68′ Dionisi), Magini. A disposizione: Pricope, Popa, Bernetti, De Bernardi R.. Allenatore: Pecci.
Arbitro: Sig. Prato di Arezzo.
Reti: 14′ Manetti, 23′ – 28′ – 63′(R) Vento, 88′ Fortunati.
Ammoniti: Camara, Bensi, Martellini.
Espulsi: 88′ Marsili.

SORANO – RIBOLLA 1-2

SORANO: Cappelletti, Coli, Dominici (32’ st Caronna), Brizi, Onori, Bufalini, Di Carlo, Falchi, Sequino (35’ st Santinami), Buosi, Bacci (40’ st Sonnini). A disposizione: Tramontana, Alborino, Bibi. All. Gaggi.

RIBOLLA: Terni, Marri, Ferrari, Goanta, Franchi, Senserini, Bruno, Pratelli (21’ st De Rose), F. Santini, Pedone, Burioni (30’ st Pieri). A disposizione: Meconcelli, Magnani, Ceccarelli, Giacalone. All. Scheggi.

ARBITRO: Palumbo di Grosseto.

RETI: 5’ Senserini, 23’ Buosi, 48’ st Pieri.

NOTE: espulso Caronna al 35’ st per gioco falloso.

Blitz all’ultimo respiro per il Ribolla, che vìola il campo del Sorano e respinge l’assalto del Valdarbia alla seconda posizione. Gara molto equilibrata, quella tra due squadre che si sono distinte tutto l’anno per il bel gioco e l’agonismo profuso in campo; i padroni di casa creano qualcosa in più nella prima frazione, ma il Ribolla si dimostra squadra di ottima levatura portandosi in vantaggio al 5’ con Senserini che, di testa, incorna al meglio una punizione battuta da destra. Il Sorano però, si getta a capofitto in avanti e trova il pari con un’azione di rimessa finalizzata da Buosi a metà frazione. L’equilibrio si mantiene anche nella seconda frazione, ma Scheggi pesca dalla panchina l’arma vincente, ovvero Alessio Pieri. L’attaccante, all’ultimo minuto di recupero, trova la giocata vincente che dà la vittoria ai bianconeri e li avvicina, insieme al Valdarbia, a disputare direttamente la finale playoff.

CASCINE SPORTIVA – FOLLONICA 0-2

CASCINE SPORTIVA: Fabiani, Rapaniello, Masani, Pecci, Lanijono, Vincenti, E. Menichielli, Pratali, Buco, Guerriero, Brogia. A disposizione: Peroschi, Joka, Mascolo, Baldacci, T. Menichielli, Elmazi, Calvadori. All. Doveri.
FOLLONICA: Bigoni, Decembrini, Bucchioni, Bientinesi, Tocchi, Errico, Batistoni, Vecce, Monterisi, Barbosa, Corrado. A disposizione: Amerini, Zinali, Caratelli, Mangini, Bruni, Pacini, Corti. All. Ballerini.
ARBITRO: Gallà di Pistoia.
RETI: 41’ Barbosa, 37’ st Bientinesi.
NOTE: espulsi Bucchioni, Pacini e Vincenti tutti per doppia ammonizione.

Il Follonica esce vittorioso dalla trasferta con il fanalino di coda Cascine (0-2 il finale) e torna a sperare con convinzione nella salvezza diretta.
Un appuntamento che non andava fallito dal team di Ballerini e la squadra ha centrato la prestazione giusta, con una vittoria che non ammette repliche e testimonia l’ampio divario tecnico presente tra le due squadre. Nel rpimo tempo, ospiti subito vicini al gol con Barbosa che, su punizione, centra la traversa; il numero 10 si rifà però al 41’, quando, al termine di un rimpallo in area, raccoglie la sfera e trafigge Fabiani. Nella ripresa, il Follonica entra in campo con ancor più decisione, sfiora il raddoppio in due circostanze per poi trovarlo al 37’: cross preciso di Vecce, Batistoni irrompe in are, vince un rimpallo e firma il raddoppio, chiudendo di fatto il match.

MONTEROTONDO – GEOTERMICA 3-1

MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini, Castellani, Giacomini, Ciaravolo, Toscanelli (11’ st Bencini), Cascinelli, Perciavalle (20’ st Barsacchi), Khouribech, Lonzi, Neri. A disposizione: Quadelli, Barsacchi, Civitillo, Bencini, Vezzi, Flori, Hajjaj. All. Cavaglioni.
GEOTERMICA: Rosi, Baldini, Gucci, Nuzzi, Camici, Frediani, Leoni, Costagli, Tempini, Bernini, Rinaldi. A disposizione: Titoni, Bozzi, Sandrucci, Galluzzo, Torchio, Giorgi, Allegri. All. Guarguaglini.
ARBITRO: Santoni di Firenze.
RETI: 35’ e 40’ st Khouribech, 40’ Lonzi, 42’ Rinaldi.
NOTE: espulso Camici al 37’ st per doppia ammonizione.

Grande impresa del Monterotondo, che si regala una domenica di gioia sconfiggendo per 3 a 1 una big del girone D come la Geotermica. Partita perfetta quella giocata oggi dalla compagine di Cavaglioni, un’orchestra perfetta in cui si sono messe in evidenza due individualità di spicco come Khouribech e Bugelli. L’attaccante ha messo il proprio timbro con una pregevole doppietta. il portiere ha chiuso quasi tutti i varchi ai pisani, concedendo solo la rete del momentaneo 2 a 1 a Rinaldi. Il numero 9 ha aperto le marcature al 35’ con una pregevole punizione, imitato dopo cinque minuti da Lonzi, sempre su tiro da fermo; poi, ha chiuso la gara con una giocata da categoria superiore, dribblando tre avversari nello stretto e spedendo alle spalle di Rosi la palla del definitivo 3 a 1.

7 Comments
  1. mirko naldi 5 anni ago
    Reply

    …vorrei fare un grosso augurio a thomas terni portierino 98 che ha fatto il suo debutto fra i “grandi” con la maglia del ribolla…bravo, nn mollare mai, sarai un grande numero 1…

    • Soranese 5 anni ago
      Reply

      Mi unisco ai complimenti nei confronti del giovanissimo portiere, vista anche la personalità dimostrata.
      Tuttavia (metto in chiaro non lo faccio per polemizzare) il ragazzo non ha 16 anni compiuti, quindi serve deroga dal Comitato regionale, altrimenti in caso di infortunio le assicurazioni non risarciscono.

      • mister x 5 anni ago
        Reply

        ma una volta in prima categoria nn serviva avere 16 anni compiuti per giocare ….se il sorano controllasse e facesse ricorso nn penso che il ribolla avrebbe tanti complimenti….

  2. virtus 5 anni ago
    Reply

    Per la virtus chianciano il secondo gol è stato realizzato da esposito giovanni

  3. dubbioso 5 anni ago
    Reply

    Perchè sconfitta indolore per l’argentario??? Non credo che sia matematicamente gli manca un punto o sbaglio

    che ne pensate ???

  4. Anonimo 5 anni ago
    Reply

    Può anche non avere 16 anni….però deve aver avuto dal crt la Maturità Agonistica. Cmq non credo che al sorano interessi fare ricorso

  5. ribollito 5 anni ago
    Reply

    Riguardo al portiere del ribolla La maturità agonistica è visibile sul sito della FIGC da più di un mese

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news