Karate, Tana delle Tigri, bene i giovani di Orbetello e Argentario a San Marino

Questo fine settimana si è svolto presso il Pala Domus nella Repubblica di San Marino l’undicesimo Campionato Internazionale di Karate, organizzato da FESAM(Federazione Sanmarinese Arti Marziali)sotto la guida attenta del Presidente Dott. Maurizio Mazza, la FIJLKAM, e l’ente di Promozione CSEN. Ottima organizzazione, grazie soprattutto a al Tecnico Magnelli Alessio, che si è occupato delle iscrizioni, delle categorie e della logistica,ed al Responsabile degli arbitri Fabio Castellucci, impeccabile come sempre. Con quasi 600 atleti di alto livello in gara, più di 70 società, e sei nazioni presenti, in una location formidabile, l’evento è stato apprezzato dagli atleti e dal pubblico presente. La squadra Karate Team Tana delle Tigri composta da piccoli atleti proveniente da Orbetello e Monte Argentario, partita senza troppe pretese, con il solo obiettivo di fare esperienze di altissimo livello, si è distinta già dalle prime fasi con il piccolo Daniel Bereza di otto anni che in gara con diciotto bambini in categoria, va a conquistare due primi posti ed un quinto nelle specialità a cui partecipa, salendo sul gradino più alto del podio con due ori al collo. Francesco Feroci di nove anni dopo un paio di errori al percorso in una categoria affollata, ha iniziato il Kata un po’ innervosito commettendo un piccolo errore di forma, sfiorando il podio sia li che nella prova di abilità tecnica. Peccato perché era abbastanza preparato e con possibilità di medaglia. Nella categoria ragazzi 11 anni, buona prova di Domiziana Noferi, che va a conquistare un bronzo nella prova di abilità tecnica ed un argento nel Kata. Idem Shantall Brancacho che conquista un argento nella prova di abilità tecnica ed un bronzo nel Kata,peccato per il richiamo troppo fiscale dell’arbitro nel finale del percorso quando era nettamente in testa per un errore impercettibile. Tra i più grandicelli 12 anni nell’unica specialità a cui hanno partecipato il Kata, finale di spareggio tra le compagne di palestra ed amiche Arianna Pellegrino e Martina Carotti ed un’altra atleta,con l’oro vinto dalla Pellegrino,l’argento dalla Carotti, con due prove superlative. I ragazzi Filippo Della Monaca e Tommaso Trillocco hanno sfiorato il podio nel Kata,ma si sono rifatti alla grande nel Kumite esordienti. Con Tommaso Trillocco, che nonostante un dito rotto nelle eliminatorie ha voluto partecipare alla finale andando a prendersi la medaglia pesante, contro un avversario ostico, attaccando e gestendo l’incontro con autorità ed esperienza. Anche Filippo Della Monaca ha passato le eliminatorie con maturità e gestione dell’incontro, arrivando in finale e con un incontro più che perfetto, ascoltando i consigli che via via arrivavano dal tecnico Nevio Sabatini ha gestito un avversario veramente forte, riuscendo a vincere e conquistare un oro che non si aspettava nessuno. Ottima la gestione dei ragazzi grazie anche ai coach di supporto, Tamara Calchetti e Massimiliano Pellegrino che hanno fatto un lavoro straordinario e sotto stress, aiutando i bambini nel cambio di protezioni, nella logistica sul tatami, e sopratutto sotto l’aspetto psicologico. Trasferta più che positiva, nonostante il poco tempo avuto per prepararsi, i ragazzi hanno dimostrato che con lavoro ed umiltà si può arrivare ovunque. Ottimo riscontro del lavoro svolto per i tecnici di Tana delle Tigri, Nevio Sabatini e Mourad Lamine, che senza rifiatare dovranno preparare il campionato regionale del prossimo fine settimana. Complimenti a tutti i ragazzi, ma non c’è tempo per i festeggiamenti, già da lunedì si dovrà ricominciare duramente ad Orbetello e Porto Santo Stefano, e martedì a Porto Ercole.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news
Gs

GRATIS
VIEW