Connect with us

Calcio

Allievi nazionali: clamoroso ammutinamento dei giocatori che non si allenano

Published

on

Advertisement
33 Comments

33 Comments

  1. Sportivo

    29 Ott 2014 at 23:27

    Fate meno i fenomeni.. Parecchi di voi farebbero panchina in seconda categoria, e gli altri giocherebbero solo per la regola dei fuoriquota

  2. Freddy

    29 Ott 2014 at 23:52

    Siete semplicemente ridicoli, viziati, autoreferenziati, in grado di perdere contro una buona squadra di allievi provinciali

  3. grifo1912

    30 Ott 2014 at 05:17

    Gli esempi negativi dei grandi fanno presa. Il calcio resta un mondo in cui ci sara ancora da lavorare parecchio. Anche se dubito molto sui risultati, anzi mi pare che si vada di male in peggio. Poi ci sta pure che ci siano anche motivazioni valide e cindivisibile, ma il metodo mi pare discutibile

  4. Anonimo

    30 Ott 2014 at 07:58

    Gli allenatori si chiamavano David Stefani ed Emiliano Biliotti

  5. Sologrifo1960

    30 Ott 2014 at 08:20

    Appunto …. come ha scritto Grifo1912 ci sono motivazioni valide e condivisibili. Chi non sa farebbe meglio a evitare di scrivere fesserie

    • marcello

      30 Ott 2014 at 12:32

      e fatela finita ….. allora parlate
      Comunque sia, fatto gravissimo: spero ci siano provvedimenti adeguati.

  6. Allenatore

    30 Ott 2014 at 09:14

    Ragazzini viziati e montati dai fenomeni dei loro genitori, al Grosseto è sempre stato così,invece di mandare sti velini in campo a rappresentare la nostra città, guardiamoci bene in casa nostra, cioè in tutta la provincia, dove ci soni ragazzi validi e meritevoli, più di questi egocentrici pagliacci.

    • BAFFO

      30 Ott 2014 at 11:23

      Ma te parli anzi scrivi perche’ non hai altro da fare.Prima di giudicare impara ad informarti bene…

  7. indignato

    30 Ott 2014 at 10:03

    ma giocate invece di fare i fenomeni, e sono i genitori i peggio mamma mia io stimo il Biliotti grande persona e grande uomo , e bravo allenatore , lasciate parlare lui e pensate ha giocare

  8. Anonimo

    30 Ott 2014 at 10:46

    “Indignato” L’uso dell’ h non é un opinione

    • Yuri Galgani

      30 Ott 2014 at 13:22

      Opinione è un sostantivo femminile.
      Dunque puoi scrivere “UNA OPINIONE” oppure “UN’OPINIONE”, ma non “UN OPINIONE”. 😉

  9. Anonimo

    30 Ott 2014 at 10:53

    Chi non sa le motivazioni della protesta non dovrebbe parlare. Abbiamo preso questa decisione senza essere condizionati da genitori o dal Biliotti. Abbiamo preso in considerazione delle vicende gravissime per un settore giovanile avvenute l anno scorso,aggravate dalla linea dettata dalla società negli ultimi mesi e culminate dall esonero o dalle dimissioni forzate dello staff di Biliotti

  10. Anonimo

    30 Ott 2014 at 11:04

    Noi abbiamo buttato al vento,forse,una carriera,solo perché volevamo dimostrare che in un calcio basato sui soldi e sulle mafiate societarie, NOI NON CI STIAMO. Noi ci siamo messi in prima linea,ricevendo critiche da tutta la provincia,solo perché vogliamo un calcio pulito.

  11. Anonimo

    30 Ott 2014 at 11:17

    Posso chiedere perché l’articolon non è firmato?

  12. Pastorello Sergio

    30 Ott 2014 at 11:23

    Anonimo è pura utopia quello che scrivi.

