Baseball: l’Enegan Grosseto si porta sul 2-0 sotto gli occhi di Pichlmann

Dopo aver superato in garauno i Black Panthers, l’Enegan si ripete e batte 1-0 (Sotto gli occhi del calciatore unionista Thomas Pichlmann) la formazione di Ronchi dei Legionari nella seconda partita delle finali, grazie ad un Marquez ancora superlativo sul monte di lancio.

Il pitcher venezuelano ha ormai abituato i tifosi biancorossi a prestazioni fuori dall’ordinario ed anche contro la squadra di Ronchi dei Legionari non si è smentito siglando ben 20 strike-out e mostrando una grande freddezza nel gestire una difficile situazione creatasi all’ultimo inning quando ha concesso la base a Ghergolet e Deotto prima di lasciare al piatto il temibile azzurro Alberto Mineo (0/4 per lui in garadue allo Jannella).

L’incontro serale si è aperto con una bellissima rimpatriata di bandiere biancorosse, omaggiate dall’Enegan Grosseto con un diploma: c’erano pionieri come Walter Biadi e Adriano Bronchini, c’erano Gianfranco e Ildo Guazzini, colonne del Bbc anni ’70 come Daniele Del Santo. Bruno Vinciarelli e Mauro Bertaccini, c’era l’ex presidente Armando Falconi e non mancavano nemmeno Lino e Vic Luciani, oltre ad un granitico e sempre simpaticissimo Francesco Casolari apparso in splendida forma.

Oltre Trenta personalità di spicco del batti e corri cittadino unite in un ideale ponte tra passato e presente: erano più di Dieci anni che allo Jannella non si vedevano tante stelle brillare contemporaneamente.

Tornando agli aspetti tecnici, la partita serale è rimasta sempre in bilico ed un episodio avrebbe potuto far pendere l’ago della bilancia da una parte piuttosto che dall’altra; al Grosseto il merito di aver saputo aspettare il momento propizio per colpire l’avversario, al Ronchi il rammarico per un risultato che mette in salita tutta la serie.

L’occasione buona per il Nove di Minozzi è arrivata al quinto inning: Santaniello ha battuto valido ed ha proseguito la propria corsa fino in seconda su un errore, poi ha rubato la terza base ed è arrivato a punto sulla valida di Gary Ermini facendo esplodere il tripudio sugli spalti.

E’ stato questo l’unico punto della serata dello Jannella, ma non sono mancate le emozioni grazie all’ottima prova dei lanciatori (Marquez da una parte, Pasquali e Petralia dall’altra) che hanno dato vita ad uno scontro memorabile che ha dimostrato tutto il valore dell’Enegan e dei Black Panthers.

1 Comment
  1. sturm und drung 5 anni ago
    Reply

    MONUMENTALI!!!!!!!!!!!!! GRANDI RAGAZZI!!!!!!!!!!
    ora pero’, euforia come da logica, a parte concentriamoci su gara 3 x chiudere subito la serie x noi ed esplodere di vera gioia.
    la battaglia e’ si vinta, massima concentrazione x vincere la guerra (in senso sportivo si intende!!)
    CONQUISTIMO IL TRICOLORE E POI DIAMO IL VIA ALLA GIOIA PIU’ SFRENATA………….

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news