Santa Fiora: non solo un problema economico. Si va verso la non iscrizione

Nella foto il tecnico Infantino in azione

SANTA FIORA. Non è solamente un problema economico quello che ha costretto la dirigenza dell’Intercomunale Santa Fiora a dare la comunicazione ai propri tesserati di una drastica riduzione degli obietti stagionali e dei rimborsi spese.

In realtà quello che ci potrebbe essere sotto è una netta frattura all’interno della società che ha portato ad una decisione che ha dell’incredibile.
C’è chi vocifera che ci siano anche interessi e motivazione politiche che hanno di fatto ostacolato negli ultimi tempi il lavoro della dirigenza stessa, sempre più divisa.

E’ anche vero che la sagra, anche a causa delle condizioni climatiche, non ha reso i frutti sperati.
Adesso però verso la non iscrizione e la “sospensione” dell’attività che si potrebbe prospettare almeno per un anno minimo, fino a che gli intenti saranno più comuni e non dissociati come lo sono adesso.

5 Comments
  1. Amiatensis 4 anni ago
    Reply

    Stasera vedrò il DS Davi Tattarini, e a quattr’occhi mi riuscirà senz’altro di capire meglio cosa diavolo sia successo ieri sera al Campo di Santa Fiora.
    Naturalmente, se capissi che il “rompete le righe” di ieri è da considerarsi DEFINITIVO, pur con ulteriore grande dispiacere, NON POTREI FAR ALTRO CHE CONSIGLIARE ALMENO UN ANNO DI STOP ALLA SOCIETA’, in modo da riequilibrare ( eventualmente) i conti con la prossima Sagra per procedere poi alla ricostituzione di una nuova Società, che dovrà però essere assai più popolata rispetto ad ora da gente con vera passione per il pallone e soprattutto munita di un’autentica disponibilità a svolgere un ruolo dirigenziale attivo al servizio della squadra. Se così non fosse, secondo me meglio lasciar perdere e dedicare le future domeniche ad attività di intramontabile e provata gradevolezza quali: la cura della famiglia, la ricerca dei funghi quando fanno, le assidue cacciate al cinghiale accompagnate da lauti banchetti e sontuose bevute e parecchie partite a 3-31 al calduccio del bar, la domenica pomeriggio.
    La squadra, naturalmente, è già iscritta al Campionato di Seconda, ma credo che anche la Terza non sarebbe in alcun modo praticabile, a causa della data in cui si sono verificati i fatti, quando ormai tutti i giocatori della zona sono ormai accasati e il cercarli da fuori riproporrebbe, invariabilmente, di ritrovarsi nella stessa situazione.
    Domani pomeriggio l’Intercomunale avrebbe dovuto giocare un’amichevole al Niccolai contro il Manciano: mi auguro che qualcuno della dirigenza si sia preso la briga almeno di avvertirli della situazione!
    Io mi consolerò, domenica, con una bella bistecca alla fiorentina dal mitico “Forcillo” a Sinalunga per poi accomodarmi sugli spalti del Carlo Angeletti per seguire Sinalunghese-Foiano, sentitissimo derby chianino, primo atto della Coppa di Eccellenza Toscana.
    Qualcosa mi dice che dopo tutto il casino che è successo, quest’anno avrò modo di imbattermi nell’insuperabile bistecca di chianina ( consumata, rigorosamente, sul posto!) assai più spesso che negli anni passati….

  2. marco 4 anni ago
    Reply

    Ma te sei un grande amiatensis. Mi mancheranno i tuoi lucidi commenti, io devo ancora capire ma sei un dirigente,un tecnico, un’ appassionato fino a ieri parlarvi da dirigente,oggo caschi dalle nuvole bovine anche due o tre di bicchieri di vino davanti alla chianina,buon pranzo

    • Amiatensis 4 anni ago
      Reply

      Ho capito davvero poco della seconda parte del tuo commento, Marco.
      No, ripeto, non sono un dirigente, né credo di aver mai parlato da tale, sono solo un appassionato che ha il figlio che gioca nell’Intercomunale e che, quest’estate, ha collaborato un po’ col DS nell’ allestire la squadra.
      Tutto qui, ignorando del tutto la situazione finanziaria della Società e le eventuali diatribe tra dirigenti a cui si accenna nell’articolo sopra ma che a me, francamente, non risultano proprio.

  3. mezzolitro 4 anni ago
    Reply

    Caro Amiatensis sono basito, non riesco a capire come si possa arrivare a decisione così draconiane a pochi giorni dall’inizio della stagione. Bah!
    Per quanto riguarda i soliti gufi/pagliacci che godono delle disgrazie altrui , lasciali perdere, i miei vecchi m’hanno insegnato a non discutere con gli strulli perché a un certo punto chi guarda potrebbe non cogliere più la differenza…

  4. andrea 4 anni ago
    Reply

    sono notizie tristi,che ad oggi giorno sono guasi di attualita,i soldi ci son sempre meno,e i ragazzi non si accontentano solo dei rimborsi spese,e l’attacamento alla maglia c’e poco. a s.fiora c’e la passione per questo sport,e quando ci ho giocato anni fa notai da subito la passione sanguinia dei dirigenti, societa.’ e tifosi. ho un bel ricordo di quel 2001 ,spero che santa fiora rimanga in categoria perche non meritano questo.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

In the news