  13. anonimo

    30 Ott 2014 at 11:25

    Secondo me ha ragione grifo 1960.. non potete criticare la scelta di alcuni ragazzi che hanno fatto un gesto unico nel suo genere mostrando gli attributi, ribellandosi. Quindi silenzio per chi non sa come sono andate realmente le cose

  14. anonimo

    30 Ott 2014 at 11:28

    E se siete dei veri uomini o genitori che conoscete questi ragazzi vergognatevi per quello che gli dite perché c’è solo da prendere esempio da loro che non si sono sottomessi. Probabilmente neanche voi a età adulta non avete il coraggio di prendere una decisione del genere

  15. Attenzione...

    30 Ott 2014 at 12:03

    Almeno due post sono di ragazzi che giocano in questa squadra…le accuse sono pesantissime e di una enorme gravità…Credo che l’unica soluzione percorribile potrebbe essere un incontro fra tutte le parti (società, allenatori e staff, giocatori e genitori, questi ultimi necessari perché, ripeto, le accuse fatte dai ragazzi minorenni, sono veramente molto gravi)
    Comunque siamo alle solite…i problemi aumentano e si aggravano quando manca programmazione ed i soggetti non hanno ben chiari i propri diritti e doveri. I dirigenti devono organizzare, gli allenatori devono preparare i ragazzi seguendo le direttive che una buona società’ stabilisce ad inizio anno, i ragazzi devono “solo” pensare a giocare ed i genitori devono collaborare per la crescita dei propri figli senza interferire con le altre componenti!!!

  16. Anonimo

    30 Ott 2014 at 12:17

    credo le motivazioni siano le solite che qualche genitore molto influente faccia pressione su l’allenatore tramite i dirigenti per far giocare il figlio che non gioca, l’allenatore si rifiuta finalmente qualcuno con le palle che non allena per interesse ma per passione e da le dimissioni e i suoi ragazzi venuti a saperlo non si Allenano. Credo che questi ragazzi non possono essere insultati se veramente le cose stanno così.

  17. Anonimo

    30 Ott 2014 at 12:57

    Preciso che chi si firma con “anonimo” sono più persone e non una in particolare.

  18. Giovanni

    30 Ott 2014 at 13:14

    nessuno pero’ ha scritto in maniera chiara quali sono i motivi si e’ scritto solo del gesto. Chi sa scriva!!!!!!!!! (possibilmente in italiano!!!)

  19. luciano

    30 Ott 2014 at 14:01

    Anonimo sei una cosa almeno metti nome e cognome quando scrivi , sltrimeni sri peggio di loro , ti vergogni hai paura ….

  20. Pastorello Sergio

    30 Ott 2014 at 14:07

    Una sola cosa poi chiudo la discussione……le realtà di questo sport come nella vita ha molte sfaccettature…..è possibile che la strada sia dritta e piana ma molte volte può accadere di trovare molte curve e con macigni e nel calcio purtroppo ci sono montagne da scalare….come per il lavoro ecc ecc….non so le motivazioni ma posso immaginare visto che ci son passato…l’unica cosa che mi dispiace è che i ragazzi con tutte le motivazioni possibili non si sono allenati….e noi cosa dovevamo fare l’anno passato lavorando senza attrezzatura adeguata ecc ecc poi chi è dentro lo sa…abbiamo chiuso la stagione lavorando secondo la mia coscienza benino nonostante mille difficoltà ma abbiamo portato a termine la stagione…..ragazzi allenatevi bene,bene ,bene ma bene lo so che è dura ma dovete andare avanti….poi ci sarà il tempo di cambiar società.fatelo per i vostri MISTER premetto io non ho sentito nessuno ma credo che loro non vorrebbero questo come i miei portieri che ho allenato…io non voglio questo,fate questo sacrificio è fate vedere quanto valete….ciao a tutti e un BUONA FORTUNA.

  21. .

    30 Ott 2014 at 14:09

    Voi che offendete e incolpate questi ragazzi siete senza personalità e senza palle , vi nascondete dietro a un sito dove si stanno sentendo solo cose non vere. Le critiche vanno bene, ma a quattr’occhi , non nascondendosi dietro a un anonimo. Vorrei vedere quanti di voi che hanno infamato i ragazzi avrebbero il coraggio di dirglielo in faccia. Fate ride

  22. Pastorello Sergio

    30 Ott 2014 at 14:37

    Errore grammaticale scusate a molte sfaccettature…uauauaua

  23. luciano

    30 Ott 2014 at 15:10

    io parlo per quell’ anonimo che sa tutto .. invece di non firmarti scrivi il tuo nome e cognome se non hai nulla da nascondere , e non nasconderti con un ANONIMO devi avere il coraggio di quello che dici scrivendo nome e cognome altrimenti …..

