Ferroni (Atletico Piombino): “Confermo l’arrivo in nerazzurro di Cybulko e Alessandroni. Raffaella Bon nuova responsabile della comunicazione e poi…”

Cybulko, portiere polacco-nigeriano, classe ’96

Grosseto Abbiamo raggiunto telefonicamente il direttore sportivo dell’Atletico Piombino, Alessio Ferroni, per fare con lui il punto della situazione in casa nerazzurra.

Buongiorno, Alessio. La tua promessa di trattenere i giocatori più importanti è stata mantenuta. Per il momento, sembra che tu abbia lasciato andare solo Papa e Fatticcioni, giusto?
<<Buongiorno, Yuri. Guarda, non sono uno di troppe parole, lo sai; mi piace far parlare i fatti e questi dicono che non si può certo sostenere che c’è stata una diaspora piombinese! Non a caso, tra i big sono partiti soltanto Fatticcioni – quando ancora non ero il ds nerazzurro – e Papa. Gli altri giocatori importanti rimangono qui con grande convinzione. Mi riferisco a Tommy Rocchiccioli, al suo gemello, a Catalano, a Barbieri, a Buselli, a Quarta, ecc. ecc. Non ci interessavano più, invece, il portiere Rizzato e Fanciulli e li abbiamo salutati. Devo ancora parlare, poi, con Grotti o con suo padre>>.

La situazione di Luci, invece, è definita o no?
<<Ancora no. Il ragazzo vuole andare al Grosseto, ma non darei nulla per scontato. Comunque, vedremo se in giornata ci saranno novità da comunicare>>.

Mi confermi che sono due nuovi nerazzurri il portiere polacco-nigeriano Cybulko e l’attaccante Alessandroni?
<<Sì, te lo confermo. Damian Cybulko è un classe ’96, con circa 60 presenze in D e una cinquantina in Eccellenza. Prospetto molto interessante. Considera che ha esordito in Eccellenza a 15 anni, disputando in quella sua prima stagione una decina di partite. Matteo Alessandroni, invece, è nato nel 1994 ed è un attaccante di 190 cm. in cerca dell’occasione giusta per rilanciarsi. A livello di settore giovanile è stato nella Samp e nella Lazio. Poi ha fatto la C e la D. Ha un grande potenziale. Deve solo crederci e Piombino penso possa essere il posto giusto per esplodere>>.

Matteo Alessandroni (foto tratta da: www.spoletosport.it)

Scusa, ma è Alessandroni l’attaccante forte di cui mi hai parlato in precedenza, sottratto alla concorrenza di tanti club di D?
<<No, non è lui. Il nome del giocatore cui alludi lo tengo tutto per me, perché voglio evitare che ce lo portino via. In ogni caso, sappi che oltre a questo attaccante forte ne prenderemo un altro ancora>>.

Sull’italo-argentino Mariano Josè Cusano cosa puoi dirmi?
<<Posso dirti che ci ha colpito molto e che con lui abbiamo definito quasi tutto. Contiamo di sistemare gli ultimi dettagli e poi lo faremo arrivare in Italia>>.

Intendi fare ulteriori movimenti?
<<Sì, voglio prendere anche un altro centrocampista e poi due under davvero forti>>.

A proposito, è vero che la mia collega Raffaella Bon sarà la vostra responsabile della comunicazione e del marketing?
<<Sì, posso confermarti che Raffaella Bon ricoprirà il ruolo di nostra responsabile della comunicazione e del marketing. Abbiamo bisogno di strutturarci a tutto tondo e la sua professionalità ci aiuterà molto>>.

Un’ultima cosa: nella passata intervista hai accennato a partite/provino per trovare giovani interessanti. Ci sono stati passi in avanti in tal senso?
<<Beh, intanto posso darti una data: martedì 3 luglio. In tale giorno faremo un piccolo raduno per visionare i ragazzi del 1999, 2000, 2001 e 2002.  Speriamo di trovare qualche elemento interessante. In  ogni caso, l’iniziativa in questione verrà ripetuta ciclicamente, proprio come ti ho spiegato nell’intervista precedente. Crediamo davvero nei giovani e visionarli costantemente ci aiuterà nel nostro intento>>.

 

 

1 Comment
  1. biancorosso 1 anno ago
    Reply

    quando si dice una società fa le cose serie

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news