Connect with us

Altre notizie

Sulla raccolta differenziata si è fatto troppo poco. Vivarelli Colonna e Petrucci bocciati

Published

on

Anche quest’anno i dati di ARRT, l’Agenzia regionale che certifica le percentuali di raccolta differenziata operata dei vari Comuni, sanciscono una sostanziale bocciatura per il Comune di Grosseto.

Infatti la percentuale del 40,84% raggiunta a fine 2019, sebbene costituisca un piccolo incremento rispetto agli anni precedenti, è del tutto insufficiente e ci colloca ancora ben lontani dal traguardo del 65% fissato dalla legge e che consentirebbe al Comune, e dunque ai cittadini, di risparmiare sul servizio non pagando l’ecotassa.

Eppure all’inizio del mandato il sindaco Vivarelli Colonna e l’assessore all’ambiente Simona Petrucci avevano promesso ben altri risultati, soprattutto attraverso l’introduzione dei cd. cassonetti intelligenti, che avrebbero dovuto garantire percentuali di raccolta differenziata molto superiori a quella effettivamente raggiunta.

Perché questo fallimento?

Nell’ottobre 2018, quando ARRT certificò che il Comune di Grosseto era addirittura sceso dal 35,76% dell’anno precedente al 34, 82% di fine 2017, l’assessore Petrucci dette la colpa dello scarso risultato ai cittadini dei comuni limitrofi che praticavano il porta a porta, accusandoli di portare i rifiuti nel comune di Grosseto.

Quest’anno, invece, l’ennesimo risultato deludente viene attribuito dall’assessore all’ambiente ai turisti ed a Sei Toscana.

Insomma, è sempre colpa di qualcun altro!

Che si tratti di alibi, lo si potrà comprendere confrontando i dati del Comune capoluogo con quelli della Provincia di Grosseto e con alcuni Comuni virtuosi della nostra provincia.

Lasciamo di parlare i dati certificati dall’Agenzia Regionale per il Recupero delle Risorse della Regione Toscana:

– nel 2016 il Comune di Grosseto aveva la differenziata al 35,76%, sopra alla media provinciale (33,01%), mentre l’ATO Toscana sud registrava il 38,21% a fronte del dato della Regione del 50,99%;

– nel 2019 Grosseto si è attestato al 40,84% (+ 5,08%), scendendo al di sotto della media provinciale (41,46% ovvero + 8,45), con un trend di crescita decisamente inferiore all’ATO Toscana sud giunto al 46,45% (+ 8,24) ed alla Toscana, ove il livello di differenziata è giunto al 60,15% (+ 9,16).

Il Comune di Grosseto, dunque, in questi anni è cresciuto meno del resto della Provincia, ed ha fatto peggio di ATO Toscana sud e di Regione.

Il dato diventa evidente se si confronta con i risultati di alcuni tra i comuni maremmani: ad esempio, Follonica è passata dal 43,93% del 2016 al 55,32% del 2019, incrementando la differenziata dell’11,39% (più del doppio dell’incremento del Comune di Grosseto); mentre Roccastrada è passata dal 40,27% del 2016 al 54,57 del 2019, con un incremento del 14,30% (quasi il triplo di Grosseto).

Sono dati che ci collocano tra i capoluoghi meno virtuosi della Toscana, ben lontani dai risultati di Comuni come Livorno, che ha raggiunto il 68,39% (con un incremento rispetto al 2016 del 25,34%) o Prato, che è arrivata al 73,42% (con un incremento rispetto al 2016 del 19,12%).

Se dunque negli anni scorsi Vivarelli Colonna e Petrucci potevano sperare di essere rimandati, dopo oltre quattro anni e giunti al termine del mandato, il responso non può che essere uno: bocciati!

Sarà forse anche per questo che non si sente più parlare, ormai da tempo, di “rivoluzione di rifiuti”.

I consiglieri comunali

Lorenzo Mascagni (PD)                                            Carlo De Martis (Lista Mascagni Sindaco)

Manuele Bartalucci (PD)                                         Marilena Del Santo (Lista Mascagni Sindaco)

Ciro Cirillo (PD)

Marco Di Giacopo (PD)

Catuscia Scoccati (PD)

image.png
Advertisement
Click to comment
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

 

 




Copyright © 2020 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x