  24. riccardocini

    30 Ott 2014 at 17:40

    Prima di parlare male di ragazzi che hanno avuto le palle di ribellarsi contro un calcio in rovina informatevi sulle cose accadute e sul motivo per cui hanno voluto compiere questo gesto

  25. buttero 70

    30 Ott 2014 at 18:04

    Da neutrale….ma sono cose che si possono dire o no ??…. Altrimenti non se ne esce…. A mio modesto parere, visto che il gesto è sicuramente clamoroso, sarebbe bene spiegarne le motivazioni….che magari sono validissime….

    • Curva Nord mavviaa!!

      30 Ott 2014 at 18:38

      Motivazioni o meno quello che mi sembra strano è che nessuno parli di quelli veri che hanno dimostrato attributi che sono rimasti a sudare e domenica andranno in campo a difendere una maglia diventata ancora più pesa sulle spalle. Forza ragazzi tutto il nostro sostegno . per quanto riguarda le beghe e liti di condominio condite da lagne trattati di filosofia e disamine sociologiche speriamo siano presto chiarite da chi di dovere e passino nel dimenticatoio assieme ai loro attori. FORZA TORELLINI BIANCOROSSI vedrete che presto torneremo a parlare di voi e dei vostri successi ed insuccessi in campo. Per gli altri che hanno mollato la squadra posso dire che non meritano offese per nessun motivo ma solo di essere guidati ad aprire gli occhi e pensare solo al campo ed alla palla.

  26. Massimiliano

    30 Ott 2014 at 18:25

    Chiedo scusa, per chi come me non è al corrente di quello che è successo, c’è qualcuno che può spiegare quello che è realmente successo, senza giri di parole o supposizioni?

  27. Massimiliano

    30 Ott 2014 at 19:13

    Scusate, c’è qualcuno che può dire in modo chiaro del perché di questa protesta?

  28. Pastorello Sergio

    30 Ott 2014 at 19:38

    Scusa riccardocini….ma non credo che così si risolvono le cose……la sappiamo la politica che usano certi pseudo presidenti o dirigenti…ma non è così che si risolve il male nei settori giovanili…..il calcio è un divertimento e va considerato tale…..perché far credere ai ragazzi che potranno tutti far i professionisti….le rivolte si fanno per altre cose…

  29. per Pastorello Sergio

    5 Nov 2014 at 12:03

    Premesso che non voglio entrare in merito alle decisioni dei ragazzi o a quelle della società… ma mi chiedo come possa Pastorello Sergio pretendere di dare consigli… proprio lui che l’anno scorso è stato pessimo nel modo di porsi con i “suoi” portieri: quello più piccolo dopo pochi allenamenti lo ha “salutato” (motivo??), gli altri rimasti non sapevano mai se veniva o meno, a volte veniva ma non si cambiava (tra lo stupore di tutti) e guardava gli allenamenti (forse per protesta contro la società??), e quando finalmente entrava in campo lo faceva con una grinta pari a quella di un ghiro in letargo… essere un bravo allenatore non significa avere diplomi e diplomini vari ma essere in grado di far migliorare i ragazzi che si allenano aiutandoli a superare le difficoltà e non aggiungerne altre con un atteggiamento borioso e spocchioso privo di riscontro pratico. Pertanto siccome hai avuto la possibilità di dimostrare con i fatti quello che pensavi di valere ma non l’hai fatto, sarebbe opportuno che tenessi per te i tuoi consigli intrisi di astio nei confronti della Società Grosseto Calcio o per meglio dire nei confronti di quelle persone che appelli come “pseudo presidenti o dirigenti”.
    Un saluto a tutto il settore giovanile dell’US Grosseto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

 

 

Advertisement




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi